Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stati Uniti, Francia, Germania, Italia e Regno Unito aiuteranno Israele a “difendersi”.

Stati Uniti, Francia, Germania, Italia e Regno Unito aiuteranno Israele a “difendersi”.

Lunedì gli Stati Uniti, la Francia, la Germania, l’Italia e il Regno Unito si sono impegnati “Sostenere gli sforzi di Israele per difendersi” Lo afferma un comunicato diffuso dalla Casa Bianca dopo gli attacchi del movimento islamico palestinese Hamas.

Quei governi affermano di “riconoscere le legittime aspirazioni del popolo palestinese”, ma Hamas “non rappresenta quelle aspirazioni e ha portato ancora più terrore e spargimenti di sangue al popolo palestinese”, scrivono il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. In quel discorso il capo del governo italiano, Giorgia Meloni, e il suo omologo britannico, Rishi Sunak, erano il rappresentante francese, Emmanuel Macron.

Inoltre, secondo l’ufficio del presidente francese, hanno chiesto all’Iran di non “prolungare il conflitto” fuori Gaza in seguito agli attacchi di Hamas contro Israele. “Chiediamo ad altri gruppi estremisti o a qualsiasi governo che cerchi di trarre vantaggio dalla situazione, in particolare all’Iran, di non cercare di sfruttare la situazione per altri scopi o di prolungare il conflitto a Gaza”, si legge nella dichiarazione congiunta francese. Presidenza.

Gli Stati Uniti avvertono Hezbollah di non aprire un nuovo fronte di guerra contro Israele

Movimento libanese Hezbollah sostenuto dall’Iran Non devi prendere una “decisione sbagliata”. Un alto funzionario della difesa statunitense ha avvertito lunedì dell’apertura di un secondo fronte contro Israele dopo un attacco del movimento islamico palestinese Hamas.

“Siamo profondamente preoccupati che Hezbollah abbia preso la decisione sbagliata e abbia scelto di aprire un secondo fronte in questo conflitto”.Sabato è iniziato con un massiccio attacco di Hamas dalla Striscia di Gaza, ha detto il funzionario ai giornalisti.

READ  Google Pay: risparmia, paga e gestisci

L’ordine di schierare un gruppo aereo navale dalla portaerei USS Gerald Ford, la più grande nave da guerra del mondo, nel Mediterraneo orientale mostra gruppi armati sostenuti dall’Iran come Hezbollah libanese. Sostieni la sicurezza di Israele”, ha detto la fonte.

Hezbollah ha annunciato lunedì che tre combattenti sono stati uccisi in un attacco israeliano in una zona di confine nel sud del Libano.

Il gruppo libanese ha affermato di aver reagito bombardando due campi israeliani.

Israele ha bombardato la zona dopo aver annunciato di aver ucciso “diversi sospetti armati” che si erano infiltrati nel suo territorio dal sud del Libano.

Le incursioni sono state rivendicate dalla Jihad islamica palestinese, che sostiene di sostenere Hamas nella sua offensiva.

Secondo fonti ufficiali, dall’attacco di Hamas di sabato sono state uccise più di 800 persone sul versante israeliano e 687 nella Striscia di Gaza.

A Washington, un funzionario statunitense ha ritenuto gli attacchi di Hamas “allo stesso livello di barbarie” del gruppo jihadista Stato islamico (IS).

L’ultima guerra tra Hezbollah e Israele risale al 2006 e ha provocato oltre 1.200 morti da parte libanese, per lo più civili, e 160 da parte israeliana, tutti soldati.