Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La cometa di Halley illuminerà il cielo di maggio con una pioggia di stelle

Cresce l’aspettativa per il passaggio della famosa cometa, che produrrà una spettacolare grandine di stelle cadenti nel cielo. Può essere visto ad occhio nudo a maggio e raggiungerà il massimo della sua attività tra il prossimo mercoledì e giovedì.

Dopo la scena astronomica presentata dalla Pink Supermoon la scorsa settimana, è tempo di fare una doccia di stelle che lascerà la cometa di Halley. Il fenomeno ha cominciato a manifestarsi a metà aprile e continuerà fino al 28 maggio.

Questa pioggia di meteoriti a coda di cometa, nota come Eta Aquarids, può essere chiaramente vista dall’emisfero meridionale, senza la necessità di telescopi o binocoli speciali.

Ma questa scena astronomica brillerà al suo massimo splendore durante la notte tra il 5 e il 6 maggio, quando passeranno circa 20 stelle luminose all’ora. Il picco di attività è previsto alle 3:26 del 6 maggio.

Inoltre, nell’emisfero australe, le stelle cadenti più alte saranno visibili nel seminterrato celeste, rendendo più facile l’osservazione, come si vedono a nord, vicino all’orizzonte. Anche la luna collaborerà a questo rendering: sarà in fase retrograda, quindi non si illuminerà tanto quanto interferisce con l’immagine.

I meteoriti che seguono la cometa di Halley raggiungono una velocità di 148.000 miglia all’ora nell’atmosfera terrestre e possono lasciare lampi luminosi di durata variabile da secondi a minuti.

Una pioggia di meteoriti può apparire da qualsiasi direzione e questo fornirà il campo visivo più ampio possibile per un rilevatore di meteoriti.

Dalla NASA hanno indicato che il modo migliore per vedere la caduta di una doccia è cercare un’area buia con poco inquinamento luminoso e semplicemente guardare in alto.

READ  Xiaomi presenta CyberDog: un robot a quattro zampe simile a un cane da compagnia, il primo nel suo genere sviluppato dall'azienda