Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Italia: scoperti dipinti ispirati alla guerra di Troia |  A Pompei

Italia: scoperti dipinti ispirati alla guerra di Troia | A Pompei

Vari dipinti ispirati alla guerra di Troia Trovato mentre decorava una sala banchetti PompeiIn un famoso sito archeologico situato vicino a Napoli, in Italia.

Questa stanza dalle dimensioni imponenti (15 m x 6 m) è raffinata Decorazioni a tema mitologico Lo sfondo nero testimonia sulle pareti e sui mosaici Uno stile di vita lussuoso regna nella città anticaIl Vesuvio fu sepolto sotto le ceneri di un'eruzione nel 79 d.C.

Uno dei temi principali del ciclo di affreschi eroismo, attraverso rappresentazioni di coppie di eroi e divinità della guerra di Troia. Ma anche questi dipinti Ispirano il destino e le vie degli uomini Possono cambiarlo.

Dettagli dei dipinti

Tra i personaggi citati Appaiono il principe troiano Paride, che rapì la moglie del re spartano Menelao, ed Elena.Ciò scatenò la guerra di Troia.

Puoi anche vedere Cassandra, la sorella di Parigi. Al dio Apollo che aveva il dono di vedere il futuro, Anche se nemmeno la sua famiglia credeva alle sue previsioni.

Avvertì invano i suoi compagni che il cavallo fornito dai Greci era uno stratagemma che avrebbe portato alla distruzione di Troia.

“La frequente presenza di figure mitiche negli affreschi dei saloni delle case romane Aveva proprio la funzione sociale di intrattenere ospiti e commensali, fornire argomenti di conversazione e riflettere sul senso dell'esistenza”, spiega il management di Pompei.

Le pareti erano dipinte di nero per nascondere le tracce di fumo delle lampade a olio.

In questa stanza “si riunivano per banchettare dopo il tramonto. La luce delle lampade dava ai quadri dipinti un senso di movimento. Soprattutto dopo qualche bicchiere di buon vino“, sottolinea poeticamente il regista italo-tedesco di Pompei Gabriel Zuchtriegel.

READ  Augustina Modern lasciò l'Italia per lo sviluppo della Spagna

Pompei”Non smette mai di stupirci perché ogni volta che scaviamo troviamo qualcosa di bello e significativo.“, afferma il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Storia di Pompei

La cenere vulcanica fu espulsa dal Vesuvio 2.000 anni fa Nella maggior parte delle case di Pompei è stato permesso che fossero conservati quasi completamente, così come molti dei corpi dei 3.000 morti nel disastro.

Elencato come patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, Pompei è il secondo sito turistico più visitato in Italia dopo il Colosseo di Roma. Si estende su una superficie di circa 22 ettari, un terzo dei quali è ancora sepolto sotto la cenere.

Ho continuato a leggere