Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

David Fanelli: “Pfizer non ha fretta di vendere la sua partecipazione in Halion” |  Scienza e Salute |  Caratteristiche aggiuntive

David Fanelli: “Pfizer non ha fretta di vendere la sua partecipazione in Halion” | Scienza e Salute | Caratteristiche aggiuntive

Nel luglio dello scorso anno, GlaxoSmithKline ha deciso di creare una società indipendente focalizzata sulla cura di sé (Assistenza sanitaria per i consumatori), ovvero la vendita di medicinali senza prescrizione medica. Si tratta di una mossa strategica testata prima con Novartis, ma finalmente realizzata con Pfizer, che possiede il 32% delle azioni. Così è nata Halion, “la startup che ha iniziato in grande”, come la definisce il suo direttore generale in Spagna. Davide Fanelli (Termoli, Italia), con 22.000 dipendenti (500 in Spagna) e un fatturato di 10.000 milioni di sterline (circa 11.630 milioni di euro) a livello globale. Questa è una tendenza seguita da altri colossi come Johnson & Johnson e Sanofi.

Fanelli, che ha 19 anni di esperienza nel settore e ha lavorato in precedenza presso Novartis, Nestlé e J&J, parla degli investimenti in corso in Spagna, dei prossimi lanci e del processo di ristrutturazione in cui è immersa l’azienda. Il settore del self-care rappresenta circa il 30% del mercato farmaceutico spagnolo e vale quasi 8 miliardi di euro, ovvero circa il 60% della spesa totale, secondo un recente rapporto preparato dagli esperti del settore di LLYC.

D: Perché GSK sta creando un’attività di self-care?

R. Nel 2015 abbiamo stretto una joint venture con Novartis e GSK La salute dei consumatori Per concentrarsi sulla cura di sé [GSK adquirió después las acciones de la suiza]. Questo processo è continuato nel 2019, quando abbiamo deciso di farne un altro con Pfizer. È una decisione prioritaria per l’azienda. Il mondo dei vaccini e dei farmaci da prescrizione è molto diverso dal mondo dei vaccini Assistenza sanitaria per i consumatori. Nel settore farmaceutico l’investimento è a lunghissimo termine, le regole sono molto specifiche e restrittive e i concorrenti sono diversi. L’idea è quella di essere leader nei propri settori e con la rapidità d’azione richiesta senza perdere il DNA dell’industria farmaceutica: sviluppare prodotti basati sulla scienza. Vogliamo comprendere meglio il consumatore, vederlo come una persona piuttosto che come un paziente e sviluppare soluzioni per prevenire le malattie, non solo curarle.

Domanda: Ma la Pfizer ha annunciato di voler vendere la sua partecipazione.

R. Non so quali siano i piani di Pfizer, ma sì, lo hanno annunciato. GlaxoSmithKline [con el 68% de las acciones] Pfizer ha dichiarato che l’intenzione è quella di concentrarsi sui prodotti farmaceutici, motivo per cui è stata creata Halion. Quindi è pienamente coerente con la strategia a lungo termine annunciata. [Pfizer] Non hai fretta di vendere, lo farai quando il prezzo sarà in linea con le tue esigenze.

READ  La leggenda dello stadio sconosciuto

D: Qual è il tuo saldo dopo un anno?

R. L’anno scorso è stato bello. Nel primo semestre siamo cresciuti del 10,6% a livello globale, ovvero 5.738 milioni di sterline [6.675 millones de euros]. Nel contesto dell’inflazione, abbiamo avuto una crescita del 7,5% nei prezzi e quasi del 3% in volume, che sono consumi e penetrazione, cosa non comune in questo momento. La nostra ambizione a lungo termine è raggiungere una crescita delle vendite del 4%-6% e ottenere un profitto leggermente superiore sulle vendite.

D: Quali sono le aspettative di crescita per la fine dell’anno?

R. Abbiamo alzato la previsione: dal 4,6% al 7,8%, grazie al fatto che la prima parte dell’anno è stata molto positiva.

D: Quali prodotti generano entrate?

R. Siamo leader globali in quattro aree: nell’igiene orale, siamo il numero uno nei prodotti terapeutici e il numero due in assoluto dopo Colgate. I più forti nel mondo e in Spagna sono Sensodyne, Paodontax, Corega, Polident e ora Aquafresh. La maggior parte della popolazione spagnola soffre di problemi di sensibilità dentale, ma solo il 10% utilizza un prodotto specifico a questo scopo. Nell’ambito delle vitamine e dei multivitaminici, quest’anno abbiamo lanciato un multiconcentrato per gli over 50 che contiene vitamina B12 e in forma potabile. Nel sollievo dal dolore (Voltadol) e respiratorio (Renomir e Renofen).

La cura di sé è la chiave per risolvere un problema reale in Europa e Spagna: l’invecchiamento della popolazione.

D: Queste categorie stanno crescendo allo stesso modo?

In Spagna l’igiene orale è in forte crescita, anche se non su larga scala, sempre più persone cercano prodotti premium per le gengive. L’aumento varia a seconda della marca: doppia cifra in Sensodyne, circa il 70% in Parodontax e il 7% negli stabilizzatori, in un contesto di inflazione. I consumatori ci scelgono perché il vantaggio corrisponde al prezzo che pagano; Le vitamine aumentano del 20%. Abbiamo aumentato i prezzi a causa del notevole aumento delle materie prime, a volte fino al 300%. Ma non posso fornire dati su questo aumento.

D: Quali sono i canali di vendita più importanti?

R. Abbiamo una diversificazione di prodotti e di presenza, ma ci sono categorie che possono essere vendute solo in farmacia. Copriamo più di 10.000 in Spagna. È il canale con il maggior peso. Siamo anche ad alti consumi [supermercados] Nell’igiene orale, online (Amazon, rivenditori online, farmacie online), che è cresciuta molto durante la pandemia, con categorie che possono essere vendute in questo modo.

READ  Il thriller d'azione n. 1 sulla piattaforma che ha messo d'accordo critica e pubblico

D: Che ruolo svolgono le farmacie nella cura di sé?

R. Abbiamo un problema reale in Europa, e in Spagna in particolare: l’invecchiamento della popolazione. Quasi il 40% degli anziani soffre di malattie croniche e, in Spagna, il 37% di loro ha due malattie. La pressione esercitata dal sistema pubblico è enorme. C’è carenza di cure primarie e aumento delle malattie croniche; In futuro ci sarà più pressione. Quindi, se non sviluppiamo la cura di noi stessi, il sistema non sarà in grado di sostenersi. Le organizzazioni, l’industria e le farmacie devono lavorare insieme per risolvere un problema reale, e la cura di sé e i farmacisti possono essere la soluzione. C’è bisogno di informazione ed educazione, nonché di formazione sanitaria specifica sull’autocura per gli operatori sanitari.

Davide Fanelli, ad un certo punto durante l’intervista presso la sede dell’azienda a Tres Cantos.Juan Lazzaro

D: Stai pensando ai lanci?

R. Quest’anno abbiamo lanciato Parodontax per un’efficace prevenzione e riparazione delle gengive e Voltadol sotto forma di cerotti antidolorifici. Nel 2024 introdurremo altre vitamine per gli anziani e Sensodyne Brightener, che protegge anche dalle allergie. Prendersi cura della propria salute oggi in Spagna significa risolvere problemi. La prevenzione rappresenta una parte molto piccola dello sforzo di investimento sia degli individui che delle istituzioni. Parliamo solo del 3% dedicato alla prevenzione e del 97% alla cura del problema, a volte troppo tardi.

D: Investimenti in Spagna, su cosa vi concentrate?

R. La Spagna è un mercato importante in Europa, il quinto, e vediamo un’opportunità di sviluppo. Abbiamo una presenza commerciale rilevante: nella sede di Tres Cantos lavorano 200 persone, tra cui una rete di vendita su tutto il territorio nazionale che visita dentisti, igienisti e farmacisti. Investiamo 18 milioni di euro per raddoppiare in tre anni la produzione della nostra fabbrica di Alcalá de Henares con 300 dipendenti: da 50 milioni di unità a 100 unità; Contribuiamo a Fatto in Spagna. Siamo specializzati in prodotti respiratori, influenzali, per raffreddore e allergie che non vengono venduti in Spagna. Quasi il 95% di ciò che produciamo è destinato all’esportazione (Regno Unito, Europa centrale e orientale e stiamo iniziando a procurarci il prodotto negli Stati Uniti). L’importo dovrebbe raggiungere i 23,5 milioni se includiamo la parte di sostenibilità (installazione di fonti energetiche rinnovabili) e di ricerca e sviluppo. È il primo stabilimento del gruppo ad avere un’impronta di carbonio pari a zero entro il 2025 e l’ambizione è che tutti gli stabilimenti siano a zero emissioni entro il 2030.

READ  Al via le terze dosi del vaccino contro il Corona virus: tra oggi e domani l'arrivo del bando | Chi farà domanda per primo e come seguire il programma

D: Il tratto respiratorio crescerà molto?

R. Post Covid, i mercati impazziscono. È molto imprevedibile. Se c’è l’ondata di Covid, tutto cambia subito. Il mercato dell’influenza è diminuito del 60% nel 2020 e nel 2021 a causa dell’uso delle mascherine. Poi è aumentato del 60%. Normalmente sarebbe inverno, ma l’anno scorso la loro attività maggiore si è verificata in estate. Quando avverrà la normalizzazione? Non lo so. È vero che le persone si prendono più cura di sé, ora sono più consapevoli di prendersi cura della propria salute, non solo per gestire la malattia ma per prevenirla. Si parla tanto di lusso.

Il piano di riadeguamento non riguarda solo le persone, ma l’efficienza, i processi e i sistemi. L’effetto sarà residuo in Spagna

D: Il noto aggiustamento globale della forza lavoro influenzerà la Spagna?

R. Il piano che abbiamo, che non riguarda solo l’impatto sulle persone, ma anche l’efficienza, i processi e i sistemi, ammonta a 300 milioni di sterline. [349 millones de euros] Tra tre anni. È così che organizziamo al meglio il lavoro. Quindi in Spagna l’impatto sulle persone potrebbe esserci, ma sarà residuo. Ci sono posizioni che si creano e altre che vengono distrutte. I media digitali, ad esempio, prima non esistevano. Ma investiamo per attrarre talenti. Abbiamo la sfida di creare un marchio. Questa azienda fornisce sei mesi di congedo parentale retribuito al 100% e un anno di congedo retribuito al 100% per prendersi cura dei familiari malati.

D: Avete annunciato anche liquidazioni?

R. Se troviamo un acquirente che dia il valore corretto per Nicotinell [chicles para dejar de fumar]Lo vendiamo; In caso contrario, continuiamo a sviluppare il marchio. Potremo effettuare acquisti qualora vi siano esigenze specifiche. Abbiamo un debito pari a quattro volte l’EBITDA (nel 2024 si prevede che sarà tre volte) e potrebbe essere un attacco ai nostri conti fare una grande acquisizione.

Segui tutte le informazioni Cinque giorni In Facebook, Twitter E LinkedIno dentro La nostra newsletter Programma dei cinque giorni