Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il rugby fiorentino, lo sport poco conosciuto che ha preceduto il rugby in Italia

Il rugby fiorentino, lo sport poco conosciuto che ha preceduto il rugby in Italia

Due storici italiani hanno presentato una bizzarra indagine alla Federazione Internazionale di Rugby in cui sostengono che le origini di questo sport risalgono alla Toscana medievale, una regione nell'attuale Italia centro-occidentale.

“Non possiamo dire che il rugby sia stato inventato dagli inglesi, c’era un precedente toscano [el calcio florentino]Il risultato di cinque anni di ricerche, ha detto all'AFP Matteo Goggi, coautore con Filippo Giovanelli del libro “Livorno 1766”.

Tuttavia, Goji ammette che gli inglesi “hanno imposto le regole e i regolamenti” del rugby, motivo per cui “è uno sport inglese”.

Nonostante ciò, questo legame tra il rugby, che fu per decenni lo sport preferito dell'aristocrazia inglese, e il club fiorentino, uno sport con la palla estremamente violento in cui si sfidano ogni estate quattro squadre dei quartieri storici di Firenze, rimane una curiosità toscana.

Il rugby apparve ufficialmente nel 1823 durante una partita di calcio in cui William Webb Ellis, uno studente delle scuole superiori della città di Rugby, decise di prendere la palla con le mani.

Come altri storici, Goggi e Giovanelli hanno messo in dubbio le premesse del mito fondatore del rugby.

– Concessionario Liverpool a Livorno –

“La famosa azione di Ellis di prendere la palla tra le mani e avanzare è un'azione che appare già nel Discorso sul calcio fiorentino, pubblicato nel 1766, una sorta di manuale in cui vengono dettagliate le regole di quello sport che, senza dubbio, era molto diffuso in Inghilterra “, spiega Joji.

Questo funzionario comunale di Firenze ricorda che nel XVIII secolo era presente un'importante comunità inglese a Livorno, porto fondato dai Medici situato a circa 100 chilometri a ovest di Firenze.

READ  Caso Byron Castillo | La FIFA ha risposto all'Italia e le ha detto che non aveva alcuna possibilità di andare ai Mondiali del Qatar 2022 al posto dell'Ecuador o del Cile | RMMD DTBN | Nazionale dell'Ecuador | squadra cilena | EcCl | Sport totali

“Nel 1766 la società inglese di Livorno organizzò due gare di calcio fiorentino, approfittando della visita del Granduca di Toscana”, ricorda lo storico.

Nella loro ricerca, Goggi e Giovanelli evidenziano il possibile ruolo di uno degli organizzatori della festa, Thomas Earle, un mercante di Liverpool vissuto a Livorno tra il 1748 e il 1766.

“Suo nipote, Hardman Earl, i cui figli frequentarono la Rugby High School nel 1830, possedeva il campo a Liverpool dove fu giocata la prima partita di rugby della storia nel dicembre 1857”, dice.

-C'era già una terza volta-

Indagando negli archivi comunali di Firenze, Livorno e Liverpool, oltre che in Illinois, i due storici italiani hanno evidenziato le somiglianze tra le regole del calcio fiorentino e le regole del “rugby nella sua versione primitiva”.

In entrambi i casi, si affrontavano due squadre da 50 giocatori ciascuna, divise in quattro linee e dovevano attraversare il campo avversario per segnare. Una volta che hanno segnato, hanno dovuto calciare con i piedi.

“E non è tutto”, dice Bogie con un sorriso sulle labbra. “Come per il noto terzo tempo, che è l'essenza del rugby, abbiamo trovato storie a Livorno che si incontravano per bere e mangiare dopo le partite”, ha raccontato a Calcio Fiorentino.

Conclude: “La nostra unica ambizione è riaprire il dibattito sulle origini del rugby, che è l’unico grande sport in cui non è chiaro”.