Nasce l’Unità regionale per l’acquisto di energia elettrica e gas

Disco verde, a maggioranza, da parte della II Commissione “Sviluppo economico”, presieduta da Gino Traversini (Pd), alla proposta di legge del consigliere M5s Piergiorgio Fabbri, che istituisce l’Unità regionale per l’acquisto di energia elettrica e gas. Lo scopo dell’Urae è quello di promuovere e sostenere la costituzione di gruppi di clienti per l’acquisto di energia elettrica e gas in maniera collettiva avvalendosi della società unica appaltante regionale (Suam).
“Una proposta di legge – evidenzia Federico Talè (Pd), relatore di maggioranza – che va nella direzione della trasparenza e della salvaguardia del consumatore, sia esso pubblico che privato, domestico o aziendale. Significativa la finalità di promuovere attraverso l’Urae l’utilizzo di energia elettrica verde prodotta da fonti rinnovabili che andrà verificato e rendicontato annualmente mediante relazione della Giunta da trasmettere alla seconda commissione”.

Piergiorgio Fabbri consigliere regionale M5S

Particolarmente soddisfatto Piergiorgio Fabbri, promotore della pdl e relatore di opposizione. “La Regione ora potrà incentivare – spiega – la produzione di energia da fonti rinnovabili agendo attraverso la domanda e fornirà contemporaneamente un prezioso supporto anche agli enti pubblici e ai soggetti privati che vorranno unirsi per ottenere condizioni contrattuali migliori presso i fornitori di energia e gas”. In questo modo i cittadini “che tra alcuni mesi saranno chiamati a riposizionarsi sul libero mercato energetico – prosegue il consigliere M5s – potranno appoggiarsi a un soggetto istituzionale strutturato ed affidabile, in grado di personalizzare l’offerta per gruppi di acquisto”.

Consiglio regionale Marche (c.c.)