Terre Roveresche: problema da risolvere il digital divide

salus

Se esista e come risolvere il problema del divario digitale o digital divide a Terre Roveresche “è una questione alla quale ci stiamo interessando da tempo – spiega il sindaco Antonio Sebastianelli –  so per certo che nel Municipio di Orciano ci sono da tempo evidenti difficoltà per alcune ditte. Devo fare il punto della situazione anche nell’area degli insediamenti di Schieppe ma è chiaro che nulla va escluso a priori. Dico anche che non si tratta di una denuncia che nasce ora. Posso assicurare, come ho già fatto in campagna elettorale, che affronteremo la questione con decisione vedendo anche cosa offre il mercato dal momento che si potrebbe ricorrere pure ad altre tecnologie pur di riportare la realtà delle cose a ciò che l’evidenza richiede”. Se da una parte i primi segnali di un legittimo e preoccupato tam tam sulla Rete temono che località vicine e più a valle possano costituire un richiamo per gli operatori economici potendo offrire una piattaforma tecnologica di ultima generazione, dall’altra il Comune di Terre Roveresca inizia di fatto una corsa contro il tempo ben sapendo che deve fare presto. Rassicurante è la possibilità di poter andare oltre la fibra ottica che ha raggiunto nella vallata diverse località. Già la sera del dibattito – confronto finale tra i candidati sindaci Sebastianelli aveva focalizzato la sua attenzione sul problema. Che sia effettivamente possibile superare l’impasse con la tecnologia satellitare? Evitando così l’attesa di lavori per la messa a dimora del cavo con tutto quello che comporta. L’importante è aver preso coscienza dei bisogni. Bisogna agire di conseguenza. I problemi del nuovo Comune cha nasce non sono pochi come era facilmente prevedibile.