Area interna basso Pesarese e Anconetano settore salute, anticipo del finanziamento e avvio dei gruppi di lavoro

Con l’acquisizione da parte della Regione dell’anticipo del finanziamento per il settore ‘Salute’, che ammonta a 776.000 euro (più della metà rispetto al finanziamento totale), è entrato nella fase operativa l’accordo di Programma Quadro per la strategia Area interna basso Pesarese e Anconetano. I quattro gruppi di lavoro istituiti, “Telemedicina”, “Gestione delle cronicità”, “Piattaforma per nuovo Punto Unico di Accesso per Salute e Welfare” e “Rete delle strutture residenziali e semiresidenziali”, hanno avviato gli interventi previsti dal progetto. I gruppi sono costituiti prevalentemente da operatori sanitari e sociali dei territori interessati e integrati da professionisti dell’ASUR e della Regione, per il necessario raccordo con le politiche regionali in materia di salute e di politiche sociali. Il primo di “Telemedicina” si è attivato per interventi di diagnostica mobile e teleconsulto per i cittadini, anche con riferimento ai servizi di emergenza. La “Gestione delle cronicità” è l’oggetto del lavoro del secondo gruppo, incentrato da una parte nella “mappatura” delle situazioni di maggiore cronicità anche con strumenti unitari di valutazione multidimensionale e, dall’altra nell’avvio della sperimentazione dell'”infermiere di comunità”. Il terzo gruppo si occuperà della “Piattaforma per nuovo Punto Unico di Accesso per Salute e Welfare” individuando i contenuti dell’attività informativa sull’offerta delle prestazioni sociali, sociosanitarie e sanitarie disponibili sul territorio e di prima risposta per i bisogni semplici, sociali e sanitari, che può essere data dalla sportello unitario, diffuso nei diversi Comuni firmatari l’Accordo di Programma. Sulla strutturazione e il consolidamento della “Rete delle strutture residenziali e semiresidenziali” è impegnato il quarto gruppo, per il potenziamento dell’offerta assistenziale rivolta a soggetti anziani, prevalentemente non autosufficienti, con disabilità secondaria a patologie cronico-degenerative, terminali, e a soggetti con problemi di salute mentale. Il Gruppo di Coordinamento regionale Strategie Aree Interne, istituito presso il Servizio Sanità, ha raccolto le prime indicazioni operative emerse dai gruppi dando mandato di avviare il prima possibile le diverse azioni.

Comunicato stampa Regione Marche