Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Chi è il soldato argentino morto combattendo per Israele a Gaza?

Chi è il soldato argentino morto combattendo per Israele a Gaza?

Ha aggiunto: “Era molto ottimista e socievole. Aveva molti amici e tutti lo amavano. Era molto rispettoso verso i suoi genitori e la sua famiglia”, dice in una lettera che ha inviato a. Clarion Tramite terzi Adriana Edith Zack, chi Giovedì si è recato in Israele con sua figlia Esther, per salutare il suo amato figlio, Ilan Cohen.

Ilan, appena 20 anni, è l’argentino ucciso nelle scorse ore durante gli scontri nella Striscia di Gaza, dove le Forze di Difesa israeliane stanno conducendo una dura guerra contro il gruppo fondamentalista Hamas.

L’ultima foto registrata di madre e figlio è a dir poco straziante. A diffonderlo è stato un utente del social network Oggi torna in Israele per salutare suo figlio.

Secondo le informazioni diffuse nelle scorse ore. Ilan sarà sepolto nel cimitero militare sulla collina Herzl.

Il giovane argentino Ilan Cohen è morto mercoledì 15 maggio mentre combatteva al fianco di Israele nella Striscia di Gaza.

La notizia della morte di Cohen è arrivata sui social media mercoledì sera quando Rabbino capo di Amiya, Eliyahu HamraHa twittato: “Abbiamo ricevuto la notizia scioccante della morte di Ilan Cohen, un giovane argentino che faceva parte delle forze di difesa israeliane ed è morto mentre combatteva a Gaza”.

Con il passare delle ore, nella comunità ebraica di Buenos Aires, è stato possibile ricostruire la vita di Ilan e quanto accaduto. I suoi genitori, una famiglia ortodossa, vivono modestamente in un appartamento nel Cabildo y Blanco de Encalada, e l’ambasciatore Eyal Sela e il console israeliano in Argentina hanno fatto una visita inaspettata. Sono stati loro a informarli della notizia e sono stati accompagnati da un’equipe sanitaria pronta a fornire supporto psicologico ed emotivo al gruppo familiare.

READ  Tre detenuti nella regione meridionale dopo una denuncia per "disturbi familiari": sono state sequestrate cinque armi da fuoco

Quando se ne andarono, però, il padre di Ilan, David Oscar Cohen, non era ancora tornato dal lavoro Lo stesso mercoledì salì su un aereo diretto in Israele con suo figlio, Mario Gabriel Cohen.

Per quanto poteva sapere ClarionIlan è uno dei giovani “conformisti” dell’ebraismo argentino che, dopo aver terminato le scuole superiori, si recò in Israele alla Yeshiva Har Bracha, uno dei centri di studio simbolico della Torah e del Talmud, a cui solitamente si indirizzano gli uomini dell’ebraismo ortodosso .

Ilan è tornato in Argentina ma è tornato nel suo amato paese, Israele. È quasi un esempio perché mentre frequentava la scuola religiosa, ha deciso volontariamente di arruolarsi per combattere con Israele, nel contesto della crescente controversia nel suo paese sulla questione Esenzione militare per gli Haredim Nel contesto della morte di molti soldati dopo l’attacco del 7-O.

Molti chiedono l’uguaglianza per sostenere il peso dell’esercito, mentre altri dichiarano che questa è la migliore difesa per Israele “È la Torah”.

Ilan Cohen lasciò l'Argentina per studiare la Torah e si arruolò nell'esercito israeliano per combattere nella guerra contro Hamas a Gaza.  È morto mercoledì 15 maggio, colpito dal fuoco amico, insieme ad altri quattro soldatiIlan Cohen lasciò l’Argentina per studiare la Torah e si arruolò nell’esercito israeliano per combattere nella guerra contro Hamas a Gaza. È morto mercoledì 15 maggio, colpito dal fuoco amico, insieme ad altri quattro soldati

Cosa si sa della morte di Ilan

Informazioni ufficiali delle ultime ore indicano che Ilan fa parte di un gruppo di cinque soldati del 202esimo battaglione paracadutisti uccisi mercoledì in un incidente di fuoco amico, cioè con le stesse forze israeliane, nella Striscia di Gaza.

La guerra di Netanyahu a Gaza è diventata impopolare nella comunità internazionale perché sono già stati 35.000 i palestinesi uccisi dal fuoco israeliano nella Striscia, e la popolazione ha subito un completo collasso umanitario.

Più di 700 soldati israeliani sono stati uccisi durante i sette mesi di guerra a Gaza. Ilan è stato l’unico argentino a morire. Insieme a lui c’erano: il sergente Bezalel David Shashoah, 22 anni, nato a Tel Aviv; Gilad Aryeh Boim, 22 anni, di Karnei Shomron; Daniel Shimo, 20 anni, di Tiberiade, e il capitano Roy Beit Yaakov, 22 anni, di Eshuv Eli.

Da destra a sinistra, gli altri cinque soldati uccisi dal fuoco amico: il capitano Roy Beit Yaakov, il sergente Daniel Chemo, Gilad Aryeh Boim e Bezalel David Shashoah.  Foto: Unità di propaganda dell'IDF/HaaretzDa destra a sinistra, gli altri cinque soldati uccisi dal fuoco amico: il capitano Roy Beit Yaakov, il sergente Daniel Shemo, Gilad Aryeh Boim, Bezalel David Shashoah. Foto: Unità di propaganda dell’IDF/Haaretz

Secondo quanto riferito, l’IDF ha affermato che da quando la 98a Divisione è entrata nell’area di Jabalia sabato scorso, ha assistito a “vari e violenti scontri nell’area contro i terroristi”, tra cui “pesanti lanci di proiettili RPG contro le forze, principalmente da parte di gruppi che sparavano a distanza. ” lontano”.

Per ironia della sorte, le forze israeliane stanno ora combattendo di nuovo nel nord della Striscia di Gaza, dove hanno iniziato poche ore dopo l’attacco di Hamas del 7 ottobre. Queste forze hanno fatto irruzione nell’area e l’hanno dichiarata “libera da terroristi”.