Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La vera storia di Noma Torcatti della “Comunità della neve” è raccontata dai sopravvissuti alla tragedia

La vera storia di Noma Torcatti della “Comunità della neve” è raccontata dai sopravvissuti alla tragedia

Il 4 gennaio il film è stato presentato in anteprima su Netflix Associazione NeveDel regista spagnolo Juan Antonio Bayona Incidente del volo 571 dell'aeronautica uruguaiana, 13 ottobre 1972 Quando si è trasferito a Squadra di rugby dell'Uruguay Antichi cristiani Al Cile. L'aereo si è schiantato sulle Andein quella che oggi è conosciuta come la Valle delle Lacrime, e Solo 16 passeggeri sono riusciti a sopravvivere Dopo 72 giorni vissuti nelle peggiori condizioni immaginabili.

Il film viene affrontato dalla prospettiva Noma Torcati, Giovane, 24 anni, studente di giurisprudenzaÈ stato invitato al viaggio dal suo amico Alfredo “Pancho” Delgado, che ha insistito per andare perché il biglietto era economico.

Leggi anche: “Snow Society”, un ricordo brutale e schietto di una tragedia andina proveniente da altrove

Tennessee Ho parlato con due sopravvissuti alla tragedia di Los Andes, Carlitos Páez Villaro e Roberto CanessaChi ha descritto quel ragazzo entusiasta che era la chiave della convivenza all'interno della fusoliera dell'aereo divisa in due metà. accanto a, Enzo VugrincicL'attore che lo ha interpretato nel lungometraggio ha rivelato tutto quello che sa su Torcatti.

Carlitos Páez Villaro, sopravvissuto alla tragedia andina (Foto: Instagram/carlitospaezr)

“Non lo conoscevo. Era amico di Pancho Delgado.” L'ho incontrato sull'aereo. Ha giocato a calcio per il San Ignacio de Loyola. Non per il rugby, però Si è adattato molto bene al gruppo“Carlitos Baez ha esordito dicendo in una telefonata con questo mezzo.

Noma non aveva molti contatti con gli altri giocatori di rugby perché non li conosceva. Era un attivista studentesco e aveva quattro fratelliUno di loro è un gemello di nome Leandro. Lo ha ricordato un altro di loro, Daniele Torcati, in un'intervista rilasciata per il podcast intitolato Ande. 72 giorni in montagna“Era un ragazzo normale, molto atletico. Amava davvero giocare a calcio“.

READ  Frank Grillo sarà "Lamborghini" al posto di Antonio Banderas

Baez ha sottolineato:Una forza spirituale importante“Dallo studente che era vitale per la sopravvivenza degli altri membri dell'equipaggio.

Numa Torcati è morto dopo più di 60 giorni in montagna (Foto: Twitter Capture/@filmbayona)

Numa Torcati è morto dopo più di 60 giorni in montagna (Foto: Twitter Capture/@filmbayona)

D’altro canto, il sopravvissuto ha parlato della scena del film in cui il personaggio interpretato da Vujrincic consegna un pezzo di carta ai suoi amici sul letto di morte con la seguente frase: “Non c'è amore più grande di quello di una persona che dà la vita per i suoi amici.“.”Quel pezzettino di carta significava amicizia, era un momento speciale. “Questa frase è in realtà di San Giovanni”, ha commentato Páez Vilaro.

Alla domanda su come la morte di Torcatti abbia influenzato il gruppo, ha osservato: “Aveva più peso perché sapevamo che saremmo potuti essere i prossimi“. Per questa parte, Roberto Canessa Ricordava l’amico con grande affetto: “Numa si è sacrificato per gli altri. Era un uomo eccezionale“.

Roberto Canessa è un sopravvissuto alla tragedia andina (Foto: Twitter capture/roybattyforever)

Roberto Canessa è un sopravvissuto alla tragedia andina (Foto: Twitter capture/roybattyforever)

Riguardo al modo in cui il calciatore ha vissuto nelle dure condizioni della montagna e alla decisione di ricorrere all'antropofagia per sopravvivere, il sopravvissuto ha detto: “È stato difficile per lui adattarsi al cibo“.

Intervento di Enzo Vugrincic, l'attore che ha interpretato Numa Torcatti

Durante un'intervista con TennesseeL'attore uruguaiano Enzo Vugrincic ha parlato della vicenda del rugby e del Noma Torcati. “Conobbi la storia quando avevo 12 anni al liceo. Uno dei sopravvissuti venne a tenere una conferenza e lì rimasi colpito dalla storia.Non potevo credere che fosse vero. “La storia la conoscevi già anche prima, ma quando chi la racconta diventa più forte, perché non è più lui a raccontarla in terza persona, allora passa ad un altro livello”, cominciò a raccontare.

READ  Dal prosciutto alla zuppa: la Spagna, il centro della gastronomia mondiale - Società

Quando gli è stato chiesto della morte dell’ultimo membro dell’equipaggio del volo 571, l’artista ha detto: “Sono andato a cercarlo Ci sono pochissime informazioni sul Noma. Fortunatamente Jota (Baiona) e la produzione del film si sono occupati di mettermi in contatto con gli amici di Noma che lo conoscevano, che viaggiavano con lui fin da quando era piccolo, persone che giocavano a calcio con lui e che lo conoscevano dai tempi della scuola. .. . COSÌ Ho contattato la famiglia per conoscerli direttamente in qualche modo.“.

Enzo Vugrincic nel ruolo di Numa Torcatti (Immagine: Netflix Press)

Enzo Vugrincic nel ruolo di Numa Torcatti (Immagine: Netflix Press)

“La prima cosa che sapevo di Noma era la sua casa e i suoi fratelli Mi hanno mostrato la loro casa e abbiamo fatto un giro, ricordando le storie.Ha aggiunto: “Come si è alzato e come avrebbe dovuto svegliarsi… dettagli preziosi della sua vita quotidiana e ho avuto modo di conoscerlo come dall'interno”.

Leggi anche: 50 anni dopo il salvataggio dei rugbisti uruguaiani sulle Ande

Vugrincic ha sottolineato che il giovane era molto popolare: “Il sentimento è molto condiviso tra le persone che ne parlano. Gli amici parlavano di lui come Il loro migliore amico Si rompono davvero ed è difficile per loro esprimere il loro amore per Noma, quindi impari molto rapidamente quanto sia speciale questa persona. Questo è stato il punto più forte per me: incontrare la famiglia e gli amici“.

L'attore Enzo Vugrincic, a sinistra, e il regista JA Bayona posano per una foto per promuovere il film "Associazione Neve" Venerdì 27 ottobre 2023 a Los Angeles.  (Foto AP/Ashley Landis)

L'attore Enzo Vugrincic, a sinistra, e il regista JA Bayona posano per una foto per promuovere il film “The Snow Society” venerdì 27 ottobre 2023 a Los Angeles. (Foto AP/Ashley Landis)di: AP

Numa era una persona molto nobile, con valori molto chiari, una famiglia molto presente e radici familiari molto forti. Questo gli ha dato stabilità e forza che si sono mostrate molto bene in montagna.. Inoltre lo è Era testardoSentiva che poteva e sarebbe stato in grado di farlo, e non c'era niente da offrirgli, un posto di nobiltà e il desiderio di aiutare gli altri”, ha descritto Torcatti.

READ  Danik Michell e le ultime foto di las que nadie deja de hablar en Instagram

Infine, l’attore ha chiuso: “Per me Me lo hanno sempre descritto come un amico dei loro amici. Sono rimasto con quello perché lo definisce in una certa misura.

Morte di Numa Torcatti

Il film di Bayona mostra Noma che muore per un'infezione al piede dopo una ferita riportata quando ha calciato il parabrezza dell'aereo fuori dalla fusoliera dopo che una valanga li ha lasciati nella neve per tre giorni. Tuttavia, ciò non è avvenuto nella realtà. Kanisa L ha rivelato Tennessee Quale Torcatti si è slogato un piede durante una spedizione e il sangue gli si è accumulato nella caviglia. Che non è stato possibile prosciugarlo del tutto, provocandone la morte.

Il momento in cui i giocatori uruguaiani erano sulle Ande.  (Foto: Archivio dei sopravvissuti alla tragedia delle Ande)

Il momento in cui i giocatori uruguaiani erano sulle Ande. (Foto: Archivio dei sopravvissuti alla tragedia delle Ande)

La sua morte ha messo sotto pressione me e Nando Parrado, che eravamo in una posizione fisica migliore per uscire allo scoperto e chiedere aiuto.. “Se continuiamo ad aspettare, diventeremo più deboli”, ha concluso il 70enne, che era al primo anno di medicina quando è avvenuto l'incidente.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Un gruppo di persone ha cercato di impadronirsi di un terreno a La Matanza e ne è seguito uno scontro: quattro sono stati uccisi

Catalina divenne la nuova persona eliminata dal Grande Fratello e i meme scoppiarono

Calano i prezzi della carne: quanto costano adesso e perché?