Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il personaggio di una famosa opera d’arte è l'”Ambasciatore del Turismo” in Italia

Il personaggio di una famosa opera d’arte è l'”Ambasciatore del Turismo” in Italia

Il fiore è immortalato nella famosa opera d’arte La nascita di Veneredel celebre artista Sandro Botticelli, è il nuovo “Ambasciatore del Turismo Italiano“.

Fioreuna delle donne più famose al mondo per un’opera pittorica, che continua ad emozionare a più di 500 anni dalla sua creazione, è Protagonista della nuova campagna promozionale Turismo internazionale dal Ministero del Turismo e dall’ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo).

La campagna è stata realizzata con il contributo del Dipartimento Media ed Editoriale della Presidenza del Consiglio.

Il Ministro del Turismo, Daniela Santanchi (D), e un poster con la Venere di Botticelli. EFE / Ministero Italiano del Turismo

Venere turistica

Adesivi della campagna Vengono visualizzate diverse destinazioni L’Italia con Venere da turista è stata presentata in conferenza stampa a Roma dal ministro del Turismo Daniela Santancho, accompagnata dal vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani, dal ministro dello Sport e della Gioventù Andrea Abodi e dal direttore. Generale dell’ENIT, Ivana Jelinek

Venere, in un ruolo influencer virtualipercorrerà tutta la penisola presentando le meraviglie d’Italia, raccontando i suoi paesaggi e le famose mete delle città d’arte, così come i piccoli centri con la loro storia e bellezza.

campagna conferma Gastronomia e vino Tipico dell’Italia, ma anche nelle tante varianti della ricca e variopinta offerta turistica che rende così unico il patrimonio di questo paese del sud Europa.

Paesaggio in Toscana, Italia. Immagini di Shutterstock

“Aperti” alla domanda è proprio l’obiettivo pensato per questa campagna multitematica, che nasce da un’idea per il gruppo Armando Testa e si compone di un video promozionale e di una campagna pubblicitaria sulla pubblica via.

READ  9 frasi di Demichelis dopo la vittoria del River Plate: i suoi gesti, i gesti della squadra, il sostegno della gente e il futuro della Lux tedesca

Sarà presente anche sul profilo Instagram venereitalia23, su italia.it e su altre piattaforme social.

L’investimento complessivo previsto da ENIT per la campagna Primavera/Estate e Autunno/Inverno è di nove milioni di euro Sarà sviluppato in tutti i principali mercati internazionali, sia consolidati che ad alto potenziale, con un’intensità ponderata in base agli afflussi turistici attuali e previsti.

Il Colosseo, un posto fantastico da vedere a Roma Foto Cecilia Fabiano / LaPresse via AP

Capolavoro

la nascita di Venere (Nacita di Venerein italiano), che è in mostra alla Galleria degli Uffizi di Firenze, è stato creato dal pittore rinascimentale Sandro Botticelli, ed è considerato Uno dei capolavori Dal maestro di Firenze e di tutto il Quattrocento italiano.

La Nascita di Venere è larga 278,5 cm e alta 172,5 cm, fu dipinta da Sandro Botticelli tra il 1482 e il 1485. Divenne Icona della pittura italiana del XV secolodensa di significati allegorici e di riferimenti all’antichità.

Come spiega la Galleria degli Ufizzi sul proprio sito, il tema attinge alla letteratura latina di Le Metamorfosi di Ovidio: Venere è fotografata nuda su una conchiglia in riva al mare. a sinistra, il vento soffia dolcemente mentre lei le accarezza i capelli con una pioggia di rose; Alla sua destra, la serva (Ura) attende di essere vestita dagli dei. Le viole viste nel prato sono un simbolo di umiltà e sono spesso usate per fare pozioni d’amore.

La nascita di Venere è un simbolo della pittura italiana del XV secolo.

Punti salienti del famoso museo d’arte”Tecnologia eccezionale e materiali pregiati Oltre alla speciale e costosa polvere di alabastro, che rende i colori più brillanti e senza tempo, e queste sono altre caratteristiche uniche di questo lavoro. Milad Venere è il primo esempio di pittura su tela in Toscana.

READ  Segue l'attaccante del River Julian Alvarez, Barcellona, ​​secondo Diario Sport

io dimentico