Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Volare a terra: Formula 1 per i concorrenti europei dello spettacolo a Zamora – più sport

Alberto Ferrera

La sua classe è considerata il “Modello acrobatico di Formula 1” e la migliore in Europa nel campo dello sport che permette di prendere il controllo di un aereo senza staccare i piedi da terra, e si riunisce questa settimana a Coreses (Zamora) per dimostrare abilità in volo.

Famosi negli ultimi anni con l’uso sempre più diffuso dei droni, i modellini di aerei sportivi e il volo radiocomandato da competizione sono apparsi molto prima che pilotare un drone o utilizzare un simulatore di volo per l’addestramento fosse a disposizione di chiunque con un piccolo compenso.

Nel caso dei piloti che gareggeranno questa settimana ai Campionati Europei di Acrobazia nella classe F3A, il loro aereo economico non ha nulla perché ognuno di questi aerei costa tra i 7000 e gli 8000 euro e tutti i piloti portano due aerei alle competizioni, nel caso uno dei loro falliscono, ha spiegato a Effie dal presidente dello Zamora Flying Club, Santiago Salgado.

Salgado, che è responsabile del modello dell’infrastruttura dell’aeromobile per i nuclei, ha spiegato che ogni drone in competizione, in cui l’aerodinamica è fondamentale, non può pesare più di cinque chilogrammi e le sue misure non possono superare i due metri per due metri per due metri per due metri tra le punte delle sue ali. (Zamora) e un membro dell’organizzazione del torneo.

L’evoluzione di questi aerei fa sì che non utilizzino più combustibili fossili ma batterie per voli competitivi in ​​cui in otto minuti devono formare fino a 21 figure diverse come anelli, barili, vortici o cerchi, otto e quadrati disegnati nell’aria.