Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Boom dei tatuaggi: gli esperti stanno studiando il potenziale impatto sulla salute a lungo termine

Boom dei tatuaggi: gli esperti stanno studiando il potenziale impatto sulla salute a lungo termine

Un tatuaggio è un segno o disegno permanente realizzato sulla pelle con inchiostro (illustrazione)

Fare un tatuaggio È diventata una pratica molto comune nel mondo. Si stima che il 12% della popolazione nella Federazione Russa e fino al 32% in quella stato unitoabbiamo deciso di seguire la tendenza di lasciare un segno o un disegno permanente sulla pelle utilizzando l’inchiostro per tatuaggi.

La Svezia è uno dei più tatuaggio Dal mondo: Un residente su cinque lo è diventato. Un gruppo di scienziati di quel paese voleva scoprire se ci fossero effetti a lungo termine e ha condotto un esperimento Stare Che ha analizzato le possibili conseguenze di questo tipo di inchiostro sulla pelle.

Hanno determinato cosa bisogna fare I tatuaggi possono essere un fattore di rischio per lo sviluppo del linfoma malignoTipo cancro del sistema linfatico, Fa parte della rete del corpo che combatte i germi. Anche se loro – e lo hanno ammesso – lo consideravano tale Non un risultato conclusivoE Dovrebbero essere condotti ulteriori studi per migliorare la forza delle prove.

La ricerca è stata condotta da Christel Nielsen E Mats Jerkman,dell’Università di Lund, e Anna Saxney Judd, del Dipartimento di Oncologia dell’Ospedale Universitario di Skane, Svezia. Lo hanno pubblicato sulla rivista Medicina Clinica.

Uno studio condotto in Svezia suggerisce che l’esposizione ai tatuaggi può essere un fattore di rischio per lo sviluppo di un tipo di cancro chiamato linfoma. (Getty)

Gli inchiostri utilizzati nei tatuaggi sono una miscela di pigmenti colorati organici e inorganici. Gli inchiostri colorati possono contenere ammine aromatiche primarie, gli inchiostri neri spesso contengono idrocarburi policiclici aromatici e i metalli (come arsenico, cromo, cobalto, piombo e nichel) si trovano negli inchiostri di tutti i colori, riferiscono i ricercatori.

Nello studio, gli autori hanno anche notato che “un ampio e allarmante numero di sostanze chimiche presenti nell’inchiostro dei tatuaggi sono state classificate come cancerogene” da Agenzia internazionale per la ricerca sul cancroche dipende da Organizzazione sanitaria globale. Nel 2020, un gruppo di esperti di quell’agenzia ha sostenuto la stessa cosa Erano necessari studi sugli effetti a lungo termine Di questi materiali in un articolo pubblicato sulla rivista Epidemiologia del cancro.

Negli ultimi 10 anni, le sostanze chimiche pericolose presenti negli inchiostri per tatuaggi sono state oggetto di preoccupazione in Europa. Là è già deciso Limitare l’uso di determinati inchiostri.

READ  Medicina oncologica pediatrica

Nel frattempo ha perso Comprovato Che l’inchiostro che viene iniettato nella pelle non vi rimanga. Il processo del tatuaggio provoca a Risposta immunitaria Ciò fa sì che l’inchiostro del tatuaggio venga trasferito dal sito di iniezione.

“La deposizione del pigmento del tatuaggio nei linfonodi è stata confermata, ma gli effetti sulla salute a lungo termine rimangono inesplorati”, hanno scritto gli scienziati svedesi. Quindi, hanno deciso di valutare tali effetti.

È noto che il processo per farsi un tatuaggio innesca una risposta immunitaria dall’inchiostro che viene iniettato nel corpo umano (Getty)

La cosa è Il corpo umano vede l’inchiostro del tatuaggio come qualcosa di estraneo che dovrebbe essere eliminato. Viene quindi generata una risposta immunitaria che fa sì che gran parte delle particelle di inchiostro del tatuaggio raggiungano i linfonodi. Ma non si sapeva come ciò potesse influire sulla salute.

Consultatelo informazione, Graciela ManzorPresidente e Direttore del Dipartimento di Dermatologia Ospedale Clinico José de San Martin Dalla Facoltà di Medicina Università di Buenos AiresHa osservato: “Quando una persona si fa un tatuaggio, introduce una sostanza estranea nel suo corpo, che può interagire, portando a varie malattie: reazioni infettive, allergiche e persino tumori”.

A causa delle possibili conseguenze, l’esperta ha spiegato che non consiglia ai suoi pazienti di farsi tatuaggi. “Quando mi consultano, spiego loro le diverse complicazioni che potrebbero verificarsi a causa del tatuaggio”, ha detto.

Il nuovo studio che collega i tatuaggi al rischio di linfoma è un campanello d’allarme“, il più eminente esperto di cui fa parte Collegio Ibero-Latino Americano di Dermatologia.

Lo studio in Svezia ha incluso persone con diagnosi di linfoma di età compresa tra 20 e 60 anni tra il 2007 e il 2017. È stato chiesto loro anche dei tatuaggi (iStock)

Ricercatori svedesi hanno condotto un ampio studio per scoprire se i tatuaggi potrebbero aumentare il rischio di linfoma maligno, una rara forma di cancro che colpisce i globuli bianchi. Hanno utilizzato i dati di Registro nazionale dei tumoriche comprende tutte le persone a cui è stato diagnosticato un cancro in Svezia.

Il lavoro, che ha ricevuto finanziamenti dal Consiglio svedese della ricerca per la salute, la vita lavorativa e il welfare, ha incluso persone con diagnosi di linfoma di età compresa tra 20 e 60 anni tra il 2007 e il 2017. Per ogni persona affetta da linfoma, tre persone sono state selezionate casualmente dal primo gruppo. Sono stati identificati lo stesso sesso e la stessa età, ma senza la condizione.

READ  Hanno indagato su una grande festa come fonte di infezione da vaiolo delle scimmie in Spagna

I partecipanti hanno risposto a un questionario su vari fattori legati allo stile di vita. Coloro che si sono tatuati hanno risposto dettagli come le dimensioni, la loro età al momento del primo tatuaggio e i colori utilizzati. Hanno partecipato allo studio 5.591 persone (1398 casi e 4193 controlli).

Quando si analizzano i dati, È stato riscontrato che le persone con tatuaggi avevano un rischio maggiore del 21% di sviluppare linfoma rispetto alle persone senza tatuaggidopo aver preso in considerazione l’abitudine al fumo e il livello di istruzione (entrambi fattori che possono essere associati al farsi un tatuaggio e allo sviluppo di un linfoma).

Il gruppo di scienziati che ha condotto lo studio ritiene che siano ancora necessarie ulteriori ricerche. Ma hanno consigliato a chi ha tatuaggi di prestare attenzione e di consultare tempestivamente un medico (Getty)

La dimensione del tatuaggio non sembra avere importanza. Ciò che contava era il tempo: quanto tempo i partecipanti trascorrevano a tatuarsi. Il rischio sembra essere più elevato per i nuovi tatuaggi (ottenuti entro due anni) e per i tatuaggi più vecchi (ottenuti più di dieci anni fa).

Al momento, i ricercatori ritengono di non poter ancora fornire raccomandazioni specifiche alla popolazione sulla pratica del tatuaggio basandosi esclusivamente sul loro studio.

Sono necessarie ulteriori ricerche Prima che potessi farlo. Ha aggiunto: “Ma ciò che la ricerca ci dice è che per le persone che hanno tatuaggi, è importante essere consapevoli che possono avere implicazioni sulla salute e che dovrebbero cercare assistenza medica se si verificano sintomi che potrebbero essere correlati al tatuaggio. ” Primo autore dell’opera Dr. Nielsen in un articolo in Conversazione.

La squadra svedese è già alla ricerca di ulteriori risposte. Stanno sviluppando studi paralleli su due tipi di cancro della pelle e stanno per avviare nuove ricerche per vedere se esiste un rischio maggiore per condizioni legate al sistema immunitario, come le malattie della tiroide e la sarcoidosi.

In conversazione con informazione, Gabriella Senatoncologo medico e responsabile dell’Unità Funzionale Melanomi e Sarcomi dell’Ospedale Istituto Oncologico “Angelo. H. Rufo” Seguace Università di Buenos AiresÈ considerato: “I pigmenti del tatuaggio possono essere cancerogeni. Bisogna però tenere presente che il risultato del nuovo studio non è ancora conclusivo. “Genera chiaramente ipotesi per ulteriori indagini.”

READ  non riesci a dormire? Prova questa alternativa ai farmaci

Ma il dottor Sinat ha sottolineato un altro significato del tatuaggio: “Farsi un tatuaggio può nascondere l’inizio di una lesione cutanea maligna Dovrebbe essere diagnosticato precocemente, soprattutto il cancro della pelle.

Ariel OstadLo ha detto al sito il dermatologo e professore assistente di dermatologia presso la School of Medicine della New York University. Fondazione per il cancro alla pelle degli Stati Unitiafferma che “non è mai una buona idea farsi un tatuaggio troppo vicino (o su) un neo (nella sua simmetria, bordi, colore, dimensione, forma o struttura) possono essere importanti segnali di allarme. che si possa sviluppare una lesione”. Nel caso del melanoma o di un altro tipo di cancro della pelle, non è inoltre consigliabile mettere un tatuaggio su una cicatrice del cancro della pelle

Secondo gli esperti della Mayo Clinic negli Stati Uniti, i tatuaggi possono anche causare reazioni allergiche

Il processo del tatuaggio rompe la pelle. Ciò significa che in seguito potrebbero verificarsi infezioni della pelle o altri problemi di salute. Alcuni pericoli del tatuaggio, secondo gli esperti di Clinica Mayo degli Stati Uniti il seguente:

  • Reazioni allergiche: può verificarsi un’eruzione cutanea pruriginosa nel sito del tatuaggio. L’inchiostro rosso tende a causare più reazioni allergiche rispetto ad altri colori di inchiostro per tatuaggi.
  • Infezioni della pelle: possono essere causate da inchiostro contaminato o da apparecchiature non adeguatamente sterilizzate. Se il tatuaggio viene eseguito in un centro che non rispetta le corrette misure di sicurezza, anche questo può aumentare il rischio di infezioni della pelle.
Se gli oggetti utilizzati per realizzare il tatuaggio sono contaminati, potrebbe esserci trasmissione del virus dell’epatite B o C (Getty)
  • Altri problemi della pelle: a volte può formarsi un’area infiammatoria attorno all’inchiostro del tatuaggio. Questo è noto come “granuloma”. I tatuaggi possono anche portare alla comparsa di “cheloidi”, ovvero aree in rilievo causate dalla crescita eccessiva di tessuto cicatrizzato.
  • Malattie trasmesse attraverso il sangue. Se l’attrezzatura utilizzata per fare un tatuaggio contiene sangue contaminato, è possibile contrarre malattie come lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina, l’epatite B e l’epatite C. Per ridurre il rischio, è possibile vaccinarsi contro l’epatite B prima di farsi un tatuaggio.