Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hanno trovato l’elemento più pesante di sempre nell’atmosfera di un esopianeta

WASP-76 b e WASP-121 b sono esopianeti gassosi noti come Giove ultraveloci

Gli astronomi hanno scoperto l’elemento più pesante che si trova nell’atmosfera di un esopianeta: bario. Sono stati sorpresi di scoprire il bario ad alta quota nelle atmosfere dei giganti gassosi super caldi. WASP-76 di WASP-121bDue pianeti esterniSono pianeti in orbita attorno a stelle al di fuori del nostro sistema solare. Questa scoperta inaspettata solleva interrogativi su come ciò sia accaduto strana atmosfera. La scoperta è stata effettuata utilizzando il Very Large Telescope (VLT dell’ESO) dell’European Southern Observatory.

“La parte confusa e controintuitiva è: perché c’è un elemento così pesante negli strati superiori dell’atmosfera di questi pianeti?”, afferma Tomas Azevedo Silva, uno studente di dottorato presso l’Università di Porto e l’Istituto di Astrofisica. IA) in Portogallo. Silva ha guidato lo studio, che era generale Il 13 ottobre sulla rivista Astronomia e astrofisica.

WASP-76 b e WASP-121 b non sono esopianeti ordinari. Entrambi sono conosciuti come Giove supercaldo, poiché sono di dimensioni paragonabili a Giove e hanno temperature estremamente elevate che superano i 1.000 ° C (1800 ° F). Questo perché sono vicine alle stelle ospiti, il che significa anche che ogni stella orbita Ci vogliono solo un giorno o due. Questo conferisce a questi pianeti proprietà molto peculiari. Ad esempio, gli astronomi ne dubitano Piove di ferro su WASP-76 b.

Essendo gassosa e calda, la sua atmosfera è molto ampia.
Essendo gassosa e calda, la sua atmosfera è molto ampia.

ma ancora, Gli astronomi furono sorpresi di trovare bario, È 2,5 volte più pesante del ferro, nelle atmosfere superiori di WASP-76 b e WASP-121 b. “Data l’elevata gravità dei pianeti, ci aspettiamo che elementi pesanti come il bario cadano rapidamente negli strati inferiori dell’atmosfera”, spiega il coautore Olivier Demangeon, che è anche ricercatore presso l’Università di Porto e presso l’IA. “Questa è stata in qualche modo una scoperta ‘accidentale'”, dice Azevedo Silva. “Non ci aspettavamo o cercavamo il bario in particolare e dovevamo verificare che provenisse effettivamente dal pianeta, perché non era mai stato visto su nessun esopianeta prima d’ora .”

READ  Scienziati di un grande centro di ricerca russo hanno creato un gigantesco ciclone quantistico

Potrebbe interessarti: Scopri un mondo al di fuori del sistema solare che può essere coperto d’acqua

Il fatto che il bario sia stato rilevato nell’atmosfera Questi due legislatori sono super hot Suggerisce che questa classe di pianeti potrebbe essere ancora più esotica di quanto si pensasse in precedenza. Anche se a volte vediamo il bario nel nostro cielo, come il verde brillante dei fuochi d’artificio, La domanda per gli scienziati è quale processo naturale potrebbe far sì che questo elemento pesante si trovi ad altitudini così elevate su questi esopianeti. “Al momento, non siamo sicuri dei meccanismi”, spiega Demanjohn.

L'esopianeta WASP 39-b è stato studiato dal James Webb Telescope
L’esopianeta WASP 39-b è stato studiato dal James Webb Telescope

Nello studio delle atmosfere degli esopianeti, i giovi surriscaldati sono molto utili. Come spiega Demangeon: “Essendo gassosa e calda, la sua atmosfera è molto ampia e quindi più facili da osservare e studiare rispetto a quelli provenienti da pianeti più piccoli o più freddi”. Determinare la composizione dell’atmosfera di un esopianeta richiede apparecchiature altamente specializzate. Il team ha utilizzato lo strumento ESPRESSO al VLT dell’ESO in Cile per analizzare la luce stellare filtrata attraverso le atmosfere di WASP-76b e WASP-121 b.Ciò ha permesso di rilevare chiaramente vari elementi in esso, incluso il bario.

Potrebbe interessarti: Gli appassionati di astronomia potranno nominare i 20 esopianeti analizzati da James Webb

Queste nuove scoperte mostrano che abbiamo solo scalfito la superficie dei misteri degli esopianeti. Utilizzando strumenti futuristici come l’ArmazoNes High Resolution Dispersion Spectrometer (ANDES), che opererà sul prossimo Very Large Telescope (ELT) dell’ESO, gli astronomi saranno in grado di studiare le atmosfere di esopianeti grandi e piccoli, comprese quelle rocce. pianeti. Simile alla Terra, in modo più approfondito e per raccogliere più indizi sulla natura di questi mondi alieni.

READ  WhatsApp Plus 2022: come scaricare l'APK? | gioco sportivo

Continuare a leggere