Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I ricavi sono diminuiti del 13% nella stagione 2019-20 in Europa

il L’industria calcistica europea si è contratta per la prima volta in un decennio, Entrate totali record di 25,2 miliardi di euro nella stagione 2019-20, a 13% in meno rispetto all’anno precedente, Secondo la 30a edizione del Rapporto Deloitte Revisione annuale delle finanze del calcio, che analizza l’impatto economico e commerciale dei maggiori campionati di calcio del continente europeo.

“E’ ancora troppo presto per conoscere in modo completo e dettagliato l’impatto economico della crisi causata dal COVID-19 sul calcio europeo, anche se la portata di questo nei club sta già cominciando a emergere. Nello specifico, si può vedere, Javier Moncada , il direttore del club LaLiga, ha osservato, All’impatto della pandemia sul “giorno della partita”, tenendo conto che il reddito combinato delle squadre della Liga è diminuito del 19% nei giorni delle partite, a causa della chiusura degli stadi e del divieto di ingresso ai tifosi, ha detto il risk advisor, esperto di sport e spettacolo in Deloitte.

In totale, i cinque maggiori campionati europei hanno generato entrate per 15 miliardi di euro nel 2019-20, l’11% in meno rispetto alla stagione precedente. La Premier League continua a guidare la classifica europea, con ricavi per 5.134 milioni di euro, nonostante abbia subito un calo storico del 13% rispetto alla stagione precedente (2018-19).

per questa parte, lega Entrate registrate di 3.117 milioni di euro nella stagione 2019-20, a 8% in meno rispetto a primaE si è piazzato al secondo posto in classifica alla Bundesliga tedesca, con un fatturato di 3.208 milioni di euro, e ha realizzato profitti inferiori del 4% rispetto alla stagione precedente.

Serie A, con ricavi per 2.100 milioni di euro (18% in meno), e Ligue 1, l’unica ad aver annullato anticipatamente la propria stagione in risposta alla pandemia, con ricavi per 1.600 milioni di euro (16% in meno), completano il totale degli incassi . 15.100 milioni di euro hanno raggiunto i cinque “grandi” campionati d’Europa, con un calo dell’11% rispetto all’anno precedente.

READ  Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui musei (ma non hai mai avuto paura di chiedere)

Il rapporto include l’impatto della pandemia sul reddito del giorno della partita nella stagione 2019-20, nonché il suo impatto sulle due maggiori fonti di reddito nei cinque principali campionati: le trasmissioni televisive, che rappresentano il 51% dei profitti del club, e commerciale (36%).

Tuttavia, Prospettive ottimistiche per il settore, soprattutto per quanto riguarda i diritti di trasmissione nei cinque maggiori campionati europei. Ad esempio, la Premier League ha scelto di rinnovare gli accordi con i partner locali allo stesso valore, mentre la Lega italiana ha accettato di ridurre il valore del 5% nel nuovo accordo nazionale.

“Nonostante la diffusa incertezza causata dalla pandemia, il calcio ha mostrato grandi risultati ResilienzaVa quindi vista con ottimismo la stagione 2021/202, che potrebbe diventare un ultimo salto verso la normalità e una forte ripresa in termini di reddito per le stagioni successive. Moncada ha concluso che tornare all’attività in sicurezza, non solo per gli atleti ma anche per le masse, è un aspetto essenziale per ridurre l’impatto economico complessivo che ne deriva.