Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Come è stato girato l’incredibile video del sole rilasciato dalla NASA

Video della NASA che mostra 133 giorni solari in un’ora

centro Volo spaziale Goddard affiliato Contenitore Pubblica un video intervallo Da 59 minuti di attività sole per un periodo di 133 giorni. L’agenzia spaziale statunitense ha dichiarato che questa immagine consente “Infinite nuove scoperte Sul lavoro della nostra stella più vicina.

È un insieme di foto scattate a un intervallo di 108 secondi. In totale, il film si è intensificato 133 giorni, Cioè, circa 4 mesi, dalle osservazioni solari in 59 minuti. Aggiungendo la musica, la NASA ha creato una registrazione climatica animata, un mix in corso dall’album Geometric Shapes di Lars Leonard.

Immagini create da Osservatorio della Dinamica Solare (SDO).per il suo acronimo inglese), un veicolo spaziale lanciato nel 2010 come parte del programma Vivere con una stella (LWS) dalla NASA. L’osservatorio si trova in orbita geostazionaria a 22.000 chilometri sopra la Terra e il sole ruota ogni 27 giorni, creando una visione in continua evoluzione della superficie della stella. La sua missione principale è durata cinque anni, ma la NASA ha affermato che SDO dovrebbe rimanere operativo fino al 2030.

Il sole è un argomento di grande interesse scientifico ed è anche visivamente impressionante per l’occhio inesperto.

Il video mostra la superficie caotica del Sole, mentre si espande Bigodini al plasma Si inarcano sopra la stella lungo le linee del campo magnetico. A volte il plasma viene ricollegato alla stella, altre volte viene espulso nello spazio.

La NASA ha spiegato che mentre SDO ha tenuto il suo occhio irrequieto puntato verso il sole, ci sono stati alcuni momenti in cui è mancato ed è diventato nero. Alcuni dei fotogrammi scuri nel video sono causati da un’eclissi della Terra o della Luna di SDO mentre passa tra il veicolo spaziale e il Sole. Altri blackout sono causati da guasti hardware o errori di dati. SDO trasmette ogni giorno 1,4 terabyte di dati alla sua base sulla Terra, circa 70.000 foto. I fotogrammi in cui il sole è più lontano dal centro sono stati creati quando l’osservatorio stava calibrando i suoi strumenti.

Dettaglio del sole come mostrato nel video.  Sebbene il sole sia una fonte costante e primaria di energia, solleva anche alcune preoccupazioni.
Dettaglio del sole come mostrato nel video. Sebbene il sole sia una fonte costante e primaria di energia, solleva anche alcune preoccupazioni.

Questo video racconta l’attività solare di Dal 12 agosto al 22 dicembre 2022, come catturato dall’SDO della NASA. Dalla sua orbita nello spazio attorno alla Terra, l’osservatorio ha continuamente ripreso con precisione il Sole 4Kx4K Quasi 13 anni fa. “Queste informazioni hanno consentito innumerevoli nuove scoperte sul funzionamento della nostra stella più vicina e su come influisce sul sistema solare”, ha affermato l’agenzia spaziale.

SDO ha visto esplodere massicci bagliori, ha trovato un nuovo tipo di onda, ha individuato pianeti mentre attraversavano il sole e ha visto la stella fare a pezzi una cometa che si è avvicinata troppo.
SDO ha visto esplodere massicci bagliori, ha trovato un nuovo tipo di onda, ha individuato pianeti mentre attraversavano il sole e ha visto la stella fare a pezzi una cometa che si è avvicinata troppo.

L’ente ufficiale statunitense ha anche affermato che con una trinità di strumenti, SDO scatta una foto del sole ogni 0,75 secondi. “Dio Associazione Fotografia Aerea (AIA) Scatta solo foto ogni 12 secondi in 10 diverse lunghezze d’onda della luce. Questo time-lapse di 133 giorni mostra immagini scattate a una lunghezza d’onda di 17,1 nanometri, un’intensa lunghezza d’onda ultravioletta che mostra lo strato più esterno dell’atmosfera solare: la corona.

READ  Il Kena Bridge of Spirits è visivamente impressionante, ma può essere di più grazie a queste mod

Il video mostra regioni attive luminose che attraversano la faccia del Sole mentre ruota. Il sole ruota circa una volta ogni 27 giorni. Gli anelli che si estendono sulle regioni luminose sono campi magnetici che intrappolano il plasma caldo e incandescente. Queste aree luminose sono anche una fonte brillamenti solari che appaiono come lampi luminosi quando i campi magnetici si uniscono in un processo chiamato riconnessione magnetica”, ha detto nella descrizione del video.

Durante l’osservazione, SDO misura l’interno del sole, il campo magnetico e il plasma caldo nella corona solare. Misura anche la radiazione che crea la ionosfera della Terra e di altri pianeti.

Le immagini sono state create dal Solar Dynamics Observatory (SDO), un veicolo spaziale lanciato nel 2010 come parte del programma Living With a Star (LWS) della NASA.
Le immagini sono state create dal Solar Dynamics Observatory (SDO), un veicolo spaziale lanciato nel 2010 come parte del programma Living With a Star (LWS) della NASA.

Il programma LWS della NASA mira a comprendere meglio il sole, in parte in modo da poter comprendere e prevedere un potente clima spaziale che può distruggere i pianeti. Satelliti, reti elettriche e altre infrastrutture sulla terra. SDO svolge un ruolo fondamentale negli sforzi Proteggere la vita così come la conosciamo. Sebbene il sole sia una fonte costante e primaria di energia, solleva anche alcune preoccupazioni.

La maggior parte dell’astronomia si occupa di stelle lontane in altri sistemi solari lungo la Via Lattea. Ma il nostro pianeta è così vicino – in termini astronomici – a una potente stella che ha fuso l’idrogeno in elio molto prima che la vita apparisse sulla Terra, e gli scienziati dicono che sarebbe sopravvissuta a tutta la vita sul nostro pianeta.

Nel 2020, la NASA ha realizzato un video per celebrare il decimo anniversario dell’osservatorio evidenziando 10 importanti osservazioni e scoperte. SDO si è divertito molto enormi baglioriTrovò un nuovo tipo di onda, osservò i pianeti mentre attraversavano il sole e osservò la stella squarciare una cometa che si avvicinava troppo.

Dettagli dell'immagine del sole mostrata nel video.  Una superficie caotica dove grandi rughe di plasma si inarcano sopra la stella lungo le linee del campo magnetico
Dettagli dell’immagine del sole mostrata nel video. Una superficie caotica dove grandi rughe di plasma si inarcano sopra la stella lungo le linee del campo magnetico

Non solo SDO studia il Sole, il SOHO (Solar and Heliospheric Observatory) dell’Agenzia spaziale europea studia il Sole sin dal suo lancio nel 1995. Nel 2018, la NASA ha lanciato la Parker Solar Probe, che è diventata l’oggetto di fabbricazione umana più vicino a il Sole. Nel 2020, l’Agenzia spaziale europea ha lanciato la sua sonda solare, che acquisirà l’immagine più vicina mai vista del Sole, studiando le regioni polari della stella.

READ  Androide | Come salvare le immagini negli appunti della tastiera del mio cellulare | Telefoni cellulari | Applicazioni | Smartphone intelligenti | tecnologia | vagare | trucco | Applicazioni | Applicazioni | Consiglio G | tastiera mobile | google | nda | nnni | dati

Il sole è un argomento di grande interesse scientifico ed è anche visivamente impressionante per l’occhio inesperto. Man mano che la nascente economia spaziale della nostra civiltà cresce, avremo sempre più satelliti. Gli osservatori solari come SDO consentono di prevedere e, in ultima analisi, prepararsi per la meteorologia spaziale.

Continuare a leggere