Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ruggero Pasquarelli, l'italiano che si fece strada in America Latina |  persone |  divertimento

Ruggero Pasquarelli, l'italiano che si fece strada in America Latina | persone | divertimento

È una delle star più apprezzate delle serie giovanili del momento. Disney Channel Ha visto in Ruggero Pasquarelli, italiano di 24 anni, il potenziale per renderlo protagonista di produzioni come “In Tour” e “Soy Luna”. Quest'ultimo, con protagonista il messicano Karol Sevilla, lo terrà in tournée in diversi paesi e lo riporterà in Ecuador con l'intero cast della serie. Il tour iniziato in America Latina (Uruguay, Cile, Paraguay, Colombia e Messico) prevede anche date in Europa. Prima della sua visita il prossimo agosto a Guayaquil e Quito, scene di cui ricorda la calorosa accoglienza del pubblico ecuadoriano, l'artista residente in Argentina racconta a questo giornale i suoi esordi in questa professione.

Quando avevi 18 anni hai lasciato l'Italia per andare in Argentina. Cosa ti ha spinto a lasciare il tuo Paese, i tuoi sogni e la tua carriera?

Non era un sogno lasciare il mio Paese, era il risultato di tutto quello che mi stava succedendo e di alcune scelte di vita. Ho iniziato in questo mondo quando avevo circa 16 anni e fino ad allora ero stato tranquillo in Italia Disney (canale) Mi ha suggerito di andare in Argentina, di viaggiare lontano dalla mia famiglia, dai miei amici, lontano da tutta la mia realtà in Italia. È stata una scelta, e ora, quasi sette anni dopo, sono molto soddisfatto della mia scelta e del consiglio che la mia famiglia mi ha dato per prendere la decisione, perché ero troppo giovane, a quell'età, per sapere cosa fare. Inizialmente era previsto un anno, ma poi il tempo è aumentato e tutto si è sviluppato.

All'età di sedici anni, ha partecipato al programma “The X Factor”. Hai sempre desiderato essere un artista?

READ  Carmen Barbieri è stata toccata dalla rivelazione di dettagli sulla morte di Potro Rodrigo

Fin da quando ero piccola, mettevo sempre in scena un piccolo spettacolo per la mia famiglia quando ci riunivamo, cantavo e recitavo, e mettevo sempre in scena spettacoli con mia cugina di nome Victoria, e ho bei ricordi di quei momenti. Mi piaceva anche giocare a calcio, poi ho iniziato a farmi male, non vedevo bene perché avevo bisogno degli occhiali, quindi ho lasciato il calcio e mi sono dedicato a ciò che amavo veramente: cantare e recitare e mi sono iscritto al programma. Fattore Xdi cui ero un grande fan.

Cosa ti ha insegnato questa prima esperienza?

Era pazzesco, avevo 16 anni e condividevo la stessa casa con persone più grandi di me, ma erano artisti, amavano le mie stesse cose, anche se ero più giovane e ho imparato a comunicare l'arte con altre persone che ha avuto molte esperienze. Affrontare gli anziani è stato l’inizio del mio apprendimento.

Oltre a “Soy Luna”, hai recitato in “In Tour”, come hai avuto l'opportunità di recitare su Disney Channel?

me ne stavo andando Fattore X Ho iniziato a fare alcuni spettacoli in Italia, ma uno dei capi mi ha visto nello spettacolo e dopo una settimana mi ha dato una possibilità Versare Per una serie e mi dissero che sarebbe stata in “In Tour”, e per me è stato un sogno diventato realtà.

Chi sono i tuoi modelli: Leonardo DiCaprio, Michael Jackson e Maradona? Cosa ti piace di loro?

Guarda, ho sempre detto Maradona perché era l'unico ragazzo argentino che conoscevo e la mia famiglia è napoletana ed è come un grande idolo; Poi a livello di recitazione mi sembra che Leonardo DiCaprio sia un grande attore che trasmette e crea mondi paralleli, e Michael Jackson è il numero uno, ascolto la sua musica da quando ero piccolo ed è un riferimento come cantante e attore. ballerino per me.

READ  Grande Fratello: Chi sono i quattro e perché il complotto è stato punito?

Anche le attrici Angelina Jolie e Megan Fox sono per te dei riferimenti, ti piacerebbe lavorare con loro?

Li amo entrambi, sono attrici assolutamente straordinarie, sono incredibilmente belle (ma non scrivere questo se la mia ragazza non si arrabbia, dice ridendo). Mi piacerebbe poter lavorare con loro in un film, ma è una cosa che non prendo in considerazione perché è impossibile.

Sei anche una cantante, come va il percorso verso il Festival di Sanremo, a cui sogni di arrivare un giorno?

Mi hai colpito forte (dice sorpreso). Il Festival di Sanremo è un sogno molto grande, è un sogno per tutta la mia famiglia, perché ci riuniamo per vedere il programma, ascoltare le canzoni e dare i nostri pronostici. Sarà incredibile arrivare fin lì e poter donare questa felicità alla mia famiglia. (E il)

Ci vedremo presto a Guayaquil e Quito. Ho ricordi di questi due stadi enormi. Erano ed erano i più grandi dell'America Latina per numero di persone. Ruggero Pasquarelli, attore e cantante.