Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Scarpe ispirate a Callaghan, Dirty Harry, un successo in Italia e Giappone

Scarpe ispirate a Callaghan, Dirty Harry, un successo in Italia e Giappone

Basilio García Pérez-Aradros (Arnedo, La Rioja, 1942), figlio di un trasportatore, andò a lavorare in uno. Una fabbrica di scarpe nella sua città all'età di 14 anni. Il settore cominciò ad emergere in città e divenne un'occupazione ben consolidata in Spagna a metà del XX secolo. Il business delle scarpe in cuoio era promettente: le macchine da cucire erano una tecnologia sofisticata e il paese cominciò ad abbandonare le espadrillas a favore di scarpe in cuoio più resistenti. Per quanto fosse felice quel giorno o quanto fosse consapevole del mondo che si apriva davanti ai suoi piedi, l’adolescente Basilio non immaginava certo che un giorno i giapponesi, gli italiani, i re, i capi di governo… avrebbero indossato Esso. Il suo segno. Non perché non lo sognassi, ma all'epoca il mondo dei brand che conosciamo oggi non esisteva.

Basilio fu promosso in fabbrica, ma arrivò l'esercito. Invece di fare una pausa, Il suo tempo a Saragozza è stato una spinta Sulla sua carriera: «Aveva una buona mano per il disegno, faceva modellistica», ricorda il figlio Basilio, oggi direttore generale della Callaghan Shoes.

Al ritorno dal servizio militare, continuò in fabbrica. Finché un giorno, insieme al fratello, decide di avviare un'attività. Chiedono garanzie alla famiglia”In un seminterrato, in un negoziocome Steve Jobs,” dice Bassi. Era il 1968. Gli è stato detto che i primi sette anni sono stati molto difficili. Era un ragazzino, e non se lo ricorda né conosce le difficoltà. Ma suo padre dice che “non l'ha fatto” Non ho nemmeno abbastanza soldi per comprarmi un paio di pantaloni.” Ancor meno, le vacanze.

«Arnedo aveva 40 o 50 fabbriche. C'erano persone famose che hanno osato svolgere molto lavoro. Questa è la motivazione: se possono…” sottolinea. Tra i più grandi, i Sevils. “Aveva 700 dipendenti, un proprio commissario e un sistema di edilizia sociale”, spiega Paci García. Suo padre e suo zio, Hergers, di Hermanos Garcia, non avevano più di una mezza dozzina di dipendenti. Oggi l’azienda impiega 180 persone, produce 900.000 paia di scarpe all’anno e prevede un fatturato di 44 milioni di euro entro il 2023.

READ  L'Italia batte il Belgio e finisce terza

Il grande salto arrivò nel 1987. “Mio padre ebbe un'idea felice: avremmo creato un marchio”, ricorda Bassi. Allora aveva 19 anni. Suo padre usava molti nomi: “Dirty Harry” era molto popolare tra l'ispettore Callahan, perché Callaghan amava i film. Un altro collega. “Quale ti piace di più?” chiese al figlio maggiore. E altre persone. Callahan ha vinto. Riscritto come Callaghan. Dovrebbero mandare a Clint Eastwood un altro paio di scarpe.

Nuovi Prodotti

Quando Basilio viaggiava per piacere o per affari, Ho cercato nei negozi di antiquariato Cose legate alle scarpe. Oggi ospita un museo, con pezzi risalenti a 800 anni fa e scarpe come le Rome (taglia 56). Ha visitato anche negozi di scarpe. Un giorno, alle Isole Canarie, ha interpretato il ruolo di un 'mystery shopper': “Che ne dici di queste scarpe?” L'impiegato rispose che erano meravigliosi e provenivano da una casa inglese. Basilio chiese: “Sei sicuro?” Doveva trovare la sua identità per convincere il negoziante che quelle belle scarpe erano spagnole. Arnedo, di La Rioja.

Moss attribuisce a suo padre il merito di aver imparato molto sullo sforzo e di “credere in se stesso anche quando hai tutti gli elementi contro di te”. Una cosa per Callaghan era scegliere un nome e un'altra lanciare il progetto: “Gli ci è voluto molto per difenderlo davanti a tutto il team di vendita”. Le cose stavano andando bene. Perché fare qualcosa? Ma Basilio Sr. è partito da un'idea. “Avevamo un buon cliente in Olanda per il quale producevamo molti pezzi”, ricorda suo figlio. Ma il prezzo non poteva essere mantenuto… «Mio padre disse: 'Questo è come un segno di quello che ci aspetta'. Dobbiamo iniziare a fare qualcosa con valore aggiunto…».

Famiglia di Basilio Garcia
Sopra, Basilio Garcia, fondatore, con i figli. Sotto, l'immagine di una fabbrica e uno dei poster di Callaghan con Clint Eastwood
Callaghan

“Abbiamo già realizzato scarpe da barca, kiowa… e Callaghan ha inventato un nuovo stile. È stata una rottura nella forma, nel design. Un film molto americano, molto 'country'. “Più o meno nel periodo in cui i cowboy cominciarono a colpire forte.” Sanno già che funziona dopo 15 giorni sul mercato. “Molte cose sono state fatte meglio naturalmente, per fiducia, non perché ci fossero ricerche di mercato internazionali”, insiste Bassi.

READ  I fantasmi del Mondiale per Portogallo e Italia

Alcuni anni dopo, Herger acquistò il marchio maiorchino Corilla Scarpe per bambini. “Quindi abbiamo avuto degli anni buoni. Oggi è un'altra cosa spendere per le scarpe per bambini”, si lamenta il manager. Gorilla è il leader nelle scarpe per la scuola. “Cercavamo un prodotto che fosse durevole. Abbiamo utilizzato puntali rinforzati. Molte idee provenivano dal mondo motociclistico, come i fili di nylon. Dato che le scarpe per bambini sono sottoposte a maggiori sollecitazioni rispetto alle scarpe antinfortunistiche, dovevi creare un prodotto con durata eccezionale.I bambini sono i veri 'terminatori': calciano, giocano tutto il giorno”, spiega. Anche Gorilla si è ispirato a “King Kong”, quindi non abbiamo lasciato il cinema.

“Non esiste un'altra azienda come questa per via del nostro sviluppo tecnologico. Le fondamenta erano il piede. Da lì abbiamo iniziato a progettare Oasis.”

Come i bambini che menziona, Bassey giocava nella fabbrica che ora gestisce da bambino. Già da bambino gli avevano detto che “indossava le scarpe più avanzate, le ultime”. Questa, assicura, è l'essenza della casa. “Callaghan come tecnologia”frase.

“Non esiste nessun'altra azienda nel mondo dell'abbigliamento casual grazie ai nostri progressi tecnologici. Per noi il piede è il piede. Da lì abbiamo iniziato a progettare l'oasi. Nelle scuole di design si disegna il taglio, la 'tomaia'. Nessuno progetta prima l'oasi, noi lo facciamo. Iniziamo con la funzione dei piedi“Che tu voglia una scarpa nautica, una scarpa elegante o una sneaker, tagliamo lo stesso pezzo.”

“Mio padre ha piantato delle radici piuttosto solide e il resto di noi è nella fase di crescita degli alberi. Lui, in base alla progettazione, ha gestito la cosa molto. “Nel 1992 ha realizzato una meraviglia tecnica, una scarpa da barca con camera d'aria”, elenca. Oggi, dice, i podologi consigliano Callaghan “senza alcun tipo di contratto”.

Espansione internazionale

Abbiamo chiesto a Basi del brutto momento attraversato dall'azienda e la sua risposta ha confermato che, nonostante le statistiche, si tratta di un'azienda a conduzione familiare. parlare di Quando sua madre morì, era molto giovane. Di Separazione dal padre e dallo zio. E sull’epidemia, innanzitutto, la paura per gli anziani. e rompersi. Tutto, per Callaghan, lo descrive come “come una guerra”. Per quello che è successo e per quello che è successo. Calzature e prodotti tessili “non sono aumentati tanto quanto l’inflazione”, afferma, “perché la società post-pandemia è alla ricerca più di esperienza e intrattenimento”. Nonostante tutto quello che è successo, Basi chiede regolarmente a suo padre, che ora è in pensione e continua a occuparsi dell'azienda, di non dirgli “è andata male un'altra volta in passato”.

Ma se dobbiamo adottare una frase della famiglia Garcia-Callaghan, siamo costretti a parlare dell'Italia. Il giorno in cui Basilio e Julio, il secondo dei suoi fratelli, dissero al padre che avrebbero cominciato a vendere lì, lui li guardò e lasciò finire: “Vendete il ghiaccio agli eschimesi, non è male”. Oggi l’Italia è il suo secondo mercato. Bassi dice di considerarsi un “Itanolo”. “Guarda, mio ​​padre è molto moderno e molto avanti. Tutto quello che ho fatto. Ma l'Italia? La mecca delle scarpe. Il Paese che è andato a imparare dai grandi marchi. 'Cosa mi stai dicendo? Perderai tempo.' Ma hanno battuto i piedi italiani. “Il progetto e Abbiamo incontrato due persone che si sono innamorate di questa attività che, anche se può sembrare un'altra cosa, è molto personale. Se trovate un distributore o un rappresentante nazionale in grado di assicurarvi la distinzione… ATTENZIONE, SEGRETO DI VENDITA: “Dico sempre: 'Le persone carine non flirtano, le persone noiose sì.” Stanco? “Sì. Esserci è l'essenza delle vendite.

Oltre all'Italia, Callaghan vende in una trentina di paesi Ha negozi in Cina e Tokyo. “In Giappone amano la combinazione tra tecnologia e design, le suole più recenti ma il taglio tradizionale delle scarpe: un mix retro-futuristico.” Tra i prossimi obiettivi di Garcia, quelli di Callaghan sono quelli di conquistare gli Stati Uniti con la tecnologia come bandiera.