Si potenzia la condotta idrica di Sant’Angelo in Vado

Investimento dell’Aato per le aree non ancora servite da acquedotto. “Accogliamo con grande piacere – ha detto il sindaco Giannalberto Luzi – il completamento di questa incompiuta”

E’ iniziato nei giorni scorsi il potenziamento della condotta idrica a Sant’Angelo in Vado, “per dare risposte – evidenziano il presidente e il direttore dell’Aato Daniele Tagliolini e Michele Ranocchi – ad un territorio in cui erano ancora presenti aree non servite da acquedotto”. L’intervento è inserito nella programmazione dell’Aato e progettato dal gestore Marche Multiservizi, che lo sta realizzando attraverso un’impresa selezionata. Sull’area interessata c’è stato oggi un sopralluogo del presidente dell’Aato Daniele Tagliolini, del direttore Michele Ranocchi, del presidente e dell’amministratore delegato di Marche Multiservizi Massimo Galuzzi e Mauro Tiviroli, del sindaco e dell’assessore ai lavori pubblici di Sant’Angelo in Vado Giannalberto Luzi e Lorenzo Guerra.  “Accogliamo con grande piacere – ha detto il sindaco Giannalberto Luzi – il completamento di questa incompiuta, in passato si è fatta una lottizzazione nella località Ca’ Paiardo senza dotare l’area di una sufficiente portata idrica. In questi anni gli utenti hanno sofferto molto la mancanza del servizio, adattandosi con dei depositi. Fra l’altro nella zona c’è anche un’area precedente già urbanizzata, che potrà usufruire sia della portata che della pressione giusta dal punto di vista della condotta idrica. Ringrazio Provincia, Aato e Marche Multiservizi per questo intervento”. Nei prossimi giorni si interverrà anche a margine della strada statale (senza problemi per la circolazione) per potenziare la condotta principale, adeguando il diametro in modo da consentire un incremento di portata utile alle maggiori esigenze di distribuzione nelle aree finora sprovviste.

Nota stampa Aato