Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il terremoto interno al Movimento 5 Stelle complica l’agenda dell’Italia a livello internazionale

Il movimento a 5 stelle (M5S) ha subito la più grande esplosione dalla sua installazione. Il partito che ha vinto le ultime elezioni con il 33% dei voti e ha più parlamentari in Italia è in fermento dopo aver interrotto i legami con Pepe Girillo e l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Innanzitutto il fondatore, il cosiddetto garante e, in qualche modo, il titolare del partito politico. Per due anni è stato presidente del Consiglio dei ministri che voleva riscoprirlo e trasformarlo in un partito stabile, progressista e verde. Ma ora il divario lascia solo due tracce: una rivolta interna a favore di Conte o un’ampia spaccatura di parlamentari per formare un nuovo partito guidato dall’ex premier. Il problema è che gli effetti della crisi si faranno sentire fuori dal partito. “Siamo in un gran casino”, dice un senatore del M5S.

Ulteriori informazioni

Il paradosso di questa storia è che il partito che è venuto a distruggere il vecchio sistema era di gran lunga il miglior difensore (il M5S ha fatto parte di tre diversi dirigenti in tre anni con quasi tutti i partiti in Italia). Ora ha il suo terremoto interno, che minaccia la stabilità. Siki Palace, nonostante si rifiuti di commentare la situazione, segue da vicino lo sviluppo del conflitto. Tutte le opzioni sono negative e complicheranno il governo di Mario Drake e l’agenda nazionale per i mesi a venire.

Il peso del M5S, nonostante sia calato molto nei sondaggi, è ancora alto in Italia. È l’azionista di maggioranza nella gestione dell’unità guidata da Drake. Affinché il programma di risanamento possa funzionare senza intoppi, è necessario il loro sostegno per le riforme da intraprendere e approvare dal parlamento e per l’investimento dei fondi europei. Ma per la stabilità del Consiglio dei ministri – ha tre capi – ed è sotto il controllo di varie segreterie di Stato grillini. “E’ chiaro che la situazione non è migliore. Speriamo che venga capovolta”, ha detto un alto funzionario del ministero.

READ  La 'Locomotiva Garchi' inizia a guadagnare slancio: Richard Carabus conquista il secondo posto al Giro della Toscana in Italia | Altri sport | gioco

La crisi, però, non accenna a “ribaltarsi”. Girillo ha insultato pubblicamente Conte, accusandolo di “non avere una visione politica” – dopo due anni da presidente del Consiglio e nel bel mezzo di un’epidemia – e di non avere “capacità amministrative”. Al fondatore, garante automatizzato della formazione dello show, non sono piaciuti molti dei parlamentari M5S, e ieri pomeriggio si sono tutti incontrati per analizzare la questione con un background importante che potrebbe portare a scissioni o ribellioni.

Tutta la scena politica italiana trattiene il fiato in attesa di una condanna. Dopo quattro mesi di riunione nell’oasi straordinaria, le feste tornano a tremare di convulsioni Grilline. Nel Partito Democratico (PD) c’è la preoccupazione di diventare partner del M5S per le prossime elezioni. “Complica le cose a partire dalle elezioni locali perché non è chiaro ora chi selezionerà i potenziali candidati della coalizione. [con el PD]. La lotta M5S potrebbe finire in tribunale. Questo non va bene per nessuno. Il paradosso è che il governo deve fare più affidamento sul centrodestra. Contribuirà a fornire loro una gestione. Ma è ancora fonte di confusione “, ha affermato un importante socialdemocratico.

Segui tutte le news e leggi senza limiti Iscriviti subito a EL PAÍS

Iscriviti qui

Le implicazioni potrebbero estendersi alla stabilità del governo – un ritorno all’aspetto populista e anti-casta del M5S senza Conte quasi certamente rifiuterebbe il sostegno a Tracy – e all’elezione del prossimo presidente della Repubblica. Una cosa che ha ammesso martedì il segretario federale democratico Enrico Letta.

Conte ha deciso che continuerà in politica e, per ora, sta facendo una campagna per attirare un gran numero di parlamentari. Nervoso. Indossando abbigliamento sportivo e borse per giocare a tennis ieri mattina, ha promesso che “il cambio automatico guidato da Grillo sarà una tragedia per l’intera comunità che crede in certi ideali”. E, per ora, sembra che molti seguiranno. “Il cambiamento è inevitabile e lui [Conte] È l’uomo giusto per guidarlo “, ha detto il deputato. Ma se non c’è un colpo di scena inaspettato nello show di Grillo, deve provenire da un altro sito.

READ  L'Argentina vince in due set contro i campioni del mondo Italia - FeVA