Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Premier League: gli abusi e i commenti razzisti online saranno puniti senza scendere in campo per dieci anni

eIl governo britannico introdurrà una nuova legge all’inizio del 2022 per combattere abuso razzista Commenti che si verificano attraverso social networks contro atleti professionisti. Quelli che soffrono di più sono i calciatori che in questi mesi hanno visto tanti messaggi. Gli utenti rischieranno una squalifica dal calcio con ordinanze da 3 a 10 anni e infrazioni fino a sei mesi di carcere.

Durante l’ultima Coppa dei Campioni, Bukayo Saka, Jadon Sancho e Marcus Rashford E hanno ricevuto tanti messaggi di minacce e violazioni razziste dopo aver sbagliato un calcio di rigore nella finale contro l’Italia. primo ministro Boris Johnson Ha promesso di intraprendere un’azione più forte. Pochi mesi dopo, il ministro degli Interni Priti Patel ha introdotto un emendamento alla legge: “Questa estate abbiamo visto questo bellissimo sport segnato da Vergognoso razzismo dei troll online, che si nascondeva dietro le console e abusava dei nostri calciatori. “Il razzismo è inaccettabile e il calcio è stato colpito da questo vergognoso flagello per troppo tempo”, ha detto Patel a Sky Sports.

È una piaga che ha colpito il calcio inglese in molte occasioni. I casi di calciatori, che sono stati oggetto di abusi razzisti sui social media, sono raddoppiati negli ultimi anni. I club della Premier League hanno boicottato i podi nel fine settimana della scorsa stagione e hanno chiesto misure più severe. per risolverlo, Il governo britannico agirà all’inizio del prossimo anno.

READ  Battaglia è ancora al Boca: dettagli sul contratto