Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Himalaya: almeno 14 morti e più di 100 dispersi a causa dell’inondazione di un lago ai piedi di un ghiacciaio |  Gli esperti ritengono che l’aumento della temperatura aumenti il ​​volume di scioglimento dei ghiacciai.

Himalaya: almeno 14 morti e più di 100 dispersi a causa dell’inondazione di un lago ai piedi di un ghiacciaio | Gli esperti ritengono che l’aumento della temperatura aumenti il ​​volume di scioglimento dei ghiacciai.

Almeno 14 persone sono morte e 102 sono ancora disperse a causa di una devastante alluvione di un lago glaciale che ha causato inondazioni nel nord-est dell’India, mentre continuano le ricerche dei soccorritori, hanno detto giovedì le autorità.

“Il numero delle vite umane perse finora è 14 e il numero delle persone scomparse è 102”, ha affermato Prabhakar Rai, direttore dell’Autorità statale per la gestione dei disastri del Sikkim.

Un conteggio precedente riportava dieci morti. Tra i dispersi ci sono 22 soldati, secondo l’esercito.

Le forze armate stanno cercando di ripristinare le comunicazioni telefoniche e di fornire “assistenza medica ai turisti e ai residenti assediati”, hanno spiegato in una nota le forze armate.

L’area interessata, una remota regione montuosa dell’Himalaya, si trova vicino ai confini con il Nepal e la Cina.

L’alluvione è stata causata dallo straripamento del lago Lunak, situato alla base di un ghiacciaio tra le cime innevate che circondano il Kangchenjunga, la terza montagna più alta del mondo.

“Grave distruzione”

Il governo ha affermato che un torrente d’acqua è precipitato a valle, facendo ingrossare un fiume già straripato a causa dei venti monsonici, danneggiando una diga, spazzando via case e ponti e provocando “gravi distruzioni”.

Nella zona colpita diverse aree sono state isolate. Le squadre di soccorso hanno allestito 25 campi per gli sfollati.

Le autorità hanno affermato che le inondazioni hanno causato danni alle strade e spazzato via 14 ponti. Secondo l’esercito sono state colpite quattro zone dello Stato.

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha affermato che le persone colpite riceveranno “tutto il sostegno possibile”.

READ  Elezioni in Perù: Pedro Castillo e...

Il lago ha perso quasi due terzi del suo volume a causa delle inondazioni, un’area equivalente a 150 campi da calcio, secondo le immagini satellitari rilasciate dall’Indian Space Research Organization.

Inondazioni e frane sono comuni e devastanti in India, soprattutto durante la stagione dei monsoni. Ma entro ottobre queste piogge di solito finiscono.

I disastri più comuni

Le inondazioni causate dalle eruzioni dei laghi glaciali, spesso accompagnate da frane, stanno diventando più frequenti con l’aumento della temperatura globale.

“Stiamo assistendo ad un aumento della frequenza di questi eventi estremi mentre il clima continua a riscaldarsi, portandoci in territori inesplorati”, ha affermato Miriam Jackson, una scienziata specializzata nel monitoraggio delle superfici ghiacciate dell’Himalaya, in una dichiarazione rilasciata dall’International Climate Center. . Cambiamento: Sviluppo Integrato della Montagna (ICIMOD).

La temperatura media sulla superficie terrestre è aumentata di circa 1,2 gradi Celsius rispetto all’epoca preindustriale, ma secondo gli scienziati del clima le regioni di alta montagna si stanno riscaldando a un ritmo dieci volte superiore.

Secondo gli esperti, il cambiamento climatico ha aumentato l’intensità delle tempeste tropicali, con forti piogge responsabili di inondazioni improvvise.

Lo scioglimento dei ghiacciai dell’Himalaya sta inoltre aumentando il flusso dei corsi d’acqua, mentre gli edifici che non rispettano le normative nelle aree soggette a inondazioni stanno mettendo a rischio i residenti locali.

Tra il 2011 e il 2020, i ghiacciai dell’Himalaya si sono sciolti il ​​65% più velocemente rispetto al decennio precedente, secondo un rapporto pubblicato a giugno dal Centro internazionale per lo sviluppo integrato delle montagne.