Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia manterrà le scuole aperte durante l’estate per riportare i bambini nella comunità

Roma.- Soprattutto l’anno scorso, durante la prima ondata del coronavirus, dopo polemiche in uno dei Paesi più europei “Papà“- Funzioni di domande a distanza, meno nelle lezioni faccia a faccia, L’Italia ora sta cercando di cambiare le cose. A più di un mese dalla fine dell’anno scolastico 2020-2021, iniziato lo scorso settembre, ha annunciato con grande clamore che le scuole sarebbero state aperte in estate.

A pochi giorni dalla riapertura, tornano ristoranti e bar, anche se solo fuori, con cinema, teatri, musei e le Zone Gialle (15 regioni, la maggior parte d’Italia) che rappresentano il 70% degli studenti delle scuole superiori. ), Il Ministero dell’Istruzione ha rivelato che sta preparando un piano per l’estate da metà giugno a metà settembre. Lo scopo è aiutare gli studenti a ritrovare il loro senso di comunità.

LI ragazzi, a tutti i livelli ed età, non sono tenuti a partecipare, ma volontariamente. Gli insegnanti possono partecipare solo se lo desiderano e riceveranno una quota aggiuntiva se lo desiderano.

“Sarà un ponte per il prossimo anno scolastico, un ponte a settembre, e un’opportunità per un’altra estate”, ha spiegato il ministro dell’Istruzione Patricio Bianchi, spiegando che il programma è pensato appositamente per i bambini in difficoltà. Con più competenze morali e correlate, passa al prossimo anno scolastico senza interruzioni ”.

L’Italia ha riaperto lunedì scorsoAFP

L’idea è che ci siano lezioni in alcune materie, laboratori, corsi di musica, arte e sport, così come per gli anziani, corsi di autogestione e stage sono tutti sicuramente gratuiti.

Di conseguenza, il governo ha deciso di fornire niente di meno 520 milioni di euro Per il programma estivo è possibile accedere a più di un importo consistente in base ai corsi e alle attività che ciascuna scuola decide di organizzare.

READ  Spia: la Russia espelle un ambasciatore dall'ambasciata italiana

Come descritto Courier della sera, Piani per dividere l’estate in tre fasi. Il primo sarà nelle ultime due settimane di giugno, ei risultati finali saranno “rinforzi e miglioramenti delle competenze” su base individuale o di gruppo in materie classiche come l’italiano, la matematica o l’inglese.

Nei mesi di luglio e agosto, in piena estate, si svolge invece la Fase 2, con l’obiettivo di rafforzare la comunità oltre le competizioni, la musica, l’arte, la creatività, lo sport, l’educazione civica, l’ambiente e il digitale. Infine ci sarà una fase 3 a settembre, che contribuirà a rafforzare e migliorare le competenze nel quadro dell’introduzione per il nuovo anno scolastico.

Nazione

Konok The Trust Project