Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il rover della NASA ha scattato selfie su Marte

Il rover persistente guarda nella fotocamera per scattare un selfie da Marte. Immagini: NASA

Il rover Persistent Mars ha scattato due selfie su una roccia chiamata “Rochet” il 10 settembre 2021, il giorno di Marte 198, o il sole della missione; La NASA ha appena condiviso la nostra felicità.

In essi puoi vedere due fori in cui la sonda ha usato il suo braccio robotico per perforare campioni di roccia, Un “tesoro” immortalato dalla fotografia.

Ci sono due versioni del selfie: una che mostra perseveranza mentre guarda i buchi nelle rocce e una seconda che può essere vista guardando la telecamera. Ogni versione è composta da 57 singole foto che vengono inviate sulla Terra e unite per creare i selfie risultanti.

Persevera guardando i buchi nelle rocce che hai appena raccolto da Rochette, una superficie rocciosa su Marte.
Persevera guardando i buchi nelle rocce che hai appena raccolto da Rochette, una superficie rocciosa su Marte.

Perseverance utilizza una fotocamera chiamata WATSON (Sensore topografico grandangolare per operazioni e geometria) all’estremità del suo braccio robotico lungo due metri per scattare i suoi selfie.

Quando le immagini scendono da Marte, gli ingegneri dell’elaborazione delle immagini iniziano il loro lavoro. Inizio Elimina i difetti causati dalla polvere che si è depositata sul rilevatore di luce della fotocamera. Dopo, Raggruppa le singole cornici fotografiche in un mosaico e livella i loro livelli usando il programma. Finalmente un ingegnere Avvolge e taglia il mosaico per farlo sembrare una normale immagine della telecamera che il pubblico è abituato a vedere.

È più difficile perseverare usando il suo bastone per selfie al lavoro rispetto ad altri veicoli itineranti usati in precedenza come il Curiosity. Laddove la torre di Curiosity è larga 22 pollici (55 cm), la Torre della Perseveranza è molto più grande, con una larghezza di 30 pollici (75 cm).

READ  WhatsApp Web: cosa fare per segnalare un utente | Applicazioni | Applicazioni | Smartphone | Telefoni cellulari | virale | trucco | Tutorial | Stati Uniti | Spagna | Messico | nda | nnni | GIOCO SPORTIVO

Tuttavia, tutto questo lavoro sta dando i suoi frutti perché ci permette di ottenere grandi immagini della superficie di Marte.

Inoltre, I selfie consentono agli ingegneri di controllare l’usura del rover. Ma ispira anche una nuova generazione di appassionati di spazio.– Certamente molti membri del team della sonda possono citare una foto preferita che ha suscitato il loro interesse per la NASA.

L’astrobiologia è uno degli obiettivi principali della missione di persistenza su Marte, compresa la ricerca di segni di antica vita microbica. Il rover caratterizzerà la geologia del pianeta e il clima passato, aprirà la strada all’esplorazione umana del Pianeta Rosso e sarà la prima missione a raccogliere e immagazzinare rocce e regolite marziane (roccia fratturata e polvere).

Ogni selfie è composto da 57 immagini che sono state successivamente assemblate dagli ingegneri della NASA.
Ogni selfie è composto da 57 immagini che sono state successivamente assemblate dagli ingegneri della NASA.

Le successive missioni della NASA, in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea (ESA), invieranno veicoli spaziali su Marte per raccogliere questi campioni sigillati dalla superficie e riportarli sulla Terra per un’analisi approfondita.

La missione Perseverance di marzo 2020 fa parte dell’approccio della NASA all’esplorazione lunare su Marte, Questi includono missioni da Artemide alla Luna che aiuteranno a prepararsi per l’esplorazione umana del Pianeta Rosso.

Continuare a leggere