Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Unione Europea considera l’invasione russa dell’Ucraina una “minaccia esistenziale” per il continente

L’Unione Europea considera l’invasione russa dell’Ucraina una “minaccia esistenziale” per il continente

Per l’Unione Europea la guerra della Russia in Ucraina rappresenta una minaccia esistenziale per l’intero continente (Reuters/Stringer)

Alto Rappresentante di Unione Europea per gli affari esteri, Josep BorrellVenerdì ha detto che l’invasione russa A Ucraina Rappresentare”Una minaccia esistenziale per l’intero continente Dicendo che Vladimir Putin potrà avanzare verso altri paesi se riuscirà in questo attacco contro le forze ucraine.

Le dichiarazioni di Borrell sono arrivate nel corso di un discorso al St Anthony’s College dell’Università di Oxford, in cui ha analizzato la situazione geopolitica globale e, in particolare, i due conflitti armati che il mondo si trova attualmente ad affrontare. E così nel suo dipinto intitolato “L’Europa deve affrontare due guerre” Ha insistito affinché sempre più voci si rendessero conto che l’esito della guerra a Kiev avrà implicazioni globali oltre questi confini.

Già il giorno prima Downing Street aveva esortato Londra a farlo Costruire una nuova relazione post-Brexit con particolare attenzione alla difesa e alla sicurezza Perché ci sono molte questioni che gli alleati stanno affrontando e che riguardano anche il Regno Unito, pur essendo al di fuori del blocco. Allo stesso modo, Borrell ha fatto riferimento al caso del presidente francese, Emanuele MacronIl che parla sempre di più dell’importanza Fornire alle forze armate di Kiev l’artiglieria e il sostegno necessari per la sconfitta Sul fronte della battaglia.

Borrell ha sottolineato la posizione della Francia, che ha compreso la portata della minaccia russa all’Europa (Europe Press)

Tuttavia, l’Alto Rappresentante ha sottolineato che, a suo avviso, il mondo non è ancora pronto ad affrontare le dure condizioni e “il pericolo del momento attuale”, con la crescente presenza di violenza e odio a scapito della pace. A questo proposito, ha sottolineato che, nonostante gli importanti passi compiuti per unire gli sforzi per combattere questa tendenza, “svegliarsi è una cosa e trovare la forza per alzarsi dal letto è un’altra”. Considerò: “In alcuni casi siamo ancora a letto”.

READ  Uno per uno, quali legislatori hanno votato per nazionalizzare l'YPF nel 2012?

Fu allora che colse l’occasione per aumentare il conflitto metà est Nel suo discorso, ha lamentato che quando l’Europa ha iniziato a fare i conti con gli scontri in Ucraina, “è scoppiata un’altra guerra”.

Riguardo a questo problema, ha chiesto e riconosciuto una rapida soluzione pacifica Gli europei hanno una forte responsabilitàPensava che dovesse essere raggiunto Un accordo sulla terra “condivisa” tra palestinesi e israeliani. Ma ha espresso il suo rammarico per la posizione del primo ministro. Benjamin NetanyahuChe lo ha accusato di ostacolare i tentativi di soluzione a due Stati, cosa che l’Europa ancora non capisce.

Borrell chiede una soluzione a due Stati tra Israele e Palestina

In ogni caso, ha sottolineato che l’ottimismo non è stato abbandonato, poiché il processo di pace, ad esempio, in Irlanda del Nord sembrava impossibile, ma dopo anni di pazienti trattative, nel 1998 è stato firmato l’Accordo del Venerdì Santo, che ha posto fine al conflitto . Al conflitto settario tra protestanti fedeli alla Gran Bretagna e cattolici fedeli all’Irlanda.

Infine, ha sottolineato che una delle altre chiavi per affrontare le crisi attuali è: Diversificare i collegamenti commerciali Oppure approfondire la cooperazione con coloro che condividono i valori e gli interessi degli alleati del blocco, come nel caso di Londra. Pertanto, ha invitato a considerare altri attori e potenze medie, come India, Brasile, Arabia Saudita, Sud Africa e Turchia, e a non trascurare il ruolo degli Stati Uniti e della Cina.

(Con informazioni da EFE)