Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Chaperon ha fissato un budget di 13 miliardi di pesos per l’anno fiscale 2023.

In questa linea, il ministro ha affermato che “Abbiamo 1.827 agenti di polizia e ne servono circa 2.370, a causa delle dimensioni della popolazione. La polizia è stata in grado di espandere i compiti che svolge e abbiamo un’enorme carenza di personale”.

Tuttavia, ha osservato che “Il bilancio 2023 non prevede l’esistenza di posti vacanti perché soffre di deficit e non è possibile programmare nuovi posti vacanti a norma di legge, e l’autorità legislativa ha l’autorità per farlo, e ieri tutti erano a suo favore. Quest’anno i primi riformatori se ne andranno, ma avremo bisogno di circa 100 posti vacanti. Il sovraffollamento nelle carceri richiede anche che le persone si prendano cura dei detenuti, ottengano il loro reinserimento nella società, come trasportarli e così via”.

Abbiamo bisogno di persone nei trasporti, nella registrazione civile e altri. Ogni dipendente non dovrebbe avere più di 40 insegnanti e ora abbiamo più di 68 anni. Molte volte facciamo concorsi e i professionisti non li accettano perché hanno altre proposte. Gli orari degli stati non sono tempi speciali. C’è carenza di assistenti sociali disposti a lavorare nel Paese”.

Chaperon ha affermato che hanno “100 milioni di pesos in lavorazione. Cercheremo di clonare le stazioni di polizia nelle tre città. Uno si trova a Ushuaia e termina i lavori della stazione di polizia di genere di Rio Grande; Facciamo anche un lavoro a Puerto Almenza. Poi ci occupiamo di ristrutturazioni. Le forze di sicurezza si trovano in una situazione difficile, poiché stanno cercando con i propri soldi di rimettere le cose dove operano”.

Da un lato, abbiamo visitato la prigione del Rio Grande per vedere come continuiamo a crescere. Oggi siamo con 145 ospiti. Sappiamo tutto quello che abbiamo avuto nell’ultimo mese, nei casi che coinvolgono un gran numero di detenuti. Abbiamo delineato un piano a breve, medio e lungo termine.

READ  Lo specialista avverte che l'automedicazione è un errore grave e comune nella cura della pelle

Ha anche detto che l’hanno fatto.Un progetto che il ministro Castillo ha presentato alla nazione per fare un’offerta con questo sistema carcerario modulare. Ma quello che è successo ha impedito alla nazione di continuare questo processo e completeranno solo ciò che sta succedendo. Siamo stati con questo progetto per un anno, che è stato di 2,5 miliardi”.

In risposta a una domanda sul progetto per creare un’unità carceraria, Chaperon ha spiegato che “non possiamo portarlo fuori dalla città. Primo, perché abbiamo carceri che vanno a lavorare tutti i giorni, e anche dirigenti e insegnanti di laboratori. Quello che dobbiamo fare è capire che i detenuti hanno commesso crimini in città e sono della città e dobbiamo preoccuparci che il sistema sia sicuro. Il posto che stavamo per mettere era uno spazio che è stato davvero colpito e dal quartiere di Mirador de Los Andes si poteva vedere solo il tetto”.

D’altra parte, ha sottolineato che “L’unico diritto che queste persone hanno confiscato è la libertà. Dobbiamo assicurarci che se ne vadano in condizioni di reinserimento e non commettano più crimini. Abbiamo le contee più sicure del paese. C’è un posto sopra il quartier generale della polizia a Lasserre e Gobernador Deloqui e non c’era alcuna situazione. Il personale penitenziario fa tutto il suo lavoro”.

E sulla situazione dei vigili del fuoco, il ministro ha detto: “Il primo chiarimento che ho dato in commissione è che sono consapevole dell’enorme lavoro che stanno facendo. Non ho problemi con i vigili del fuoco, ho problemi con alcune persone. chi li dirigeva.. Con chi non si comportava bene dovevamo andare in tribunale”.

READ  Nel mieloma multiplo, l'incidenza ambientale è maggiore dell'incidenza genetica

Abbiamo riscontrato un’assoluta mancanza di controllo per quanto riguarda il trasferimento di fondi, la questione del denaro pubblico è stata lasciata incontrollata. Abbiamo messo insieme una guida e siamo stati in grado di organizzare il trasferimento di denaro. Controlliamo mese per mese e spediscono ogni mese. Abbiamo discusso e inviato ai meccanismi di vigilanza, hanno debiti per 68 milioni di pesos e oggi ne abbiamo pagati circa 32 milioni”.

Infine, il ministro ha spiegato che “fino a luglio, l’ultimo che abbiamo pagato, hanno ricevuto 111 milioni di pesos. Complessivamente, con il debito e l’intero importo mensile, hanno ricevuto 145 milioni di pesos fino a luglio”.

Vorremmo impegnarci per l’1,5% del budget. Siamo andati alla legislatura e abbiamo spiegato il perché. Siamo tutti d’accordo sul fatto che dovrebbero fornire un budget, perché se non stiamo parlando di soldi non lo sappiamo“, collina.