Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Rodolfo Garcia, batterista in mandra e Aquil …

Rodolfo Garcia, Lo storico batterista argentino, è morto oggi martedì alle 13.30 a seguito di Un ictus lo ha lasciato cerebralmente morto da mercoledì scorso. giocatore mandorleIl Coven, il Tantor, il Jaguar e il Los Amigo, tra le altre formazioni, sono svenuti in casa e, anche se hanno subito un intervento chirurgico, presentano un quadro irreversibile.

Ma non sarà quello che Rodolfo Garcia ricorderà. Sarà sempre un ghigno pieno di vivacità, di buone intenzioni, calmo, pronto alla simpatia e, soprattutto, a incontrarsi e farlo. Toccare. O per preservare la memoria degli eventi trascendenti della musica con cui ha dovuto convivere oliato, fissata in lui, tanto più che ha cercato diligentemente la prima enciclopedia completa e sistematica del rock argentino nel 1996, diretta da Pepo Lerno: National Rock 30 anni dalla A alla Z . Ovviamente i dati non mancavano. Aveva solo vent’anni quando García fece il primo grande passo nella sua vita da Los Larkins, la sua squadra primaria del quartiere, e rimase sbalordito tra Los Gatos e i Beatles, Ha fondato una delle principali rock band argentine: El Mandra.

Seduti dietro quei tamburi rigidi e versatili, con tocchi sottili, il movimento del sangue, temi che hanno fatto la storia. “Mestizo”, “Shape”, “Human Color”, “Il vento ti asciuga le mani”, “Parvas”, “In the Domes” … Cosa aggiungi? Dopo la disintegrazione del mandra nel 1970, Rudo intraprende un percorso che approfondisce l’ampiezza estetica, su cui si era già concentrato nel Quartetto Belgrano. Mi è stato dato il primo passo dopo con Squadra Nabia, Il gruppo in cui rimase nel 1971 e registrò l’album con lo stesso nome. Dopo questo passaggio, Litto è stato disarmato in piscina Svegliamoci in America, Garcia era una parte intrinseca dell’origine di un’altra banda dei pesi massimi: AquilarE, cosa più importante, è stata incorporata negli anni ’70 e in “quasi tutta la sua storia”. Insieme a Hector Stark alla chitarra. Il suo ex compagno di Almendra Emilio del Guercio al basso e Hugo González Neira alle tastiere, ha superato una buona parte del decennio ed è carico di musica tanto bella quanto sfuggente. Caldo quanto complesso, senza alterare l’andatura rigida e costante per i suoi toni, tamburi e cappelli rialzati. Quelle canzoni che sono anche memorabili. “Angry ducks”, “cerimonie di liquidazione”, “violenza sul prato”, “silenzio marginale” – dove si allestiscono anche cori di piacere, o “uccelli rapaci”. Sono stati cinque anni di emozioni, due dei quali in Spagna dove il gruppo, insieme a Morris, è diventato una guida essenziale per gli spagnoli che volevano fare le rocce senza copiare l’inglese come copia carbone.

READ  Laura Bossini è una profetessa nella sua terra dopo gli Oscar

Al ritorno, nel 1977, il Quartetto non ha più ceduto e Garcia – ora con Starc come ladero in trance di continuità – si è formato – Tantor, Una band intrisa di jazz-rock, prima con Carlos “Macchi” Rufino e poi con Marcelo Torres – a quel tempo, un giovane chitarrista che lo ha rotto – più un elefante entrarono nel BA Rock nel 1982. C’erano due album dal l’eredità del trio. E alcune caratteristiche distintive come “magico e naturale” che, se rispolverate, suonerebbero familiari. È passato attraverso la metà di questo progetto La Mandra è tornata con feste indimenticabili a Opras In una completa dittatura civile-militare; Meraviglioso album in studio –Valle interna– Un tour ha portato canzoni vecchie e nuove in angoli del paese che un gruppo di questo tipo non aveva mai raggiunto.

Dopo aver sperimentato con un quartetto, il batterista ha tagliato il decennio degli anni ’80 tra amici, bar, inviti e tour. Gioca con Victor Heredia e un altro con Pedro e Pablo, Oltre a intense invasioni di cucurbitacee Santiagueños, Banda Post-MPA di Petico Carabagal e Jacinto Piedra. E così, fino al 1989 lo raccolse Nessun baraka, Una band con una presenza breve, piuttosto diffusa, e la loro unica mossa è stata l’album, che è stato pubblicato nel 1991. Negli anni ’90 sono tornati alla fisarmonica in MTV non è collegata a Falco Spinetta a Los Angeles È stato uno dei suoi momenti migliori. Entrambi, all’epoca, condividevano il tema dei principi – “Mio caro alla tua finestra” – e le parole di Lewis quel giorno lo riempirono di emozione. “Voglio presentare qualcuno come il padre della musica che mi guiderà sempre, perché è una persona onesta come le poche che amo. Rodolfo Garcia, un batterista di Mandra.”

READ  Vaccinazione contro il virus corona emergente in nuovi gruppi a rischio

Ultimamente la gente lo ricorderà con enorme affetto mentre ha cantato decine di volte “La ragazza con gli occhi di carta”. Il più memorabile ovviamente è stato durante il secondo ritorno di Mendra in Glorious Feliz con Bande eterne Da Spinetta nel dicembre 2009. Ma lo faceva anche alla fine di gran parte dell’omaggio fatto a Lewis, quando ha avuto la stessa sorte. Nel ventunesimo secolo, la vita musicale eclettica di Garcia si diversificò anche in diversi progetti stilizzati. 2002 trovato armato PosPorteño, Un gruppo che è stato rianimato pochi mesi fa con Daniel Veron e il grande Alejandro del Prado. “Per quanto riguarda la musica, ciò di cui siamo più contenti è avere un suono originale e automatico. Ognuno contribuisce con quello che portano dopo molti anni alla musica, il loro bagaglio. Non solo la musica che hai suonato ma la musica che scegli di ascolta. Penso che si rifletta in quello che facciamo., Perché c’è elettricità, perché c’è un’atmosfera di tango e melonga, perché c’è qualcosa di certo nella murga, ma non come un movimento, come qualcosa di appiccicoso, fuso, ma come qualcosa che scorre naturalmente, spontaneamente, Garcia ha detto di recente Pagina 12Quando ho restituito il trio, nel marzo di quest’anno.

Un altro punto di riferimento storico della Galizia è stato registrato L’ultimo album solista di Luis Alberto Spinetta: amici. E, naturalmente, ha chiamato l’amabile quartetto jazz e cantautore che ha scritto con lo stesso Veron, più Leto Epomer e Julian Janberg. GiaguaroChi ha registrato l’album Dietro il fiume. “È un lavoro molto equilibrato, con un’ampia gamma di canzoni tranquille a temi più forti. È qualcosa che è stato messo insieme rapidamente e di conseguenza ci ha reso molto soddisfatti. Anche se siamo delusi dal fatto che appaia nel mezzo della pandemia , con tutti i disagi che ne derivano, questo non toglie nulla al nostro entusiasmo “, ha spiegato Ruddeau, già nella situazione della pandemia di ingrandimento, in un’altra delle sue recenti interviste a questo quotidiano.

READ  Georgina Barbarossa rompe il silenzio dopo che il video finale di MasterChef Celebrity è trapelato

Oltre al brav’uomo che era, oltre al suo prolifico, vario e continuo sviluppo musicale, Rodolfo Garcia vivrà per sempre nell’immaginario culturale argentino grazie alla sua gestione collettiva. Per opera tua. Per il suo impegno per l’altro, che lo ha portato, a seconda dei casi, fino alla sua nomina Direttore nazionale delle arti Sotto la presidenza di Cristina Fernandez de Kirchner, nel 2014, o di farne parte integrante La Perla de One riapre, Nel 2010. Il musicista ha avuto anche un ampio lavoro di pubblicazione nei media, ed è stata la sua ultima incursione nel programma Un mondo sparso, Che di recente lo ha condiviso con Pedro Saborido e Daniel Migiz, prima su AM 750 e poi su Radio Nacional.