Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Pablo García López torna al Teatro Cordovan con “Il Turco in Italia” di Gioachino Rossini

Pablo García López torna al Teatro Cordovan con “Il Turco in Italia” di Gioachino Rossini

CÓRDOBA, 4 giugno (stampa europea) —

Pablo García López interpreta nuovamente Bazar nei panni di Cordovan al Teatro Real Madrid, questa volta con “Il Turco in Italia” di Gioachino Rossini, nuova produzione del Teatro Real, in coproduzione con Opéra de Lyon (Francia) e New National Theatre Tokyo (Giappone) ), che è stato aperto questa settimana e durerà fino al 12 giugno.

Così, secondo le informazioni fornite a Europa Press dallo stesso tenore, saranno in totale dieci esibizioni in cui il cantante cordovano condividerà il palco con Lisette Oropesa, Alex Esposito, Florian Sempé, Misha Kyria e Edgardo Rocha, tra gli altri.

Questa commedia slapstick è diretta dal famoso maestro della commedia ed esperto Laurent Bailey, e la direzione musicale è di Giacomo Sagripanti.

Rappresentato per la prima volta il 14 agosto 1814 alla Scala di Milano (Italia), su libretto di Felice Romani, tratto dal libretto di Caterino Mazzola, questo buffone drammatico russo racconta in due atti le avventure di Selim, principe turco che, quando arriva a Napoli, flirta con Fiorella, sposata con lo stupido don Geronio.

Riguardo al suo personaggio ne Il Turco in Italia, Pablo García López ha commentato: “È un piacere tornare al Teatro Real, ed è anche più speciale perché l’ultima volta che ‘Il Turco’ è stato rappresentato a Madrid (Teatro Zarzuela 1991) era la voce di Albazaar Il mio maestro Juan Luc.”

Inoltre, il prossimo ottobre Cordovan tornerà al Real Theatre nel ruolo di Paco Vigilana, nella produzione de “La Regenta”, libretto superiore di Leopoldo Alas Clarin, che si è ritagliata una nicchia nel repertorio operistico e apre per la prima volta grazie a Teatro Real e Naves del Español.

READ  distintivo? Si tratta di Wout Van Aert – la rivista del mondo del ciclismo

Pablo García López

Dopo la partecipazione a “Il Trittico” e a “Les Nuits d’etè” di Hector Berlioz, Pablo García-López continua una stagione in cui il suo nome compare in alcuni dei titoli più commentati degli ultimi mesi, come Hadrian di Rufus Wainwright al Teatro Real; Orphée di Philip Glass, commissionato dal regista teatrale Rafael Villalobos nella nuova produzione di Teatro Real e Teatros del Canal, oppure La Tarara/123, concerto con la pianista Rosa Torres Pardo al Teatro Villamarta de Jerez (Cadice), con brani popolari di Federico Garcia Lopez.

Come tocco finale alla stagione estiva, il tenore farà tappa al Festival Internazionale di Krumlov, per presentare un concerto con solisti spagnoli della classifica del chitarrista Rafael Aguirre e del soprano Beatriz Diaz, insieme all’Orchestra Filarmonica di Praga, diretta da Manuel. Hernández Silva.

Recentemente, la Royal Academy of Sciences, Fine Letters and Noble Arts di Córdoba ha riconosciuto Pablo García López come Accademico per la sua carriera artistica e il suo contributo al mondo della cultura.