La società fotovoltaica offshore olandese-norvegese SolarDuck, il fondo di investimento italiano Arrow Capital e lo sviluppatore italiano New Developments hanno firmato un accordo di joint venture per sviluppare un progetto ibrido eolico-solare offshore in Italia.

L’impianto ibrido eolico-solare offshore sarà situato nel Golfo di Taranto al largo della costa di Corigliano-Rossano in Calabria e sarà composto da 28 turbine eoliche galleggianti con una capacità eolica di 420 MW e piattaforme fotovoltaiche galleggianti per 120 MW. Ha una capacità totale di 540 MW.

La piattaforma sopraelevata utilizzata per l'impianto fotovoltaico di Solarduck “consente di posizionare i pannelli fotovoltaici ad altezze d'onda significative, mantenendo un ambiente di lavoro sicuro per l'accesso e la manutenzione e riducendo al minimo l'impatto ambientale”.

Il progetto fa parte del Green Arrow Infrastructure of the Future Fund (GAIF) ed è attualmente in fase di autorizzazione, con una data di messa in esercizio prevista per il 2028. L’Italia ha attivamente gettato le basi per l’energia rinnovabile marina. Progetti eolici, ma presto si prevedono ulteriori azioni. Nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono stati assunti impegni per semplificare ulteriormente le procedure autorizzative per gli impianti rinnovabili offshore e si prevede che il mandato FER2 includa tra questi sviluppi il fotovoltaico offshore galleggiante.

READ  Campione del mondo spara alla morte in Italia

In Spagna, lo scorso ottobre sono stati assegnati 147 milioni per la sperimentazione e la dimostrazione delle energie rinnovabili offshore in Spagna. I progetti beneficiari includono tre impianti fotovoltaici marini galleggianti.

Questo contenuto è protetto da copyright e non può essere riutilizzato. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@pv-magazine.com.