Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Francia ha vissuto il decimo sciopero: rivolte e repressione poliziesca

La Francia ha vissuto il decimo sciopero: rivolte e repressione poliziesca

2023-03-28_una_nuova_ondata_di_proteste.jpg

Totale 740mila persone si sono radunate in Franciadi cui 93.000 a Parigi”, ha riferito BFMTV, citando il ministero dell’Interno francese, mentre da La Federazione generale dei lavoratori ha stimato il numero di manifestanti in circa due milioni in tutto il paese. Industriali, commercianti, sindacalisti e studenti Hanno espresso il loro rifiuto categorico delle azioni di Macron.

Il ministro dell’Interno Gerald Darmanin ha detto che i giovani radicali Progettavano di “distruggere, ferire e uccidere” Per questo motivo, viene ordinato di diffondersi “Inedito” per 13.000 agenti di polizia in tutto il Paese.

Francia: il decimo sciopero consecutivo colpisce Macron

da 19 gennaioRiuscì, alla data della prima manifestazione, a mobilitare centinaia di migliaia di persone (3,5 milioni il 7 e 23 marzo, secondo il sindacato CGT) in grandi proteste pacifiche, ma senza successo.

Ultima chiamata rimasta giovedì scorso 457 detenuti e 441 agenti di polizia I gendarmi sono rimasti feriti, la maggior parte in disordini seguiti a manifestazioni di oltre un milione di persone in tutta la Francia, secondo le autorità.

Le immagini della battaglia campale sono tornate in prima pagina sabato durante le proteste contro una diga agricola destinata alle imprese agroalimentari Saint-Sullen (Centro-Ovest), che ha lasciato in coma due manifestanti.

Nel contesto della crescente tensione, Macron e il primo ministro Elizabeth Bourne hanno confermato che avrebbero “comunicato” con i sindacati, punta di diamante delle proteste da gennaio, ma senza cedere alla loro richiesta di ritirare la riforma.

Risposta della gilda

Laurent Berger, leader del sindacato moderato CFDT, ha detto che accetterebbe di negoziare ma solo in caso di riforma, e soprattutto Ritardare l’età pensionabile da 62 a 64 anni. Martedì ha sollecitato l’istituzione di un “processo di mediazione” per “trovare una via d’uscita” dalla crisi sociale.

READ  Luis Ars ha messo la Bolivia contro la NATO alle Nazioni Unite

Le centrali sindacali chiedono che venga ritirata questa riforma che ritarda l’età pensionabile al 2030 e introduce al 2027 la clausola cotize 43 anni (non 42) Per riscuotere una pensione completa.

A proposito di questo martedì, il ministro dell’Interno ha detto: Gerald Darmanin ha annunciato un “servizio di sicurezza senza precedenti” con 13.000 agenti in Francia e ha avvertito che c’erano “più di 1.000 estremisti, alcuni provenienti dall’estero”.

Le autorità prevedono “da 650.000 a 900.000” manifestanti “e avvertono che la presenza dei giovani ai comizi” raddoppierà o triplicherà, secondo fonti della polizia.

Rivolte in Francia. jpg

Rivolte in Francia.

Reuters

Sale la tensione nelle strade

Le proteste hanno assunto molte forme per settimane: Migliaia di tonnellate di immondizia accumulate nelle strade A Parigi il blocco dei depositi e delle raffinerie che ha lasciato, tra l’altro, il 15% dei distributori di benzina senza carburante.

in attesa di parere Consiglio costituzionale Per quanto riguarda la sua salute, il governo sta cercando di voltare rapidamente pagina su altre priorità come la salute e l’istruzione e di trovare il modo di garantire una maggioranza stabile in parlamento.

I sindacati avevano già avvertito Macron a metà marzo della situazione esplosiva che potrebbe crearsi se non avesse ascoltato l’insoddisfazione per la riforma, respinta da più di due francesi su tre, secondo i sondaggi.

La sua adozione definitiva il 20 marzo ha intensificato le proteste, la cui repressione da parte della polizia ha fatto suonare un campanello d’allarme per le ONG per i diritti umani, gli avvocati, i giudici e persino il Consiglio d’Europa.

Francia Manifestazioni di Macron (1).jpg

Foto: Reuters/Gonzalo Fuentes.

Lo sciopero dei netturbini è finito

La francese CGT ha annunciato che mercoledì i netturbini cesseranno le loro attività. In un passo storico iniziato il 6 marzo e durato più di tre settimane, Lo sciopero ha creato più di 10.000 tonnellate di rifiuti nelle strade.

READ  Il momento in cui una bomba russa è caduta su una zona residenziale della città ucraina di Kharkiv

IL Confederazione generale del lavoro (CGT) Ha annunciato la riattivazione dei posti di lavoro: “Sospenderemo il nostro movimento di sciopero e blocco da mercoledì 29 marzo”.

Le proteste dei netturbini risiedono nella riforma delle pensioni: il sindacato CGT afferma che i netturbini e gli autisti lo sono attualmente Possono andare in pensione all’età di 57 anni senza bonus e questa età è posticipata a 59 anni Se la riforma delle pensioni sarà approvata.

E sebbene le proteste siano cessate, i lavoratori hanno messo in guardia contro di essa Discuteranno una forma di reclamo “con più forza” nelle prossime settimane. In questo contesto, la lotta contro la riforma del sistema pensionistico del presidente liberale Emmanuel Macron “non è finita”.

Con informazioni di Agence France-Presse.