Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Domenico Rinaldi, l'appassionato italiano dietro il successo del salto: 'Ci voleva un orizzonte' |  soddisfazione

Domenico Rinaldi, l'appassionato italiano dietro il successo del salto: 'Ci voleva un orizzonte' | soddisfazione


La gioia di Domenico Rinaldi ancora Adrian Abadia e Nicolas García Boissier Ha vinto la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino sincronizzato di 3 metri Mondiali di nuoto a Doha Allo stesso tempo, la classifica olimpica è paragonabile solo a quella delle Olimpiadi di Londra 2012. Lì, Questo italiano è stato due volte olimpionico (1984 e 1988) È riuscito a qualificare suo figlio per la nomina, il che significa 'Un motivo di orgoglio', qualcosa che 'non dimenticherò mai'. Non cancellerà mai dalla sua memoria il pomeriggio del 4 febbraio.

Per la prima volta nella storia, la delegazione spagnola ha ottenuto una medaglia mondiale. Ai pionieri piace Ricardo Camacho o Javier Elanaanche quelli molto giovani e promettenti Ana Carvajal, che è salita sul podio sulla piattaforma dei 10 metri ai Mondiali di Fukuokama nessuno di loro ha raggiunto il livello di Nico e Adrien, che avevano già diversi campionati alle spalle da quando si sono uniti nel 2021 per ottenere un biglietto per Tokyo. “Sia Nico che Adrian avevano delle scelte chiare, avevano le capacità fisiche e tecniche, ma gareggiavano con persone molto esperte ed erano principianti. Avrai i riflettori, ma sarà un bene per loro. “Ci daranno molta felicità. Stanno continuando il percorso olimpico”, ha detto in passato l'allenatore Quique Martinez.

Ma dopo Tokyo è arrivato il vero cambiamento. Rinaldi, un veterano allenatore italiano laureato in scienze dell'educazione fisica, ha guidato il gruppo nella sfida di dare una spinta ai salti.. Con lui arrivò Arturo Miranda, l'ex saltatore cubano-canadese, che sarebbe stato il suo braccio destro. A poco a poco, la sua filosofia ha dato i suoi frutti. “Mi piace molto costruire una squadra e avere gente del mio stesso livello. Quando sono arrivato a Madrid Valeria Antolino non era sul podio, Carvajal era giovane e Camacho parlava di lasciare la Spagna… Penso che più che una tecnica, quello che ho instillato è stata una strategia, un piano e un orizzonte mancante”, spiega l'insegnante a Relevo.

READ  "Abbiamo detto di no, ma...": Pique ha parlato dello scandalo con la fotografa Shakira e il surfista

Il giro di Garcia Boisier e i diamanti grezzi di Abadia

Da allora si è creata una cultura di squadra e di lavoro che si è già tradotta in grandi risultati agli ultimi Mondiali di Fukuoka, quando García-Boisier e Abadia sono già al quinto posto nella classifica mondiale. Ora hanno graffiato la medaglia. “Quando tutto è andato a posto, i risultati si sono visti”, spiega. C'è una bella atmosfera nella piscina dell'86esima Coppa del Mondo a Madrid, perché si allenano in infrastrutture imbattibili e ora hanno un programma chiaro da attuare. “Stiamo lavorando su questo – ha detto Domenico – Adrian ha avuto qualche problema fisico lo scorso dicembre, ma ha molto talento”.

Mentre Nico Garcia Boissier, il cui fratello Hector ha praticato il volteggio per molti anni ed è stato suo partner nelle gare di sincro ai Campionati del mondo di Kazan nel 2015, ha una carriera più ampia, Abadia, maiorchina, è sempre stata considerata la punta di diamante del salto spagnolo: Ai Campionati Europei Juniores 2019 è riuscito a salire sul podio dal trampolino di 1 metro. Entrambi si sono trasferiti a Madrid a maggio per allenarsi insieme perché prima lo facevano a distanza, uno alle Isole Canarie e l'altro a Maiorca. È un controsenso considerando che i salti sono sincronizzati, il che riflette le difficoltà di questo sport e la trasformazione avvenuta dall'arrivo di Rinaldi. “Stavo proprio pensando all’arena olimpica. Non ho guardato il tabellone. Quando Adri mi ha detto il risultato, sapevamo che avremmo vinto una medaglia. “Ho versato una lacrima”, ha detto Garcia-Boisier, ammettendo che “viviamo insieme, ci alleniamo insieme, facciamo tutto in questo modo”.

I progetti di Domenico sono stati presentati (“Ha sempre avuto gli occhi puntati su Los Angeles 2028.”(Nonostante il suo arrivo come allenatore della Nazionale italiana juniores, vincendo 21 medaglie internazionali assolute e essendo presente a sei Giochi consecutivi, da Sydney 2000 a Tokyo 2020). Per il nuoto spagnolo, il suo arrivo è stato come trovare una bussola per uno degli sport con meno licenze in Spagna e che soffre di una grave mancanza di infrastrutture.

Non ci aspettavamo una medaglia. noi siamo molto felici. Dietro ogni salto c'è tanto lavoro. Ognuno ha la sua ricompensa. “Dedico la medaglia a mia madre e a mia nonna, che erano mio padre e mia madre”, ha commentato Obadiah, che ammette che “è difficile per me comprendere” e si rende conto di volere”Mangia questo cornetto al Villaggio OlimpicoUna gioia che ora potranno assaporare entrambi.

Alberto Martinez

Alberto Martinez ha sviluppato la sua carriera presso Diario AS per 19 anni. Ha seguito tre Giochi Olimpici (Londra, Rio e Tokyo) ed è stato inviato speciale per cinque di essi