Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Brasile ha superato l’Italia ed è diventato l’ottava economia più grande del mondo

Il Brasile ha superato l’Italia ed è diventato l’ottava economia più grande del mondo

L’economia del Brasile è consolidata come la più grande dell’America Latina. La novità è che il Paese governato da Lula è riuscito a superare l’Italia nella classifica stilata dal Fondo monetario internazionale, diventando così l’ottava economia al mondo in termini di prodotto interno lordo, dopo una crescita dello 0,8% nel primo trimestre. , una cifra leggermente superiore alle aspettative del mercato.

Il presidente brasiliano ha celebrato questo fatto, scrivendo sul suo account X: “Un’altra prova che siamo sulla strada giusta”.

Il presidente, che nelle ultime settimane ha seguito da vicino i fenomeni catastrofici avvenuti nel Rio Grande do Sul, ha allegato al suo tweet un grafico che mostra i nove paesi con il Pil più elevato.

Nel 2023, il Brasile completerà questo periodo diventando la nona economia più grande del mondo. Nel grafico pubblicato martedì da Lula, basato sul Fondo monetario internazionale, gli Stati Uniti guidano (29,081 miliardi di dollari), seguiti da Cina (18,889 miliardi di dollari), Germania (4,642 miliardi di dollari), Giappone (4,167 miliardi di dollari) e India (4,167 miliardi di dollari). ). 4,051 miliardi), Regno Unito (3,549 miliardi), Francia (3,156 miliardi), Brasile (2,362 miliardi) e Italia (2,346 miliardi).

L’attuale ministro delle Finanze brasiliano ed ex candidato alla presidenza, Fernando Haddad, ha sottolineato che la crescita del PIL avviene “in conformità con le aspettative” fissate dal partito al potere. La previsione di crescita economica nel 2024 è del 2,5%.

Haddad ha dichiarato martedì da Roma, in una conferenza stampa con il suo omologo spagnolo, Carlos Corbo, che “la crescita economica nel primo trimestre è pienamente in linea con le aspettative del Ministero”.

READ  In Italia la luce viene pagata lunedì a 740 euro e Draghi sta già valutando nuove obbligazioni

Il prodotto interno lordo del Brasile è cresciuto del 2,5% nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, secondo i dati pubblicati martedì dall’Istituto brasiliano di geografia e statistica (IBGE).

I dati mostrano che l’economia è tornata a crescere nel primo trimestre dell’anno, dopo due trimestri di risultati prossimi allo zero (0,1 nel terzo del 2023 e -0,1 nel quarto).

La crescita è stata trainata dall’agricoltura, in crescita dell’11,3% rispetto al trimestre precedente, e dai servizi, con un’espansione dell’1,4%. Il settore ha registrato una piccola variazione negativa dello 0,1%, che è considerata una stabilizzazione, ha affermato l’IBGE.

Secondo Rebecca Bales, analista dell’IBGE, “la forza trainante è stata la crescita sostenuta della spesa delle famiglie grazie al miglioramento del mercato del lavoro, ai tassi di interesse più bassi e alla moderazione dell’inflazione”.

A maggio, il governo federale ha alzato le previsioni di crescita per il 2024 dal 2,2% al 2,5%, avvertendo però che i calcoli non tenevano conto degli effetti delle inondazioni nello stato centrale del Rio Grande do Sul, una delle più grandi economie del paese con un contributo pari al 6,5% del PIL brasiliano.

Il Brasile ha chiuso il 2023 con una crescita del PIL del 2,9%. All’inizio di maggio, la Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi ha migliorato le sue previsioni sulla crescita dell’economia brasiliana per il 2024, dall’1,6% previsto a dicembre al 2,3%.