Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ha perso la metà con l’Estudiantes e non poteva più diventare il protagonista

Se Sanchez Mineo si è separato dal centrocampo all’inizio della partita supplementare per ricavare la partita di Baskini e da lì ha messo una posizione bassa per Coterochio per determinarlo, è stato come un’oasi nel deserto. Tre passaggi consecutivi a quel punto erano davvero un lusso con un bel tempo calcistico.

Questo è che la centrale e gli studenti hanno giocato allo specchio. Uno di loro si rifletteva nell’altro. Entrambi hanno identici limiti e scarsità di risorse. I cattivi si sono affidati a Emiliano Vecchio. Spine Jorge Rodriguez. Marco Robin stava aspettando una posizione ben posizionata per individuarlo. Anche Federico Gonzalez ha fermato l’anteriore per vedere se la palla poteva permetterselo. Alan Marinelli si è spostato a destra per scoprire un’area che gli avrebbe permesso di raggiungere l’Arco di Andújar. Anche Cutruccio si è tuffato di tre quarti per vedere se riusciva a penetrare la recinzione di Brunn. Tutti possono vedere se una palla è in balia dell’esecuzione. Una coppia rimase. Ma sono mal definiti. Un vantaggio contestato dai concorrenti. Questo è stato configurato per la prima volta per dimenticare. Cattivo. Anche se la valutazione è generosa. E l’aggiunta è solo meno negativa. Con più posizioni e tutte mal definite.

Quello di Kily continua senza varianti offensive. Un viaggio eccessivo a bassa velocità ti priva della sorpresa. La mancanza di accuratezza e velocità variabile rendono inoltre inutile qualsiasi tentativo di generare combinazioni.

Anche Zelenskyj aveva questo problema con una mancanza di certezza. Perché mentre in alcune invasioni hanno effettuato un trasferimento più veloce per sbarazzarsi del caotico reflusso auriazul, negli ultimi metri si sono scontrati con la loro inesperienza.

READ  Quattro Holguineros nel baseball italiano

Perché anche la caratteristica target non conferisce alle lastre una maggiore rigidità. Se il Centrale era con meno di uno, si è anche avvicinato alla porta di Andegar, come il gol di Vecchio all’85 ‘, ma lo ha colpito duramente con il tiro. Con una velocità di 88 ‘, Lasso devia davanti alla porta, dissipando una posizione imbattibile per il pareggio. E all’ultimo momento è stata Robin a scivolare sotto la prua.

La centrale non si è vestita da protagonista. Perché ha ancora bisogno dell’attrezzatura della squadra. Qualcosa che non ottiene e rivela i suoi difetti.