Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La stampa mondiale si arrende alla brillante partita di Neco Williams, “l’incubo” per l’Italia

La stampa mondiale si arrende alla brillante partita di Neco Williams, “l’incubo” per l’Italia

Venerdì 21 giugno 2024 alle 08:03

La Coppa dei Campioni è un palcoscenico dove tutto viene ingigantito. Grandi partite come quella giocata ieri da Neco Williams contro l’Italia, decisiva per la vittoria della Roja e vero grattacapo per l’Azzurra, raggiungono l’orbita internazionale. Fiumi di inchiostro sono versati per elogiare le prestazioni atletiche dell’attaccante, soprattutto nella scelta di Luis de la Fuente al fianco di Lamine Yamal. “Incubo”, “selvaggio”, “pericolo costante”. Neanche nella stampa sportiva internazionale c’erano descrizioni che spiegassero la sua dedizione alla nazionale.

Innanzitutto, il punto di vista concorrente. Il principale quotidiano sportivo italiano, La Gazzetta dello Sport, racconta ampiamente la sconfitta dell’Azzurra contro la Spagna. Un incontro in cui “La Roja ha fatto ballare la squadra di Spalletti”. Indicano Nico come il principale “colpevole”. “Di Lorenzo ricorderà a lungo il ribelle Neco Williams”, sottolinea in uno dei suoi articoli. “Abbiamo perso quasi tutti i duelli. La Spagna è stata più verticale e meno compromettente: ci hanno fatto ballare». Anzi, nelle sue valutazioni evidenzia l’esterno dell’Athletic come il miglior giocatore, un “incubo” per l’Italia.

E in Francia? Anche L’Equipe ha ricevuto elogi per il suo rapporto. Neco Williams, “il sempre pericoloso”, ha disputato una “grande partita contro l’Italia”. «Pericoloso con un colpo di testa nei primi minuti, l’esterno dell’Athletic Bilbao ha mandato il cross vincente, che Calafiore ha messo nell’autogol. La sua potenza ha causato scompiglio e il suo sacrificio meritava un finale migliore della palla che colpisce la traversa. “Sta ancora aspettando di segnare il suo primo gol nella competizione, ma con così tanta attività, non dovrebbe volerci molto”, ha detto nel suo resoconto della partita di Williams, il giocatore più eccezionale. “La Williams ha causato l’incendio”, ha conclude nella sua valutazione individuale Donnarumma ha interpretato il ruolo del pompiere.

READ  Wanda Nara rompió el silencio sobre los rumors de Crisis con Icardi: "No dejé a Mauro; estoy felizmente casada"

Anche in Inghilterra puntano sul giocatore biancorosso. The Sun parla di “gemelli meravigliosi Neco Williams e Lamine Yamal” come leader di una “danza gioiosa tutta la notte” con Rhodri “che stabilisce il ritmo”. Il Guardian ha concluso che “il povero Giovanni Di Lorenzo ha subito una terribile persecuzione da parte di Williams”, citato nella sua cronaca della partita ben sette volte.

In Germania, Der Spiegel offre un’analisi più tecnica: “L’impressione che questa squadra spagnola sia completamente diversa è dovuta principalmente al fatto che ci sono due nuovi giocatori in questa squadra, Lamine Yamal e Neko Williams, la cui tattica si concentra sui loro punti di forza. ” . Yamal, il giocatore più giovane nella storia della Coppa dei Campioni a 16 anni, gioca sulla fascia destra. A sinistra c’è Neco Williams, 21 anni, nominato migliore in campo contro l’Italia. Sono entrambi veloci, tecnicamente brillanti, coraggiosi e forti nel dribbling. Ecco perché gli spagnoli cercano ripetutamente di portare la palla a uno di questi due attaccanti: il più velocemente possibile e in un momento in cui l’avversario non è dalla sua parte. L’obiettivo sono le posizioni individuali sulla fascia. I negoziatori spagnoli li picchiano molto spesso.

Questo contenuto è esclusivo per gli abbonati

Accesso per un mese intero a soli 0,99€