Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’eredità di Giorgio Armani: cosa succederà al suo impero della moda dopo la sua morte?

L’eredità di Giorgio Armani: cosa succederà al suo impero della moda dopo la sua morte?

di Luana Urguilla Murcia | 9 novembre 2023 alle 11:30

Giorgio Armani, il famoso stilista e uomo d’affari italiano, Ha 89 anni ed è consapevole della sua morte. per questa ragione, Ha espresso i suoi desideri in un testamento, Assicurando così il percorso verso la sopravvivenza della sua eredità.

L’assenza di eredi diretti ha aperto un capitolo interessante nel destino del marchio Armani, valutato 11,2 miliardi di dollari secondo le stime della rivista. Forbes.

secondo RepubblicaIl mistero che circonda il futuro di Armani ruota attorno alle sue tre nipoti più vicine: Silvana e Roberta, figlie del defunto fratello Sergio, e Andrea Camerana, figlio della sorella Rosanna.

Armani possiede il 99,9% del gruppo imprenditoriale, del valore di 2,35 miliardi di dollari. Il restante 0,1% va alla fondazione che porta il suo nome. Ma, Le recenti voci sull’interesse di una società francese ad acquisire la società hanno scatenato speculazioni.

Il designer italiano ha rifiutato l’idea di vendere la sua azienda a un gruppo straniero, riconoscendo che la sua eredità è legata alla sua essenza e visione. Ha sottolineato che il futuro di Armani deve riflettere la sua identità e i suoi valori.

Le ultime volontà di Armani rivelano un piano dettagliato per il futuro della sua azienda, delineando una struttura azionaria che garantisca continuità in linea con la sua eredità. Identifica sei classi di azionisti (da A a F) con differenze nei diritti di voto, prendendo decisioni difficili nella gestione della società.

Il socio A deterrà il 30% del capitale; Partner F 10% e tutti gli altri 15% ciascuno. Ma ogni azione di Classe A avrà diritto a 1,33 voti e ogni azione di Classe F avrà diritto a 3 voti. Un rapido conteggio mostra che tra A + F riceveranno il 40% del capitale, ma cosa più importante: aggiungeranno il 53% dei voti alle assemblee.

READ  Dopo anni di lontananza, il padre di L-Gante è apparso e ha cercato di contattarlo: cosa ha detto il musicista

Anche per determinare i loro stipendi, deve essere approvato da “almeno il 51%”, altrimenti “i membri del consiglio non riceveranno alcun compenso”, si legge nel documento pubblicato. Il Corriere della Sera.

A partire dagli anni ’80, Giorgio Armani ha disegnato i guardaroba di molte star come Richard Gere, Leonardo DiCaprio, Penelope Cruz e Christian Bale in molti film, ed è diventato lo stilista preferito delle attrici più famose al mondo.

Leggi anche

divertimento

Iñigo Quintero: la rivelazione musicale della Spagna che invade i social network

Una canzone del giovane spagnolo ha accresciuto la sua popolarità senza il supporto di case discografiche, agenzie pubblicitarie o la produzione di un video. come ho fatto? Qui te lo diciamo.