Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché sempre più squali “pugnalano” con il pesce spada?

A metà agosto si è diffusa la notizia del ritrovamento di uno squalo vicino a Benidorm con una ferita coerente con un attacco di pesce spada. Sfortunatamente, questo non è più un fenomeno insolito, come sempre di più Squali “pugnalati” con pesce spada in diverse località costiere. Quindi spieghiamo le principali ipotesi sul perché rimane un mistero per la scienza.

Hanno trovato uno squalo attaccato da un pesce spada morto a Benidorm

In questo caso si tratta di una verdesca lunga due metri che è stata avvistata dopo essere stata disorientata in un’area con un gran numero di bagnanti ed è stata poi salvata dalla squadra dell’Oceanogràfic di Valencia.

Tuttavia, poiché era in buona salute, Lo squalo è stato rilasciato nel suo habitat naturale (il mare). Quello che gli esperti non si aspettavano era il ritrovamento, poche ore dopo, dello stesso esemplare morto nel comune di El Campello.

Ma la cosa più sorprendente e inquietante è la scoperta della causa della sua morte. Una piccola ferita sotto la palpebra dello squalo corrisponde all’attacco aguzzo del naso di un pesce spada.

La storia degli squali “colpiti” dal pesce spada

Come abbiamo detto, cosa è successo a Benidorm? Non è un fatto isolato. Sebbene gli scienziati non sappiano come spiegare la causa di questi attacchi, il fatto è che sempre più squali vengono “pugnalati” da un pesce spada.

Il primo caso di cui esistono prove scientifiche si è verificato a Valencia a metà 2016. Giorni dopo aver salvato uno squalo morente a terra, un gruppo di esperti guidato da Jaime Benades, un ricercatore dell’unità di zoologia marina dell’Università di Valencia, trova un frammento di spada incastonato nel suo cervello… L’attacco avrebbe potuto essere così brutale che la spada ha perforato il cervello dello squalo e lo ha diviso in due.

READ  Profilo radio | Rock, fantascienza, calcio e letteratura in 7 libri per sorprendere papà

Dopo aver pubblicato un articolo che dettagliava le loro osservazioni, nella prima pubblicazione scientifica specifica su questi tipi di attacchi, articoli simili sono apparsi in Libia e in Italia. e giugno 2019, Raggiungi la stessa squadra Penadés Identifica almeno cinque attacchi simili.

Perché sempre più squali vengono attaccati da un pesce spada?

Questa è la domanda principale degli scienziati coinvolti in varie indagini sugli attacchi di pesce spada agli squali. Sebbene non abbiano ancora una sola teoria, concordano sul fatto che questi episodi seguono determinati schemi.

Iniziare, Tutti gli attacchi di pesce spada hanno colpito la testa degli squali, mostrando alcune intenzioni. Nella maggior parte dei casi, gli affondi sono diretti direttamente al cervello o agli occhi, che sono strutture vitali. In altre parole, non saranno attacchi casuali o accidentali.

Tuttavia, la scarsità di casi documentati non permette di dire se ci sia davvero una tendenza a questi organi, o se siano comuni anche attacchi ad altre parti del corpo.

Non ci sono nemmeno dati sufficienti per sapere se si tratterà di un meccanismo difensivo o di un’aggressione preventiva del pesce spada.. Anche se, visto il comportamento della specie e la marcata differenza di taglia, è più probabile che il pesce spada abbia agito per legittima difesa.