Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Russia | Biden sanziona Mosca espelle dieci ambasciatori russi

.




Francesco Fondemaki con Maxim POPOV a Mosca
France Media Agency

Da quando è arrivato alla Casa Bianca, il nuovo presidente degli Stati Uniti ha indicato che sta sviluppando la sua risposta a una serie di presunte azioni contro Mosca, tra cui un massiccio attacco informatico e l’intervento alle elezioni statunitensi di novembre.

Nella misura in cui qualifica Vladimir Putin come un “assassino”, Joe Biden ha promesso di essere più assertivo del suo predecessore Donald Trump, accusando il capo del Cremlino di essere compiacente da tutte le parti.

La ritorsione giovedì è stata minima.

46e Il capo della storia degli Stati Uniti, che dovrebbe intervenire sulla questione alle 16.30, ha firmato un decreto a seguito di sanzioni immediate che consentirebbe alla Russia di reagire se “continua o incoraggia misure di instabilità internazionale”, ha avvertito la Casa Bianca in un comunicato.

Dopo il 14 giugno, il Tesoro degli Stati Uniti ha vietato alle banche statunitensi di acquistare direttamente prestiti dalla Russia.

Ha anche bandito sei società tecnologiche russe accusate di aiutare e favorire le operazioni di pirateria informatica di Mosca.

Questo è un riflesso della massiccia sicurezza informatica del 2020, che ora è stata formalmente accusata della Russia, che era un editore di software statunitense, Vector Solarwinds, il cui prodotto è stato violato per introdurre vulnerabilità tra i suoi utenti, comprese diverse agenzie federali statunitensi.

L’intelligence straniera russa ha risposto che “non c’è molto interesse nello studio di queste illusioni”, che è direttamente collegata a Washington.

“Supporto” occidentale

Un alto funzionario statunitense ha avvertito che parte della ritorsione sarebbe stata “segreta”, suggerendo la possibilità di un contrattacco informatico.

READ  Uno sforzo congiunto tra Italia e Arabia Saudita per andare al Mondiale 2030 20

Inoltre, la Casa Bianca afferma che il Tesoro vieta 32 società e ha accusato individui per conto del governo russo “per influenzare le elezioni presidenziali del 2020 negli Stati Uniti”.

In una “partnership” con l’Unione Europea, il Regno Unito, l’Australia e il Canada, il governo degli Stati Uniti sta imponendo sanzioni a otto persone e società associate all ‘”occupazione” della Crimea.

La NATO, l’Unione Europea e Londra hanno offerto il loro sostegno alle sanzioni statunitensi, ma non hanno annunciato immediatamente nuove misure.

Da parte sua, il Dipartimento di Stato americano ha espulso dieci ambasciatori russi a Washington, alcuni dei quali sono stati accusati di essere membri dell’intelligence di Mosca.

Tutte queste sanzioni mirano a ritenere “responsabili” i funzionari russi sulla scia delle accuse di bilancio della Russia contro i talebani per aver attaccato le truppe statunitensi in Afghanistan. Ma un funzionario dell’intelligence statunitense ha chiarito che la veridicità di queste accuse poteva essere confermata solo con una fiducia “da bassa a moderata”.

Questi divieti si aggiungono alla prima serie di misure punitive annunciate a marzo in risposta all’avvelenamento del rivale Alexei Navalny.

Risposta russa “inevitabile”

Questo è uno degli attacchi più gravi alla Russia dall’espulsione di diversi diplomatici alla fine del mandato di Barack Obama.

La risposta non ha richiesto molto tempo.

“Un comportamento così aggressivo riceverà una forte negazione. Rispondere alle sanzioni è inevitabile”, ha avvertito la portavoce diplomatica russa Maria Zakharova.

Mosca ha anche detto di aver convocato l’ambasciatore americano John Sullivan per una “dura conversazione”, ma ha promesso che quest’ultima sarebbe stata ottenuta su sua richiesta durante un incontro “professionale e rispettabile”.

READ  Filippine: nave americana della Seconda Guerra Mondiale scoperta a una profondità di 6500 metri

La Russia ha avvertito che queste sanzioni “non supportano” l’organizzazione del vertice Biden-Putin, quando i rapporti tra i due rivali geopolitici sono così tesi.

Il leader neo-democratico ha offerto l’opportunità per il primo incontro nel “paese terzo” durante una conversazione telefonica con il suo inviato russo questa settimana, che è stata contrassegnata da un avvertimento dopo che un consistente contingente di truppe russe è stato inviato negli Stati Uniti. Confini ucraini.

“Ci auguriamo che nei prossimi mesi sarà molto importante che i due leader si incontrino”, ha ribadito giovedì un alto funzionario statunitense, “per trovare un modo sostenibile ed efficace per prevenire qualsiasi escalation prima che si intensifichi”.

Le sanzioni sono state generalmente accolte con favore dalla classe politica americana.

L’influente senatore democratico Bob Menendez ha elogiato questo “approccio deciso”, che “volta pagina nei quattro anni trascorsi da quando Donald Trump è caduto sotto Putin”.

La mossa più spettacolare annunciata giovedì dovrebbe avere un effetto ridotto sul debito, potenziato dalle sue esportazioni di idrocarburi poiché il debito limitato e le riserve in Russia superano i 180 miliardi di dollari. Tuttavia, potrebbe essere doloroso per il rublo cadere giovedì.

“È una tempesta in un bicchiere d’acqua. Per più di un decennio, la politica delle autorità monetarie russe è stata mirata a mantenere il deficit di bilancio al minimo “, ha detto ad AFP l’economista Sergei Gestanov, sottolineando che Mosca era” pronta da molto tempo “.