Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia prevede di riaprire le porte ai turisti vaccinati a metà maggio

L’Italia è pronta ad accogliere i turisti fortificati e il suo obiettivo è farlo prima del resto dell’Unione Europea. Il primo ministro italiano Mario Draghi ha annunciato che il paese presenterà un certificato per consentire l’ingresso ai visitatori che soddisfano questi criteri entro poche settimane. “Non aspettiamo fino a metà giugno per ottenere il certificato verde dall’Unione Europea. A metà maggio i turisti possono ottenere il certificato italiano, quindi ora è il momento di prenotare la tua vacanza in Italia”.Lo ha detto Draghi dopo una riunione dei ministri del turismo del G20 questa settimana, anche se non sono stati forniti ulteriori dettagli su questa iniziativa (vedi il Vaticano sta riaprendo i suoi musei).

L’Italia è uno dei paesi che attualmente compete per l’attenzione internazionale. “Ovviamente non vediamo l’ora di darti il ​​benvenuto di nuovo.” L’ex presidente della Banca centrale europea (Bce) ha giustificato, pur affermando che “il turismo tornerà ad essere forte in Italia e più forte di prima” e ha considerato che il turismo “gioca e giocherà un” ruolo fondamentale “nella ripresa economica globale.

L’Italia sta valutando la possibilità di riaprire le porte al turismo a metà mese.

Pertanto, i viaggiatori vaccinati potranno visitare il paese senza la necessità di quarantena da metà maggio. “Siamo lieti che l’Italia sia pronta ancora una volta ad aprirsi agli affari”, ha detto l’Ufficio Nazionale del Turismo italiano dopo l’annuncio di Draghi, secondo i media specializzati. Travel Mall.

In questo modo, i turisti vaccinati non avrebbero dovuto affrontare restrizioni di viaggio in Italia fintanto che avessero avuto un test COVID-19 negativo effettuato 48 ore prima del loro arrivo, osserva.

Nello specifico, il governo italiano si riunirà nuovamente la prossima settimana per valutare la situazione epidemiologica e stabilire quando e Come alleviare le restrizioni.

READ  La qualità dell'offerta e l'epidemia guidano l'enoturismo

Pietra

Una delle prime restrizioni che il CEO italiano sta pianificando L’eliminazione è obbligatoria per cinque giorni di quarantena Per chi entra in Italia da un Paese europeo, con progressi Corriere della Sera. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha già deciso che non rinnoverà il decreto che impone la quarantena, che scade il 15 maggio.

L’amministratore delegato inoltre, sulla base dell’evoluzione del virus, sta valutando la data in cui può cadere la quarantena anche per chi arriva in Italia dagli Stati Uniti.

Circa l’11% degli italiani era completamente vaccinato, mentre un quarto di loro ha ricevuto la prima dose del vaccino.