Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Carnefice d’Italia e sempre contendente

La Svizzera è storicamente una squadra molto competitiva Non va lontano nelle fasi finali dei grandi tornei, ma può sorprendere chiunque. Lo ha già dimostrato per la Spagna all’esordio ai Mondiali in Sudafrica, vinto dalla Spagna (0-1). O più recentemente, battendo l’Italia in questa qualificazione ai Mondiali o battendo la Spagna a La Romareda nell’ultimo incontro della Società delle Nazioni (1-2).

Nonostante questa competitività, la squadra svizzera, che ha raggiunto i quarti di finale della Coppa del Mondo nel 1934, 1938 e 1954, ha visto come Gli ottavi di finale sono stati un ostacolo per loro negli ultimi tempi. Perché la Svizzera non si è qualificata per nessuna Coppa del Mondo tra il 1970 e il 1990, non si è qualificata per gli eventi del 1998 e del 2002 e ha avuto un ottavo di finale nel 1994, 2006, 2014 e 2018. Ha soggiornato anche in Sud Africa nel 2010. Fase a gironi nonostante l’inizio con una vittoria sulla Spagna.

La Svizzera entra in questa edizione rafforzata dalla vittoria sull’Italia nel percorso di qualificazione, anche se ha pareggiato un girone simile al Brasile e alla sua squadra di casa, la Serbia, tra i favoriti per il titolo. squadra camerunese.

Stella: Xherdan Shaqiri (Chicago Fire)

Shaqiri è un’istituzione nella rosa svizzera, con la quale giocherà il suo quarto Mondiale in Qatar dopo aver partecipato nel 2010, 2014 e 2018. L’attaccante dei Chicago Fire ha già collezionato centinaia di presenze con la squadra svizzera, avendo collezionato un totale di 108 presenze in nazionale e segnato 26 gol.

Nonostante i suoi 31 anni e la sua partenza per la MLS lo scorso febbraio, Shaqiri non ha dimenticato di segnare gol. L’attaccante svizzero, che solitamente gioca a destra ma può giocare anche da esterno sinistro o centrocampista, ha collezionato finora 29 presenze con i Fire, segnando 7 gol e fornendo 6 assist.

READ  Grande battaglia in Italia per salvare l'ulivo millenario "Patriot"

L’esterno mancino, che ha anche la nazionalità kosovara, ha giocato in tutti i campionati più potenti d’Europa tranne quello spagnolo. Perché da Basilea è passato al Bayern Monaco nel 2012. Ha attraversato l’Inter prima di entrare in Premier League nel 2015, ha giocato per Stoke City e Liverpool e ha trascorso sei mesi al Lione.

Il tuo calendario: Svizzera-Camerun (24 novembre, ore 11:00); Brasile-Svizzera (28 novembre, 17:00); Serbia-Svizzera (2 dicembre, 20:00).

Miglior risultato storico: Quarti di finale (1934, 1938 e 1954)