Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Call” di Ospedali e Cliniche dell’Alto Valley

Trattamenti al 100%. Sono intrappolati nelle guardie e persino nei corridoi. Cliniche respiratorie che hanno dovuto aumentare la loro capacità di risposta cinque volte. E le foto sono molto diverse da quelle di cui si sono occupati l’anno scorso perché Le persone serie ora sono i giovani, di età compresa tra i 30 ei 50 anni. Con questi dati sul fatto che vivono tutti i giorni, i gestori dei maggiori ospedali e centri privati ​​dell’Alto Valley oggi sono usciti per “supplicare” i residenti. Lasciano le loro case solo per svolgere compiti essenziali.

Si sono tenute tre conferenze stampa Rocca, Siboliti e Cinco Saltos, Per descrivere il presente del sistema sanitario di fronte alla seconda ondata di infezioni da COVID-19.

I numeri e le parole erano schietti La necessità di misure preventive severe, Per prevenire l’aggravarsi della crisi e il collasso generale della rete sanitaria.

Dobbiamo affrontare insieme l’epidemia. Non è una cosa a un settore. Forse l’estate e l’innesto hanno creato un falso senso di sicurezza che non esiste. E non si tratta di respirare più o meno. La manager di Lopez Lima de Rocca, Anna Senesi, ha detto che il limite è nelle risorse umane.

Accanto a lui sedevano Santiago Bonviglio, Agustin e Carlos Bouquet, referenti della Clinica Rocca e della Clinica Juan XXIII, che hanno accolto la richiesta affinché venissero rispettate le misure preventive ed i protocolli di sicurezza in atto per ciascuna attività.

“Il quadro è cambiato. La gestione dello spazio diventa complicata. Le pressioni che dobbiamo affrontare si stanno sviluppando in modo sempre più aggressivo. Con persone di 30, 40 o 50 anni in cura “, spiega Augustin Bouckatt.

READ  La Spagna ha bisogno di un'agenzia spaziale? Il piano del governo di cui "nessuno sa niente"

Bonfiglio ha osservato che oltre alla completa occupazione delle cure, si deve tener conto che nelle stanze generali dell’ospedale sono presenti pazienti affetti da Programmi moderati, che possono svilupparsi in qualsiasi momento Richiede assistenza respiratoria difficile da ottenere in questo scenario.

“Chiediamo alle persone di capire, di uscire solo per ciò che è assolutamente necessario”, Ha insistito Senesi.

Il direttore del Roca Hospital ha predetto alla conferenza Apertura immediata dell’Unità di Terapia Intensiva presso l’Allen Hospital, Ciò aggiungerebbe 7 letti di terapia intensiva. Ha inoltre indicato che è in corso di valutazione una richiesta di aiuto per la nazione, con l’arrivo di professionisti simili a quello attuato nel 2020.

Comportamento della popolazione

Pochi minuti dopo il convegno di Rocca, ho sentito a Ciboliti un messaggio con lo stesso tono.

“La realtà sanitaria è molto preoccupante in questo momento. La disponibilità di letti è il limite. Siamo preoccupati per il comportamento dei residenti “. Riflette il direttore dell’ospedale Cipolletti, Claudia Muñoz.

Il responsabile del centro pubblico più importante dell’Alto Valley Oeste ha tenuto un incontro con i referenti delle cliniche private cittadine e ha spiegato che “Abbiamo record di casi molto importanti. I letti di terapia intensiva stanno per essere occupati, il 99%”.

“Chiediamo alle persone di interrompere il movimento ed evitare di uscire e fare cose inutili”, ha aggiunto.

Inoltre, lo ha detto Gli operatori sanitari “sono molto stanchiCon lavoratori isolati e che non possono fornire servizi “.

La direttrice dell’ospedale Cipolletti Claudia Muñoz ha incontrato i revisori delle cliniche private della città.

Spostano aree a Cinco Saltos


Alla conferenza tenutasi a Cinque salti Si prevedeva una serie di modifiche all’interno dell’ospedale locale per migliorare la risposta.

Stiamo definendo i dettagli di Trasformare il settore ginecologico e pediatrico, Nel quadro del progresso aziendale. “Tutto ciò che riguarda la clinica respiratoria continuerà in ospedale”, ha detto il direttore, Susanna Marizi.

Riguardo alle foto rilasciate questa settimana, con persone che si riprendono in barella o lettini, ha aggiunto: “L’idea è di costruire una famiglia, in modo che non ci siano pazienti a portata di mano”.


Altre critiche per Wotter


La sospensione, disposta dal Sindacato Unterre Insegnanti, è stata oggetto di dure critiche da parte dei vertici del governo Rio Negro.

Lo ha detto in mattinata il vicegovernatore, Alejandro Palmieri “È molto pericoloso e sensibile.” Quello che ha fatto il sindacato, e ha sottolineato che “le statistiche non indicano che gli infortuni siano nell’ambiente scolastico”.

In tal senso, durante il convegno tenutosi in un secondo momento in ospedale è stato precisato che, A Roca, su 4.100 insegnanti, solo lo 0,7% è stato contagiato dal Coronavirus Nessuna di queste situazioni si è verificata nell’ambito del lavoro.

Da parte sua, il parlamentare Lucas Pica a Cinco Saltos ha sottolineato che “io ero il ministro del Lavoro e il sindacato ha sempre chiesto uguali spazi per la discussione e le decisioni comuni”.

“Non comprendiamo la decisione del sindacato a parte il consulente, “Senza informare le misure, o è una decisione di una conferenza sindacale”, ha aggiunto.