Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Covit-19: l’Italia apre il dibattito sul “passo gratis” sulla vaccinazione

Governatori di 20 regioni d’Italia In questo giorno si incontreranno con una posizione comune per presentare al governo nazionale la possibilità di istituire un “pass gratuito” che consentirebbe solo a chi è stato vaccinato di accedere a determinate attività, come viaggiare in treno o partecipare a eventi e concerti.

La conferenza regionale, che riunisce 20 governatori del Paese, cercherà un consenso sulla proposta del governo Mario Draghi a livello nazionale.

Sebbene vari membri dell’esecutivo nazionale abbiano sollevato l’idea di creare una “versione italiana” del “Green Pass”, i governatori regionali devono ancora unirsi su un piano per vietare alla Francia di accedere a ristoranti e bar da domani.

“Se anche solo chiudiamo di nuovo un’attività, non voglio esserne responsabile. Green Pass è persino meglio di un ordine di coprifuoco!” Lo ha detto via Twitter Giovanni Totti, uno dei governatori che l’ha proposto. Della Liguria.

Dal medesimo punto di vista politico, il Friuli è stato governatore del Venezuela Giulia e capo della conferenza regionale, Massimiliano Petrica, e ha sostenuto solo il “pass verde” per gli eventi di massa e il trasporto interno a lunga percorrenza.

Tuttavia, il senatore Matteo Salvini, leader nazionale della Lega, ha considerato uno dei più strenui oppositori del piano del “passo verde” una proposta “stupida”.

È stimato che A poco a poco sarà deciso dal governo nazionale il programma Green Pass, che consentirà agli utenti monodose di accedere a bar e ristoranti.

Secondo i comunicati stampa italiani, il governo vuole che il “pass verde” entri in vigore lunedì prossimo, 26, e l’idea originale è quella di dare a tutti, tranne le ultime notizie che parlano di una dose, coloro che sono risultati negativi al coronavirus. nelle ultime 72 ore o completato il ciclo di immunizzazione.

Al momento, uno sforzo simile è già in atto in tutta Europa e consente di vaccinare le persone, consentendo a coloro che hanno un test negativo o che si stanno già riprendendo di viaggiare all’interno dell’area Schengen con libera circolazione continentale senza bisogno di isolamento.

Questa volta Secondo i dati ufficiali, l’Italia ha già immunizzato oltre il 50% della popolazione di età superiore ai 12 anni.Sulla base di quello che si stima essere un miglioramento della variabilità delta, il tasso positivo giornaliero è triplicato negli ultimi giorni.

READ  Il 14% della popolazione italiana è già contagiata