Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

20 minuti di attività fisica al giorno sono sufficienti per ridurre il rischio di malattie cardiache

Lo studio ha ribadito che a partire dall’età di 70 anni, solo 20 minuti di esercizio al giorno possono dimezzare il rischio di malattie cardiache fatali (iStock)

I benefici cardiovascolari dell’attività fisica sono ben noti, ma non è chiaro se i percorsi dell’attività fisica in età avanzata siano associati a vari rischi di malattie cardiovascolari..

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda che lo facciano gli anziani 20 minuti di esercizio moderato o vigoroso al giorno. ma ora, Questa proposta è stata supportata da uno studio condotto da un’équipe di specialisti di due università italiane, a Parma e Ferrara, in particolare da un Paese ad alto tasso di anziani.

Lo studio ha confermato che dall’età di 70 anni, allenarsi per soli 20 minuti al giorno può dimezzare il rischio di malattie cardiache fatali. I ricercatori hanno scoperto che gli uomini di età compresa tra 70 e 75 anni che regolarmente fanno giardinaggio, vanno in bicicletta, camminano o fanno altri esercizi durante quel periodo hanno un rischio inferiore del 52% di malattie cardiovascolari rispetto a quelli che non fanno esercizio.

Anche le donne anziane che fanno esercizio hanno un rischio inferiore, sebbene la riduzione sia solo dell’8%. I ricercatori hanno affermato che i loro risultati sono stati pubblicati in Giornale medico britannicopromuovendo l’idea che “Meglio tardi che mai quando si tratta di allenamento”e Secondo Claudio Barbellini Amede, MD, specialista nel Dipartimento di Scienze Cardio-toraciche, vascolari e della salute pubblica dell’Università di Padova.

Fare attività fisica, come andare in bicicletta, aumenta l'aspettativa di vita (Getty)
Fare attività fisica, come andare in bicicletta, aumenta l’aspettativa di vita (Getty)

Il team di ricerca ha affermato che i loro risultati supportano la raccomandazione che gli adulti continuino a fare esercizio fino alla mezza età e più tardi nella vita, quando “è probabile che ci sia una maggiore efficacia nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari”.

READ  È necessaria una laurea per ottenere una laurea magistrale?

Scienziati dell’Università di Padova e dell’Università di Ferrara Dati sanitari esaminati di 2.754 persone in Italia di età pari o superiore a 65 anni da 20 anni o fino alla morte. Per determinare i benefici dell’esercizio in futuro, i ricercatori hanno monitorato i livelli di attività dei partecipanti e l’incidenza di malattie cardiache, insufficienza cardiaca e ictus.

I volontari hanno compilato un questionario sulle loro abitudini di esercizio. Attività fisica moderata tra cui passeggiate, bowling e pesca, mentre un esercizio vigoroso include giardinaggio, ciclismo e nuoto. I ricercatori erano considerati attivi se si esercitavano moderatamente o vigorosamente per più di 20 minuti al giorno, mentre meno di 20 minuti erano considerati inattivi. Nel corso dello studio sono stati registrati 1.037 problemi cardiovascolari.

Nell’indagine è stato possibile stabilire che l’esercizio per 20-40 minuti al giorno è il punto ottimale per migliorare la salute, I ricercatori hanno affermato di avere la maggiore riduzione del rischio di malattie cardiache e insufficienza cardiaca tra coloro che si sono allenati durante questo periodo di tempo. Mantenere 20 minuti di esercizio quotidiano durante gli anni ’60 e ’70 offre i maggiori benefici per la salute. Ha ridotto del 52% il rischio di malattie cardiovascolari tra gli uomini.

È un mito che gli anziani dovrebbero evitare di trasferirsi per prendersi cura della propria salute (Getty Images)
È un mito che gli anziani dovrebbero evitare di trasferirsi per prendersi cura della propria salute (Getty Images)

Da parte loro, le donne hanno notato un rischio inferiore dell’8% di malattie cardiovascolari se si esercitavano continuamente per 20 minuti. Ma coloro che hanno aumentato il loro esercizio da meno di 20 minuti all’età di 60 anni a più di 20 minuti all’età di 70 anni hanno anche ottenuto protezione dalle malattie cardiovascolari. Il rischio in questo caso è stato ridotto del 35% per gli uomini e del 6% per le donne.

READ  Rigori, gloria e dramma (Ultimo Tango...)

Nonostante vedessero un minor rischio di malattie cardiache, le donne attive avevano il 19% di probabilità in meno di morire durante il periodo di studio. Ma gli uomini vedevano ancora un maggiore effetto protettivo dell’esercizio, poiché avevano il 28% di probabilità in meno di morire. Per i ricercatori, i loro risultati hanno mostrato che l’esercizio fisico ha avuto il maggiore effetto protettivo all’età di 70 anni.

All’età di 75 anni, coloro che si esercitavano avevano una probabilità marginalmente inferiore di sviluppare malattie cardiache e all’età di 85 anni il rischio non era ridotto, secondo i risultati. Per gli scienziati, “il miglioramento dell’attività fisica in tenera età avrà l’impatto maggiore”.

Lo studio si basava sull’auto-segnalazione dei partecipanti delle loro abitudini di esercizio e non c’erano dati sui loro livelli di attività fisica in giovane età, che potrebbero aver influenzato il loro rischio di problemi cardiaci in età adulta. Inoltre, la documentazione era osservativa, quindi altri fattori dello stile di vita potrebbero aver influenzato la riduzione del rischio tra i volontari più attivi.

Oltre a questi sviluppi, gli specialisti concordano sul fatto che “i meccanismi attraverso i quali l’esercizio riduce il rischio di future malattie cardiovascolari non sono completamente compresi”. Ma questo può essere perché L’esercizio fisico rallenta l’ispessimento delle arterie e regola la pressione sanguigna, la glicemia e i livelli di colesterolo. Un problema che farà parte del progresso a seguito di questa indagine.

Continuare a leggere:

Gli scienziati di Harvard spiegano come l’attività fisica ti aiuta a vivere più a lungo e meglio
La mancanza di sonno può aumentare il rischio di malattie cardiache fino al 141%.
COVID-19: Fare attività fisica dopo aver ricevuto il vaccino può aumentarne i benefici