Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli Stati Uniti hanno condannato le dichiarazioni antisemite del presidente turco sul conflitto tra Israele e il movimento terrorista di Hamas

Il portavoce del dipartimento Ned Price

Il Dipartimento di Stato americano ha condannato le dichiarazioni “antisemite” del presidente della Turchia, Emesso in relazione al conflitto tra palestinesi e israeliani.

Portavoce del Dipartimento, Ned Price ha sottolineato che le affermazioni di Erdogan, che ha descritto Israele come uno “stato terrorista” contro i palestinesi, e ha detto: “Sono assassini”, “sul popolo ebraico”, “sono riprovevoli”.

Esortiamo il presidente Erdogan e altri leader turchi ad astenersi da dichiarazioni infiammatorie che potrebbero incitare più violenza. Chiediamo alla Turchia di unirsi agli Stati Uniti nel lavorare per porre fine al conflitto “.Prezzo aggiunto in dichiarazione.

Ha anche sottolineato che “la retorica antisemita non ha posto da nessuna parte” e ha ribadito che gli Stati Uniti “sono fortemente impegnati nella lotta all’antisemitismo in tutte le sue forme”.

Prendiamo molto sul serio la violenza che spesso accompagna l’antisemitismo e le pericolose bugie che ne sono alla base. Dobbiamo sempre confrontare le bugie con i fatti e rispondere ai crimini d’odio con la giustizia. ”rinculo.

Nei giorni scorsi Erdogan ha criticato l’attacco israeliano ai palestinesi e agli Stati Uniti per il suo sostegno a Israele.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

Inoltre, il ministro austriaco degli Affari europei e internazionali ha invitato, martedì, a tenere consultazioni con l’ambasciatore turco nel paese, Ozan Ceyhun, dopo che Erdogan ha “maledetto” Vienna per aver alzato la bandiera israeliana sugli edifici governativi come espressione di “solidarietà”. “.

Nel frattempo, il presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, democratica Nancy Pelosi, ha parlato martedì dell’escalation di violenza in Israele e nella Striscia di Gaza e ha avvertito che “Dopo più di una settimana di ostilità, la necessità di un cessate il fuoco sta diventando più chiara”.

READ  Stati Uniti: otto morti in una sparatoria nella sede della FedEx a Indianapolis

“Israele è nostro amico e alleato in Medio Oriente, e con il quale condividiamo i valori”, ha detto Pelosi in una dichiarazione rilasciata martedì. Aggiungo: È nell’interesse della sicurezza nazionale degli Stati Uniti sostenere la sicurezza di Israele. Hamas ha approfittato della situazione instabile per avviare le ostilità contro Israele e ha lanciato più di 3.000 razzi e, come al solito, Israele ha il diritto di difendersi “.

Ha detto: “Ora, dopo più di una settimana di ostilità, la necessità di un cessate il fuoco sta diventando più evidente. Ci deve essere un serio sforzo da parte di entrambe le parti per porre fine alla violenza e rispettare i diritti dei popoli israeliano e palestinese. . “

“Pur rispettando la vita di israeliani e palestinesi, i leader dovrebbero sforzarsi di raggiungere la pace attraverso una soluzione negoziata a due stati”.Ha concluso Pelosi.

(Con informazioni da Europa Press)

Continuare a leggere: