Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

215 anni dopo la seconda invasione inglese: quando scoppiarono sanguinose battaglie a San Telmo e in centro

215 anni dopo la seconda invasione inglese: quando scoppiarono sanguinose battaglie a San Telmo e in centro

Nella seconda invasione ha combattuto per le strade. Furono erette barricate, scavate trincee e creoli invasori attendevano sui tetti e sui ponti.

Gli inglesi decisero di sbarcare a Ensenada a causa delle sue acque profonde, consentendo alle loro navi di manovrare. Lo fecero il 28 giugno 1807, senza opposizione. Lungo la 122a Strada, si diressero verso l’attuale città di La Plata, dove si accamparono. Continuarono il loro viaggio nella zona di Quilmes e trascorsero la notte nella casa di Santa Coloma, ora Bernal. Sono quindi arrivati ​​​​a Eva Peron Street a Temperley e sono tornati a riposare a Banfield, vicino al campo di calcio. Da lì si diressero verso quello che oggi è Puente de la Noria.

Un’altra colonna Quelmes andò a Saranda e finì per attraversare il fiume attraverso l’attuale ponte di Alsina, conosciuto a quei tempi come Paso de Burgos.

Il governo mise a capo di quell’esercito il tenente generale John Whitelock50 anni, quando dici GrossackE il “Forse il comandante più debole dell’esercito inglese; in ogni caso, il meno licenziato e prestigioso”. il re Giorgio III Non era della stessa opinione: il soldato era entrato nell’esercito nel 1778, e dopo cinque anni aveva il grado di colonnello. Combatté a Santo Domingo guidando 700 uomini e conquistò Port-au-Prince nel 1794. Svolse poi missioni in India, Egitto e Capo di Buona Speranza.

John Whitelock era a capo delle forze inglesi.  Dopo la sconfitta di Buenos Aires, un tribunale militare lo dichiarò colpevole e pose fine alla sua carriera militare.
John Whitelock era a capo delle forze inglesi. Dopo la sconfitta di Buenos Aires, un tribunale militare lo dichiarò colpevole e pose fine alla sua carriera militare.

Il 10 maggio Whitelock arrivò a Montevideo, sotto il controllo britannico, e fu nominato governatore e comandante in capo delle forze britanniche in Sud America.

Senza tener conto dei capi, degli ufficiali e dei marinai, il numero delle truppe che sbarcarono a Ensenada contava 7.822 uomini. Erano uniti dal fatto che questi capi e unità non hanno mai combattuto insieme.

A Buenos Aires tutto era uno spasmo. Il 5 settembre dell’anno precedente Santiago de Liners – Insegnando che la prima invasione lo aveva lasciato – Ha chiesto l’arruolamento di ogni uomo capace di sparare con un fucile. La chiamata è iniziata mercoledì 10 settembre con i catalani; 11 biscafo; Nel dodicesimo dei Galiziani e delle Asturie. E gli andalusi, i castigliani ei nobili il quindicesimo, in ogni caso, alle due e mezza del pomeriggio.

Furono istituite fabbriche di piombo e coltelli e furono costruite fortificazioni con batterie a Retiro, La Residencia, Barracas e Quilmes per contrastare la prospettiva di cedimento. I cannoni catturati dagli inglesi nell’agosto dell’anno precedente arrivarono come se fossero caduti dal cielo e quelli vecchi esistenti furono riparati. Dentro arrivavano barili di polvere da sparo, trasformando ogni oggetto di metallo in un proiettile.

Santiago de Linere ha mostrato di aver imparato la lezione della prima conquista.  Nel 1807 la città era meglio organizzata
Santiago de Linere ha mostrato di aver imparato la lezione della prima conquista. Nel 1807 la città era meglio organizzata

Nel pomeriggio del 24 giugno 1807 fece il check-in per illuminare le forze che avrebbero difeso la città. Partì per Barracas con la maggior parte del suo esercito e il 2 luglio addestrò i suoi uomini alla battaglia sulle rive del fiume Riachuelo. Vide l’avanguardia inglese al comando di un generale di maggio Levinson Gower. Questo, con forze più piccole, evitò lo scontro e attraversò il fiume molto più in alto, con l’acqua che arrivava al loro petto, dove oggi si trova il Puente de la Noria, e si accamparono presso i recinti del Miserere, Plaza Once. Parte dell’esercito in difesa tornò in città e il resto, guidato da Liners, andò nei fienili. Lì fu attaccato dagli inglesi e subì 200 vittime, tra cui morti, feriti e prigionieri.

READ  Il piano segreto di Putin per mettere in ginocchio l'Ucraina è stato scoperto

Il ruolo di Martín de Alzaga è stato fondamentale, incoraggiando i Lineers; Ha nascosto armi, raccolto persone e sistemi di difesa. Ordinò l’erezione di barricate, organizzò i vicini e illuminò la città in modo che potesse lavorare senza fermarsi. I transatlantici sono chiamati a farsi carico degli uomini.

Non si capiva perché i britannici sciolti non fossero stati inseguiti in città. Gower rimase nei fienili. Non era a conoscenza di ciò che stava accadendo in città, poiché tutto era frustrante dopo aver appreso della sconfitta. In ogni caso prevaleva l’idea della resistenza.

Il giorno successivo, i creoli rifiutarono due citazioni, una orale e una scritta, in cui gli inglesi concedevano mezz’ora per arrendersi. Tuttavia, non sono entrati in città. Sì, lo ha fatto per accenderlo con le sue forze. Nel raggio di cinque o sei isolati da Cabildo, eresse una linea di difesa, con trincee e barricate. Anche il quarto giorno non è successo niente. Gli inglesi decisero di assaltare la città nelle prime ore della quinta domenica.

Disegno schematico del piano per l'attacco britannico alla città, 5 luglio 1807 (tratto dalla copia integrale del processo al tenente generale Whitelock)
Disegno schematico del piano per l’attacco britannico alla città, 5 luglio 1807 (tratto dalla copia integrale del processo al tenente generale Whitelock)

I 6.128 uomini furono divisi in 12 colonne, ciascuna in marcia lungo una strada: otto a nord della cattedrale e quattro a sud. Cangalo, Cuyo (Sarmiento), Corrientes, Laval, Tucuman, Viamonte, Cordoba e Paraguay. Le persone del sud sono entrate attraverso Moreno, Belgrano, Venezuela e Messico. Il progetto prevedeva di attraversare la città da ovest a est, raggiungere il fiume e prendere gli edifici più importanti. Non stava sparando ai civili.

La colonna che doveva entrare attraverso il Paraguay mancò ed entrò attraverso l’attuale Marcelo T. de Alvear e all’arrivo al Retiro ricevette colpi precisi da due cannoni installati alle alture del Paraguay e della Florida. Gli inglesi devono aver svoltato attraverso Cordoba, preso un edificio e fatto cento prigionieri. Nel monastero di Santa Catalina di Siena, in Viamonte e San Martín, allestirono un ospedale del sangue per la cura dei feriti.

READ  Come l'espansione del regime iraniano in Bolivia abbia sollevato preoccupazioni sulla sicurezza dell'America Latina

Il quartier generale e le baracche di Retiro e Catalina caddero nelle mani degli inglesi, ma non la Plaza de Toros, nell’attuale piazza San Martin, che è difesa da mille uomini.

Le colonne che entravano da sud non erano buone. Volevano impossessarsi della Chiesa di San Miguel e ucciderne molti con le pistole. Coloro che sono entrati in Cuyo Street hanno dovuto arrendersi.

Dagli spalti e dai soffitti, uomini e donne lanciavano pietre, acqua bollente e tutto ciò che era alla loro portata. Furono usati i ciottoli e Whitelock in seguito ricordò che venivano lanciati contro di loro “pentole di fuoco”..

Il presidente inglese scrisse: “Ogni proprietario, con i suoi negri, difendeva la sua dimora, e ciascuno era una fortezza in sé; e forse non è esagerato dire che tutti gli abitanti maschi di Buenos Aires si preoccupavano di difenderla”.

Una delle tante battaglie fu combattuta il 5 luglio 1807. Da notare il monastero di Santo Domingo sullo sfondo, allora con una torre.
Una delle tante battaglie fu combattuta il 5 luglio 1807. Da notare il monastero di Santo Domingo sullo sfondo, allora con una torre.

Ci fu una feroce battaglia nella regione di Corrientes e Reconquista, con la quale la brigata di Crawford ebbe difficoltà. Presentatore Buck Dennis Prese Via Moreno e un altro gruppo lo fece via Belgrano. La loro attenzione è stata attirata dal silenzio che regnava nelle strade, anche se hanno notato ronzii e movimenti all’interno delle case.

Quando si voltarono verso San Francisco, e un’altra colonna stava passando attraverso Moreno verso il Perù, ricevettero una terribile raffica di cannoni che li rimandò indietro. Erano gli aristocratici che depredavano dall’alto dei tetti e dei balconi. Gli inglesi si rifugiarono nella casa di Rafaela de Vera y Mujica, madre della futura moglie di Bernardino Rivadavia, a Belgrano e Perù, dove resistettero per tre ore. I registri evidenziano il sangue che scorreva lungo le pareti del fronte, dai britannici morti sul tetto di quella casa.

Un altro gruppo inglese, in difesa e in Venezuela, fu sorpreso dal fuoco creolo e si rifugiò nel monastero di Santo Domingo. Erano circondati da volontari cantabrici e dagli abitanti del quartiere. da casa Francisco Telecia, a Devenza e Moreno, installarono un cannone e spararono all’unica torre che la chiesa aveva in quel momento. Gli inglesi tentarono più volte di rompere l’assedio ma dovettero arrendersi.

Il fuoco si fermò. Gli inglesi possedevano le caserme del Retiro e della Residencia, sebbene le loro forze migliori si fossero già arrese. Le vittime britanniche furono 2.500, tra morti e prigionieri, inclusi 105 ufficiali tra cui Crawford. Cinque colonnelli, mio ​​figlio Melores e Buck Dennische giurarono nell’invasione del 1806 di non riprendere le armi contro Buenos Aires. Usando la nostra misericordia, non uccidiamo.Ha scritto Beiruti in Strani ricordi. Sul lato difensivo, 300 morti.

Nella seconda invasione inglese vi fu uno schieramento militare che, sebbene molto importante, fu respinto dalle difese creole.
Nella seconda invasione inglese vi fu uno schieramento militare che, sebbene molto importante, fu respinto dalle difese creole.

Il giorno dopo hanno iniziato Trattative tra le navi S Blocco biancoMentre ha sentito spari separati. Lenaire gli offrì, per lettera, il rilascio di tutti i prigionieri, anche quelli catturati durante la prima invasione, se si fosse astenuto da ulteriori attacchi alla città. Lo avvertì che, a causa dell’indignazione del popolo, non poteva garantire l’incolumità dei prigionieri. Whitelock acconsentì.

READ  Un emozionante aereo della Seconda Guerra Mondiale che atterra su una spiaggia affollata

Gli inglesi si impegnarono ad abbandonare il Río de la Plata in 6 mesi; I Linier hanno insistito che tu fossi in due divisioni e che consegnassero Montevideo. Alle sette del pomeriggio fu firmato l’armistizio. Le campane della chiesa suonarono all’unisono, segnalando che tutto era finito.

Entrambe le parti restituiranno i prigionieri. Il giorno successivo, gli invasori iniziarono a partire. Il 9 settembre è partita da Montevideo l’ultima nave inglese.

“Non sorprende che abitanti come Buenos Aires, incoraggiati dalla loro prima vittoria e dal loro odio per il nemico, abbiano saputo resistere al colpo di stato. Ogni casa era una fortezza e ogni strada un fossato. Un popolo così deve essere invincibile”Giornale inglese pubblicato.

Copertura del processo contro John Whitelock.  Era la fine della sua carriera militare (Istituto Masdar di storia militare argentina)
Copertura del processo contro John Whitelock. Era la fine della sua carriera militare (Istituto Masdar di storia militare argentina)

28 gennaio 1808 Whitlock era davanti a una corte marziale. Ha affrontato quattro accuse: di aver commesso atti non calcolati che hanno provocato una reazione da parte della gente di Buenos Aires; Non ha adottato misure adeguate per difendersi dalla popolazione. che non ha fatto alcuno sforzo per coordinare le azioni delle sue forze nei combattimenti di strada e che ha preso il controllo di parte della città, compresi gli arsenali, e ha accettato di arrendersi. Il 18 marzo è stato dichiarato colpevole di tutte le accuse, tranne quella di non aver aggredito i residenti. Fu licenziato, congedato e dichiarato completamente inadatto e indegno di intraprendere qualsiasi azione militare di qualsiasi tipo al servizio di Sua Maestà.

migliaia di miglia Tutto era giubilo, feste e omaggi. Anche la città ha avuto il lusso di avere una sua statistica: era Santiago de Liner, l’eroe del momento.

Continuare a leggere: