Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Europa è vicina a imporre un embargo energetico alla Russia |  I ministri dell’Energia dell’Unione Europea si incontreranno la prossima settimana per discutere il taglio del gas a Polonia e Bulgaria

L’Europa è vicina a imporre un embargo energetico alla Russia | I ministri dell’Energia dell’Unione Europea si incontreranno la prossima settimana per discutere il taglio del gas a Polonia e Bulgaria

IlLunedì i ministri dell’Energia dell’UE terranno una riunione straordinaria per affrontare la situazione energetica nel mercato comunitario nel contesto dell’invasione russa dell’Ucraina E dopo la Russian State Gas Corporation, Gazprom ha deciso di tagliare le forniture a Polonia e Bulgaria Questa settimana a causa del rifiuto dei due paesi di pagare il gas in rubli come richiesto dal Cremlino.

Il dibattito cercherà di garantire l’approvvigionamento e le riserve di gas nell’UE, nonché il flusso all’interno del mercato comunitario. Si concentreranno inoltre sulle potenziali misure che saranno attuate per gestire l’uso del gas e gli acquisti congiunti di gas nel mercato unico in modo coordinato tra gli Stati membri con l’obiettivo di stabilire una posizione comune. Anche se il pagamento del rublo non dovrebbe essere un punto all’ordine del giorno.

Editoria in lingua inglese

Il Il Regno Unito ha annunciato che invierà 8.000 soldati dell’esercito britannico per partecipare alle esercitazioni militari nei paesi dell’Europa orientale. Dove si stanno preparando ad affrontare l’aggressione russa. I ministri dell’Energia dell’Unione europea si incontreranno lunedì in modo insolito dopo la decisione della Russia di tagliare le forniture a Polonia e Bulgaria. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite affronterà gli attacchi a Kiev durante la visita del Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Le forze britanniche invieranno 8.000 dei loro soldati nell’Europa orientale, dove schiereranno anche carri armati in un’azione congiunta con la NATO. e il Joint Expeditionary Force di Danimarca, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Svezia e Norvegia. In questo senso, il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace, ha sottolineato che “la sicurezza dell’Europa non è mai stata così importante. In queste esercitazioni, le nostre forze si uniranno agli alleati e ai partner della NATO e alla Combined Expeditionary Force nel dimostrare solidarietà e forza in uno dei più grandi schieramenti congiunti dalla Guerra Fredda”.

READ  Lunedì la Russia lancia un ultimatum per arrendersi a Mariupol, la città punibile in Ucraina che è assediata dalle forze russe.

Il ministero della Difesa britannico ha spiegato che l’operazione era stata pianificata da tempo e che era stata rafforzata dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Decine di carri armati saranno schierati dalla Finlandia alla Macedonia del Nord. Il comandante dell’esercito britannico Ralph Wooddis ha dichiarato: “Il Regno Unito offre un contributo significativo alla difesa dell’Europa e alla deterrenza dell’aggressione russa. La serie di esercitazioni dell’esercito britannico è essenziale per entrambi”. “La portata del dispiegamento, combinata con la professionalità, l’addestramento e l’agilità dell’esercito britannico, scoraggerà un’aggressione su una scala mai vista in Europa in questo secolo”, ha aggiunto.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite prevede di discutere l’attacco missilistico registrato a Kiev giovedì questa settimana, mentre il segretario generale dell’organizzazione, Antonio Guterres, ha visitato la città, secondo l’attuale capo dell’organizzazione. Nella visita del Segretario generale a Kiev ieri ci sono stati attacchi missilistici contro la città “di grande preoccupazione”, ha affermato l’ambasciatrice britannica Barbara Woodward, che presiede il Consiglio di sicurezza per il mese di aprile. La diplomatica ha spiegato che la sua delegazione è stata in contatto con il Segretario generale delle Nazioni Unite e che sia Guterres che la sua squadra stanno bene, ma ci sono notizie di vittime civili. Giovedì due proiettili hanno colpito Kiev mentre il capo delle Nazioni Unite era in città.