Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sarebbe piaciuto a Da Vinci?: Così canta la Gioconda grazie all'intelligenza artificiale

Sarebbe piaciuto a Da Vinci?: Così canta la Gioconda grazie all'intelligenza artificiale

I ricercatori Microsoft hanno introdotto un innovativo modello di intelligenza artificiale, VASA-1, in grado di catturare un'immagine fissa di un volto e una porzione di audio per creare un video convincente della persona che parla. I primi test non si sono fatti attendere e il messaggio ha cominciato a diffondersi sulle reti. Il rapper Monna Lisa. Leonardo da Vinci avrebbe voluto sentirla così?

VASA-1 è stato sviluppato da Microsoft e per i “giochi”. Bastano solo la foto della persona e la traccia audio, il resto è cantato. Il team di ricerca ha cercato di animare immagini fisse di lei che parla e canta, utilizzando qualsiasi traccia audio di backup disponibile, mostrando anche espressioni facciali credibili, secondo il media spagnolo La Razón.



In entrambe le animazioni, le espressioni facciali cambiano con le parole in modo da enfatizzare ciò che viene detto. I ricercatori sottolineano inoltre che, nonostante la natura realistica dei video, Un esame attento può rivelare difetti Prova che sono stati creati artificialmente.

L’efficacia del sistema è stata evidente quando un video di Monna Lisa che esegue una canzone rap è diventato virale, generando allo stesso tempo opinioni contrastanti sui social media, come ogni progresso tecnologico che appare sulla scena.

Dettagli tecnici

L'addestramento del modello includeva un'ampia gamma di video facciali, consentendo a VASA-1 di riconoscere movimenti naturali come l'ammiccamento, le espressioni facciali e lo sguardo. Nonostante i video realizzati appaiano realistici, mostrano comunque segni della loro origine artificiale.

READ  Hanno pagato quasi 8 milioni di dollari per "Big John", il più grande scheletro di triceratopo conosciuto | L'hype alle aste di fossili di dinosauro

Microsoft ha sottolineato che il suo modello supera strumenti simili Getta le basi per l'interazione in tempo reale con avatar realistici, guidando la conversazione tra esseri umani e sistemi di intelligenza artificiale.

Sebbene questo progresso tecnologico sia entusiasmante, solleva importanti questioni etiche e normative che devono essere affrontate prima di un’implementazione diffusa.