Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ho visitato Computex, la più grande fiera tecnologica asiatica che si concentra sempre più sui giochi

Ho visitato Computex, la più grande fiera tecnologica asiatica che si concentra sempre più sui giochi

Durante la mia prima visita alla fiera Computex tenutasi a Taipei, mi è stato chiaro che c’è spazio solo per due o tre grandi eventi tecnologici in tutto il mondo, soprattutto quando sempre più marchi scommettono sui loro piccoli eventi internazionali.

Nel calendario tecnologico abbiamo alcune date molto importanti come il CES di Las Vegas, il Mobile World Congress di Barcellona, ​​la Gamescom di Colonia, il Computex di Taipei, l’IFA di Berlino o il Tokyo Game Show di Tokyo. Finalmente ho potuto visitare uno di quegli eventi tenuti in Asia, il Taipei Computex Expo, e questo è quello che ho visto.

Il Computex non è solo un evento tecnologico. Se il CES si concentra sulla tecnologia in generale, il MWC sul mobile e l’IFA sempre più stranamente su TV ed elettrodomestici, il Computex è un evento molto incentrato sul gaming senza essere un evento incentrato su di esso.

Questa è la mia prima visita a Taiwan e a questo grande evento, e anche se ne ho parlato da lontano e ne ho sentito parlare per molti anni, le mie prime impressioni sono state un po’ deludenti. Forse le mie aspettative erano troppo alte, e forse la tendenza post-coronavirus dei brand a concentrarsi sull’organizzazione di eventi più focalizzati su di loro e senza condividere i riflettori con nessun altro, è la tabella di marcia per il futuro.

Essendo un evento a Taiwan, abbiamo ovviamente trovato grandi aziende locali come Asus, Acer, Gigabyte, MSI, Mediatek, BenQ, ASRock… molte di loro focalizzate su computer, accessori, componenti o mondo dei giochi.

Come per il Mobile World Congress, anche questo evento si rivolge ai professionisti, persone che viaggiano molti chilometri alla ricerca di contatti e contratti con i fornitori, ma se diventano famosi è grazie ai brand di prodotti di consumo, come quelli di cui ho parlato prima.

READ  Cosa accadrà quando il sole morirà?

Computex: il buono, il cattivo e cosa deve cambiare

ASUS ROG Zephyrus G14, che nonostante sia stato effettivamente presentato qualche settimana fa, è stato per me uno dei migliori prodotti ASUS.
ASUS ROG Zephyrus G14, che nonostante sia stato effettivamente presentato qualche settimana fa, è stato per me uno dei migliori prodotti ASUS.

L’informatica oggi

Il Computex si tiene in un palazzo per congressi a più piani, composto da due edifici, nel centro di New Taipei. Ciò che è ancora più sorprendente è quanta poca attenzione attiri. È come qualsiasi altro evento di questo tipo: chilometri di moquette e stand espositivi firmati realizzati nelle ultime settimane in legno, quindi facili da smontare in poche ore.

La cosa migliore del Computex è vedere i grandi marchi locali competere per l’attenzione di migliaia di partecipantiSoprattutto i giovani, la stampa e la clientela, perché se c’è una categoria che si è rivelata trainante di questa manifestazione è proprio il gaming.

Le piattaforme Asus, Acer, Gigabyte o MSI, tutte insieme al centro del piano principale, sono le più grandi e visitate. Asus aveva due dispositivi, uno per la gamma gaming ROG e uno per prodotti business e professionali. Senza dubbio, lo stand Asus ROG è stato il più accattivante per il numero di prodotti e ovviamente tutti volevano provare il nuovo ASUS ROG Ally X.

Anche MSI ha attirato molta attenzione mostrando tutto il suo potenziale in laptop, desktop e componenti. Anche Acer, nonostante abbia una propria gamma gaming e sia stata sorprendentemente presente, ha puntato molto sui Chromebook e su prodotti più mainstream, come i laptop Qualcomm Snapdragon X Elite con Copilot+ e i PC tradizionali.

La cosa brutta è che non c’erano marchi che non fossero presenti nonostante avessero un piede nel mondo dei giochi ed fossero asiatici. Ad esempio, Samsung si è persa qualcosa. NVIDIA non era presente, sebbene fosse presente negli stand della maggior parte delle aziende su qualsiasi argomento relativo alle schede grafiche o all’intelligenza artificiale.

READ  È morto William Anders, l’astronauta che scattò una foto storica dalla Luna Aveva 90 anni

E sì, in effetti, l’intelligenza artificiale era il tema principale di quasi tutto l’hardware Computex che non fosse gaming.

I principali marchi hanno presentato i loro sistemi di intelligenza artificiale per le imprese, così come per le grandi aziende, oltre a dimostrazioni dei primi partner Microsoft con Copilot+.

Stand Gigabyte Aorus al Computex 2024

L’informatica oggi

Nei grandi show tecnologici occidentali abbiamo eliminato l’attrazione delle modelle in topless. Non sono assistenti di volo che possono darti informazioni e svolgere il loro lavoro per il brand che rappresentano, ma piuttosto donne attraenti che indossano abiti succinti solo per attirare l’attenzione. Sfortunatamente, al Computex, questo continua a succedere.

Molti brand utilizzano questi modelli come pretesto per attirare l’attenzione di un pubblico prevalentemente maschile. Pochi vestiti e perfino segni sulla pelle con tatuaggi temporanei. Ho anche visto un paio di persone entrare in uno dei padiglioni con un grande cartello che annunciava un servizio fotografico con una modella di biancheria intima.

Questi sono i tipi di comportamenti che sono molto scioccanti e devono cambiare immediatamente. Questa non è una scusa, nemmeno sotto l’ombrello, per dimostrare che la mentalità occidentale è diversa. Di gran lunga la cosa peggiore del Computex.

un favore come lavoriamo Oggi al computer.

Tag: Viaggi, Eventi, Computex