La scultura di Giancarlo Bugarin conquista gli Uffizi di Firenze

Forsempronese artista scultore in bronzo, erede di una antica e nobile famiglia di artisti scalpellini di Sant’Ippolito, è stato premiato agli Uffizi di Firenze

La birichina
La birichina

“Il classicismo innato Giancarlo Bugarin trova la sua più alta espressione in sculture bronzee di armoniosa bellezza e grazia,  secondo i più raffinati canoni estetici e scultorei. La delicatezza della figura femminile è esaltata, la lavorazione è impeccabile. In un panorama contemporaneo spesso ammorbato da un’eccessiva ricerca del moderno a tutti costi, il bagliore della sua arte classica rappresenta una nuova alba!”. Con  questa motivazione Giancarlo Bugarin forsempronese artista scultore in bronzo, erede di una antica e nobile famiglia di artisti scalpellini di Sant’Ippolito, è stato premiato agli Uffizi di Firenze lo scorso novembre nel corso di una mostra dedicata ai migliori  artisti contemporanei italiani ed esteri.

La donna e l'arte
La donna e l’arte

Il 2016 è stato per il nostro l’anno della giusta e definitiva consacrazione a livello nazionale  e internazionale con l’invito nella scorsa primavera ad una personale a Bruxelles presso la Comunità Europea e in autunno ad una collettiva itinerante tra Washington , New York e Hollywood. Ma anche il 2017 si preannuncia ricco di soddisfazioni: sono già in programma una mostra a Pesaro in febbraio  e una personale a Roma in giugno nella galleria Bramante  a Piazza del Popolo. Ma è a Fossombrone e nella natia Sant’Ippolito che sia annunciano le sorprese più belle.