Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Viene dalla Germania ed è più contagioso

Viene dalla Germania ed è più contagioso

Un nuovo rapporto di un team di ricercatori di Università Statale di Milano Basato su 59 nuovi genomi virali Ottenuto da pazienti italiani dai primi giorni dell’epidemia fino alla seconda metà di aprile, quando la curva epidemica ha cominciato a diminuire, conferma i dati di un precedente studio condotto dalla stessa équipe in cui era stato rilevato il ceppo “italiano” del virus scoperto. Corona virus venire da Germania (“Famoso paziente tedesco 1” che ha avuto contatti con qualcuno di Shanghai).

Lo studio, infatti, evidenzia la netta prevalenza in Italia di Un ceppo virale (e i suoi discendenti), ai quali, secondo uno dei sistemi di classificazione più diffusi, vengono attribuiti Ceppo B1 Si riferisce al primo gruppo europeo, che È successo in Germania intorno al 20 gennaio È stato causato dall’importazione documentata di un ceppo prevalente a Shanghai.

La nuova ricerca è il risultato di una collaborazione tra Laboratorio di Malattie Infettive, Università Statale di Milano e più di altri 10 tra centri clinici e università dell’Italia centro-settentrionale (tra cui Bergamo, Brescia, Cremona, Milano, Padova, Ancona, Siena), e sono noti, con un numero maggiore di sequenze, in un’area geografica limitata alla Lombardia Dinamica evolutiva e caratteristiche epidemiologiche molecolari del SARS-CoV-2 in Italia.

Misteriosamente esiste un solo ceppo isolato, Ottenuto da un paziente italiano residente in Veneto che non hanno segnalato viaggi o contatti con persone provenienti dalla Cina, Si è accertato che apparteneva alla stirpe ancestrale B Si tratta quindi di un caso simile a quello isolato in Italia a fine gennaio. La variazione tra gli isolati B1 era relativamente piccola. tutti I genomi “italiani” mostrano la mutazione 614G Nella proteina spike, che ormai caratterizza la maggior parte dei genomi virali isolati in Europa e nel mondo, non solo quelli virali. Ceppo B1 Ma anche l’unico che gli appartiene Ceppo BCiò sarà responsabile dell’aumento dell’infezione dell’agente patogeno.

READ  Api mummificate dell'epoca dei faraoni sono state trovate sulla costa sud-occidentale del Portogallo

Ricercatori di molti settori hanno osservato che questa mutazione ha avuto l’effetto di aumentare notevolmente il numero di punte “funzionali” (che possono penetrare nelle cellule) sulla superficie del virus, con l’effetto che ogni particella virale ha una maggiore capacità di infettare le cellule. . La ricerca ha anche scoperto quella mutazione È circa 10 volte più contagioso in ambiente di laboratorio rispetto ad altri ceppi.

Le analisi genomiche, rese disponibili grazie alla disponibilità dei ricercatori di tutto il mondo a caricare i propri dati in un database comune, mostrano che questa varietà è diventata la varietà dominante dopo l’inizio dell’epidemia in Cina e potrebbero spiegare perché il virus si è diffuso. Corona virus Ampiamente usato in Europa, Stati Uniti e America Latina.

I risultati dello studio contraddicono in parte i risultati di altre ricerche simili, previste pochi giorni fa Corrieresotto il quale si formarono due squadre, guidate da Carlo Federico Perno di Milano, e Fausto Baldante di San Matteo di Pavia, che esaminarono Sequenziamento del genoma di 350 pazienti. Il confronto del profilo genetico riconosce un’origine tedesca, ma poi evidenzia una “origine” europea con 4 lignaggi arrivati ​​in Italia con caratteristiche proprie. Il ceppo A e il ceppo B raggiunsero la Lombardia, che a sua volta diede origine ad altri due ceppi. Il ceppo A era più “bruciante” dell’altro ceppo. Secondo la ricostruzione il ceppo B dominava il lodigiano e il ceppo A dominava Bergamo. Questi dati spiegheranno la differenza tra le due regioni.