Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Anthony Quinn: Il messicano che ha vinto due Oscar nella stessa categoria

L’attore ha vinto due Oscar (Immagine: FILE)

La 94a edizione degli Academy Awards Nel giro di poche ore dall’accaduto e con esso l’estasi del premio più importante della settima arte del mondo suscitò grande interesse. Ecco perché la storia dei Latinos all’interno del partito nel corso della sua storia ha dato origine alla ricerca di quegli attori, registi, fotografi e altri che li hanno conquistati ottenendo o addirittura vincendo nomination.

Anthony Quinn Era un attore, regista, pittore, scrittore e scultore messicano nazionalizzato che ha ricevuto molti premi, tra cui Due Oscar Il che lo rese il primo rappresentante del sangue azteco non solo a batterli, ma ad eseguire la suddetta rappresentazione nella stessa categoria con una differenza di soli 4 anni: “”Miglior attore non protagonistaNel 1953 Viva Zapata! E nel 1957 Il pazzo dai capelli rossi.

L’attore, nato il 21 aprile 1915 a Chihuahua, è stato battezzato Antonio Rodolfo Quinn Oaxaca, perché suo padre è di origini irlandesi e sua madre è messicana, incontrati durante la Rivoluzione messicana, alla quale entrambi parteciparono. Il mix di culture è stata una delle principali motivazioni per lui a continuare a svolgere ruoli diversi con molte nazionalità.

Il vincitore dell'Oscar Anthony Quinn si presenta agli Academy Awards di Hollywood, California, il 27 marzo 1957. Quinn ha vinto il premio come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in "gioia di vivere." (Foto AP)
Il vincitore dell’Oscar Anthony Quinn si presenta agli Academy Awards di Hollywood, California, il 27 marzo 1957. Quinn ha vinto il premio come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in “Lust for Life”. (Foto AP)

Fin da giovane la sua famiglia andò a vivere negli Stati Uniti, e poiché la situazione economica non era favorevole, Antonio dovette lavorare fin dall’età di 5 anni e ancor di più quando morì il padre. Alcune delle sue occupazioni erano venditore di giornali, lucidatore di scarpe, muratore e persino pugile durante la sua adolescenza. Le professioni di cui non ha mai avuto paura e dopo la sua celebrità le ricorda con gioia ogni volta che un giornalista gli chiede di parlarne.

READ  Collabora con canali privati, il modo possibile per TVE di brillare ancora una volta all'Eurovision

Anthony Quinn ha seguito un corso di disegno e recitazione al Polytechnic High School e di architettura con Frank Lloyd Wright, ma nonostante abbia suonato per un po’ e lo facesse insolitamente secondo la critica del settore, il suo destino era già orientato alla recitazione. Per questo la sua interpretazione del Settimo non tarda ad arrivare con progetti che, seppur non ben ricordati, hanno contribuito a farla diventare realtà.

L'attore era messicano di nascita e in seguito divenne americano (Immagine: FILE)
L’attore era messicano di nascita e in seguito divenne americano (Immagine: FILE)

Ha mosso i primi passi in teatro all’età di 21 anni, per poi apparire per la prima volta nel mondo del cinema come comparsa in film come via Latteadi Leo McCurry e Presidio Aquiledi Louis Friedlander. Nonostante ciò, il suo primo grande momento sul grande schermo è stato con il film via Lattea (1936) e ha un ruolo nel film Parole (1936). In entrambi i casi, la presenza “extra” divenne il fulcro del pubblico americano, quindi presto arrivarono altri ruoli.

Nonostante abbia sposato la figlia del regista Cecil B. DeMille, Catherine, la carriera di Anthony Quinn è stata interrotta da ruoli secondari in cui interpretava nativi americani, mafiosi italiani, gangster, filippini e ispanici, personaggi che non hanno arricchito la sua carriera.

L'attore ha vissuto solo 5 anni in Messico (Immagine: FILE)
L’attore ha vissuto solo 5 anni in Messico (Immagine: FILE)

Insieme a oro nero La fama mondiale sarà mostrata davanti ai loro occhi perché questo film è successo Il suo primo ruolo da protagonista L’anno 1947 è stato molto significativo nella sua vita poiché è stato nazionalizzato anche negli Stati Uniti allo stesso tempo. C’è il corpo di un nativo americano che è diventato un milionario del petrolio. Inoltre, è tornato sul palco con il personaggio di Stanley Kowalski nella commedia Una macchina chiamata Desiderio Cosa che gli è valsa molte lodi da parte della critica.

Morì all'età di 86 anni (foto da file)
Morì all’età di 86 anni (foto da file)

Nel 1952, è salito in cima vincendo il suo primo Oscar come miglior attore non protagonista per il suo ruolo nel film Viva Zapata!, accanto a Marlon Brandogioca a fratello Emiliano Zapata, Eufimio. Fu così che Anthony Quinn Divenne il primo messicano a ricevere una statuetta d’oro dall’accademia.

READ  Eutanasia: sodio pentobarbital, il farmaco letale che porterà alla morte di Alain Delon.

Viva Zapata! Era un film biografico americano del 1952 diretto da Elia Kazan. Racconta la storia della vita del leader rivoluzionario messicano di origine contadina, il suo percorso rivoluzionario fino alla sua morte. Il film è stato al centro della leggenda di Zapata che possiamo conoscere oggi sull’idolo messicano e qui la data è apparsa nella storia degli Oscar dei messicani.

L'attore in piedi con il suo premio (Immagine: FILE)
L’attore in piedi con il suo premio (Immagine: FILE)

Con questo premio nelle sue mani, la carriera di Quinn ha guadagnato una nuova prospettiva di vita che lo ha portato a vincere Il suo secondo Oscar nella stessa categorianel 1956, grazie alla sua interpretazione del pittore Paul Gauguin in gioia di vivereUn film sulla vita dell’artista Vincent Van Gogh Sono comparsi solo otto minuti.

Questo atto ha battuto due grandi record per i Latinos: diventare il primo messicano a vincere lo stesso premio nella stessa categoria e ottenere il riconoscimento dall’Academy per un’opera impeccabile che lo ha reso uno degli spettacoli più brevi nella storia del cinema fino ad oggi . È riuscita a vincere la statua d’oro.

Ecco come appariva nel film (Immagine: File)
Ecco come appariva nel film (Immagine: File)

Purtroppo Deceduto Accompagnato dalla moglie e dai figli in ospedale a Boston nel 2001aHo 86 annia seguito di polmonite acuta contratta dopo aver subito chemioterapia a causa di a cancro esofageo. Alcune delle sue ceneri sono state scaricate a Copper Canyon a Chihuahua e il resto delle sue ceneri è stato scaricato nella sua fattoria a Rhode Island.

Il lavoro professionale di Anthony Quinn è diventato non solo un punto di riferimento per il successo di attori e attrici messicani, ma anche per l’intero sindacato latinoamericano in quanto è un esempio che non solo dagli Stati Uniti può vincere gli Oscar. In questa edizione 2022, le possibilità di un altro messicano nella lista sono enormi.

READ  Replica della Cappella Sistina in CDMX apertura ritardata a causa delle alte temperature

Continuare a leggere:

Oscar 2022: La storia dell’unico candidato della regista Jane Campion
Quali film hanno più figurine agli Oscar?
Tour pop degli anni 2000: Anahi non ha mai detto “No” al tour